Ospiti inattesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ospiti inattesi
Ospiti inattesi-VIA CONVENTO.png
Una scena del film con:(da sinistra) Laurel, Hardy e Arthur Housman
Titolo originale Scram!
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1932
Durata 20 min
Colore B/N (colorato col doppiaggio di Franco Latini e Carlo Croccolo)
Audio sonoro
Genere comico
Regia Raymond McCarey
Sceneggiatura H.M. Walker
Produttore Hal Roach
Fotografia Art Lloyd
Montaggio Richard Currier
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

1° doppiaggio

2° doppiaggio

Ospiti inattesi (Scram!) è un cortometraggio del 1932 con Stanlio e Ollio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stati condannati dal giudice Beaumont a lasciare la città per vagabondaggio, Stanlio e Ollio bighellonano nottetempo andando a zonzo. D'un tratto incontrano un ubriaco in difficoltà e lo aiutano a recuperare le chiavi della sua macchina, che sono cadute in un tombino. Per ricompensarli, visto che piove a dirotto, l'ubriaco li invita a dormire in casa sua. Una volta a destinazione, però, l'ubriaco si rende conto di avere smarrito anche le chiavi di casa. L'ubriaco è nel frattempo riuscito ad entrare, in quanto la porta era chiusa male.

Alla fine anche Stanlio e Ollio riescono ad entrare nell'abitazione, e vengono invitati dall'ubriaco ad accomodarsi in camera sua. Non appena però i due se ne vanno giunge il maggiordomo, che intima all'ubriaco di andarsene, in quanto ha sbagliato casa.

Stanlio e Ollio si sistemano quindi in una camera da letto ed indossano delle vestaglie, senza rendersi conto di trovarsi nell'abitazione sbagliata. Gironzolando per i corridoi incrociano una donna, che spaventata cade svenuta a terra: i due si prodigano per rianimarla, e Stanlio le dà da bere un bicchiere d'acqua presa da una brocca lì vicino, che però in realtà contiene dell'acquavite. La moglie rinviene, ormai ubriaca, li fa accomodare in camera sua.

Nel frattempo rientra il vero padrone di casa, il giudice Beaumont, marito geloso e severo che detesta gli ubriachi. Attirato dal frastuono proveniente dalla camera della moglie, trova Stanlio intento a riempire un bicchiere alla brocca. Accortosi che si tratta di acquavite, irrompe nella stanza e, impietrito, vede Stanlio e Ollio che fanno trangugiare il bicchiere alla moglie, che subito dopo riesplode in risa sguaiate assieme ai due compari, che trascina con sé sul suo letto. Il marito contempla tutta la scena, con sguardo truce.

Riavutisi dallo scoppio di riso, Stanlio e Ollio si mettono a sedere sul letto e, alla vista del giudice, si affrettano a togliersi dal letto. Il marito, furioso, inizia ad avanzare verso di loro con fare minaccioso, ma Stanlio spegne la luce nella stanza.

Commento[modifica | modifica wikitesto]

  • La vera chiave delle disgrazie che, in questo cortometraggio, occorrono a Stanlio e Ollio è l'ubriaco, interpretato da Arthur Housman, un caratterista specializzato in parti del genere e presente anche in altri film della coppia.
  • In Italia è noto anche con il titolo Gli imputati.
  • Il cortometraggio fa parte anche dei film di montaggio italiani Piano... forte e Via Convento.

Infatti nel film il filo che lega la comica Il regalo di nozze (Me and my pal) e questa è caratterizzato da tante pagine di giornale che annunciano l'arresto di Stanlio e Ollio a causa del fallimento della società del magnate Cucumber (James Finlayson).

  • Inizialmente, il film fu bandito nei Paesi Bassi perché la scena dove Stanlio e Ollio si sedevano a letto con una donna non sposata con loro era "indecente". Oggi, il film non è bandito.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema