Ecco mia moglie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ecco mia moglie
Titolo originale That's my wife
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1929
Durata 18 min
Colore B/N
Audio muto
Genere comico
Regia Lloyd French
Sceneggiatura H. M. Walker (intertitoli)
Leo McCarey (storia)
Produttore Hal Roach
Fotografia George Stevens
Montaggio Richard C. Currier
Interpreti e personaggi

Ecco mia moglie (That's my wife) è un cortometraggio comico muto del 1929 con Laurel & Hardy.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In seguito al fatto che la Stan vive in casa di Oliver e sua moglie, questa se ne va di casa perché Oliver non vuole cacciarlo e lei non lo sopporta. Il guaio è che se Bernal, zio di Oliver, viene a sapere che Oliver è stato lasciato dalla consorte, lo disereda. All'arrivo di Bernal a casa di Oliver, quindi, questo traveste da donna Stan e lo spaccia per sua moglie. Bernal porta Oliver e Stan a un locale notturno. Dopo che Stan e Oliver hanno litigato con un cliente che disturbava Stan (credendolo ovviamente una donna) un cameriere getta un collana che aveva rubato ad una cliente nel vestito di Stan. Egli sente così un fastidio. Così Oliver cerca in tutti i modi di scoprire cosa sia finito nel corpo di Stan. Proprio questa ricerca sarà la rovina di Oliver.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

In questo cortometraggio compare, nel ruolo dell'ubriaco che dà fastidio a Stanlio vestito da donna, il comico del muto Jimmy Aubrey. Aubrey ha molto in comune con la coppia: il percorso artistico dei tre è tra loro parallelo e Oliver Hardy, molto tempo prima che si unisse con Stan, lavorò in un bel po' di film con Aubrey.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema