Ciao amici!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ciao amici!
Ciao amici!.jpg
Screenshot del film
Titolo originaleGreat Guns
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneUSA
Anno1941
Durata70 minuti
Dati tecniciB/N
Generecommedia
RegiaMontague Banks (Monty Banks)
SoggettoLou Breslow
SceneggiaturaLow Breslow
ProduttoreSol M. Wurtzel
Casa di produzione20th Century Fox
FotografiaGlen Mac Williams
MontaggioAl DeGaetano
MusicheEmil Newman
ScenografiaThomas Little
CostumiHerschel costumi
Interpreti e personaggi
  • Stan Laurel: Stanlio
  • Oliver Hardy: Ollio
  • Sheila Ryan: Ginger Hammond
  • Dick Nelson: Dan Foresta (Forest)
  • Edmund MacDonald: sergente Pippo (Hippo)
  • Charles Trowbridge: colonnello Ridley
  • Ludwig Stössel: dottor Schickel
  • Kane Richmond: capitano Baker
  • Mae Marsh: zia Martha
  • Ethel Griffies: zia Agatha
  • Paul Harvey: generale Taylor
  • Charles Arnt: dottore
  • Pierre Watkin: colonnello Wayburn
  • Russell Hicks: generale Burns
  • Irving Bacon: postino
  • Doppiatori italiani
    1° doppiaggio (1948)

    2° doppiaggio (1986)

    Ciao amici! (Great Guns) è un film del 1941 diretto da Monty Banks con Stanlio e Ollio. Venne girato con il titolo di lavorazione Forward March.

    Trama[modifica | modifica wikitesto]

    Stanlio e Ollio sono rispettivamente giardiniere e autista del giovane Dan Foresta. Un giorno arriva una lettera da parte dell'esercito che invita Dan ad arruolarsi. Il ragazzo è creduto dai parenti e dagli stessi Stanlio e Ollio malato, ma dopo la visita medica egli risulta perfettamente abile. Nonostante questo, Stanlio e Ollio non si fidano e si arruolano insieme a lui, cercando in tutti i modi di ostacolarlo nelle sue imprese militari facendo in modo di farlo ritornare a casa. Nel frattempo Dan si innamora della bella Ginger Hammond che gestisce un negozio di fotografia, di cui è attratto anche il Sergente Pippo. Successivamente, nonostante i pasticci combinati sotto le armi riescono ad uscire trionfanti da una finta, ma rischiosa, esercitazione di guerra.

    Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

    • È il primo lungometraggio di Stanlio e Ollio dopo la separazione dal produttore Hal Roach.
    • In una scena dentro lo studio fotografico di Ginger appare brevemente la futura star Alan Ladd.
    • Stanlio durante l'assemblaggio del ponte nemico trasporta varie volte delle lunghe travi, apparendo all'inizio e ricomparendo alla fine come se fosse la stessa persona a trasportare la testa e la coda dell'asse di legno, sotto lo sguardo attonito di Ollio. La gag originale era stata inventata nel film Il tocco finale (The Finishing Touch) nel 1928 e la vittima dei giochi di Stanlio era il poliziotto Edgar Kennedy.

    Scene tagliate[modifica | modifica wikitesto]

    In entrambi i doppiaggi il film presenta notevoli tagli di sequenze, alcuni effettuati in fase di doppiaggio, altri per motivi di palinsesto,le scene mancanti sono:

    • La conversazione di Stanlio e Ollio con i pazienti nella sala d'attesa prima di entrare nell'ufficio del dottore.
    • Stanlio e Ollio che si preoccupano col dottore per la salute di Dan.
    • Il sergente Pippo che dà ordini a Stanlio e Ollio per la loro indisciplina durante il loro primo incontro (poco prima che la scena si sposti nella corsa col cavallo).
    • La prima amichevole, lunga e allegra conversazione di Dan con la sviluppatrice Ginger Hammond.
    • Stanlio e Ollio nella tenda prima che entri Dan, con Stanlio che si rade la barba.[Presente nel film]
    • La disputa di Stanlio e Ollio con Ginger al quale cercando di mostrare tutti i difetti di Dan, cosicché lei lo lasci.
    • Stanlio e Ollio che discutono prima di entrare nella stanza del sergente Pippo.

    Il doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

    Oltre al primo doppiaggio di Alberto Sordi e Mauro Zambuto, esiste anche il doppiaggio di Enzo Garinei e Giorgio Ariani eseguito nel 1986.

    Critica[modifica | modifica wikitesto]

    « Il film, perché breve, appare denso di casi e fitto di trovatine: la cornacchia nelle brache di Crok durante la rivista, Crik che si fa la barba con una lampadina in bocca, e l'avventura del bersaglio, sono tra le migliori. Poi i soliti dispettucci, le solito mosse, i soliti contrasti del grasso e del magro, dell'orgasmo e della flemma, e il non meno solito esilarante doppiato. »

    (Leo Pestelli[1])

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema