Zygmunt Krasiński

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zygmunt Krasiński

Zygmunt Krasiński, nome completo Conte Napoleone Stanisław Adam Ludwig Zygmunt (Parigi, 19 febbraio 1812Parigi, 23 febbraio 1859), è stato un poeta e scrittore polacco di famiglia nobile, uno dei trzej wieszcze (i tre bardi), ovvero uno dei tre letterati polacchi maggiori del Romanticismo con Adam Mickiewicz e Juliusz Słowacki.

Biografia e pensiero[modifica | modifica sorgente]

Figlio del conte e generale Wincenty Krasiński, nacque a Parigi, in Francia, ma studiò a Varsavia, in Polonia, e a Ginevra, dove conobbe il grande Mickiewicz. Da giovane lesse e apprezzò la Divina Commedia, opera a cui spesso si rifece nelle proprie, di Dante, le poesie esoteriche di William Blake e i romanzi degli autori gotici come l'inglese Horace Walpole.

La sua opera più conosciuta è il poema Agaj-Han - Powieść historyczna, scritto a Ginevra tra il 1832 e il 1833 e pubblicato con lo pseudonimo di A.K. nel 1834. Poema di genere storico, indubbiamente influenzato dai romanzi di un altro illustri scrittore inglese, Walter Scott, motivo ricorrente è la morte. Nell'individuare le matrici di questa narrazione, gli studiosi hanno trovato parti ambigue ed esoteriche, indubbiamente prova dell'influenza di Blake e di Dante.

Amante della filosofia, approfondì soprattutto gli studi sul messianismo, corrente religiosa fondamentalista ebraica legata ai valori rivoluzionari. Questi studi influenzarono profondamente il suo pensiero e la sua opera, come emerge nel dramma Nie-boska Komedia ("La non-divina Commedia"), dove l'aristocrazia - alla quale tra l'altro era legato - è logorata sino alla distruzione dal comunismo e dalla democrazia, dalla poetica del conflitto fra le classi, dall'ottusa tendenza a non rinnovarsi. Nel 1836 nel dramma Irydion traspare un profondo interesse verso l'etica cristiana.

Tra il 1844 e il 1848 scrisse i Salmi del futuro (Psalmy Przyszłości), opera sulla Carità cristiana. Sono questi gli anni in cui il suo fervore giovanile, fonte delle sue migliori composizioni, lascia il posto ad una moderata tendenza conservatrice.

Sua musa fu una certa contessa Delfina Potocka, che fu legata anche al compositore Fryderyk Chopin, con la quale ebbe una relazione dal 1838 al 1846. Per ella scrisse Sen Cezary (1840) e Przedświt (1843). Finita la loro relazione, i due rimasero comunque in buoni rapporti di amicizia. Il 26 giugno 1843 sposò la contessa Eliza Branicka, causa della fine della relazione con la Potocka, quand'ella aveva ventitré anni e lui trentuno. La moglie morì nel 1876, otto anni dopo la scomparsa del marito.

Motivo ricorrente nella sua opera è la condizione umana, mossa tra sofferenza e solitudine, pietà e miseria, liberazione e morte. Non è chiaro se fosse legato alla Massoneria.

Elenco delle opere (titoli in Polacco)[modifica | modifica sorgente]

  • Powieści gotyckie
  • Agaj-Han
  • Irydion
  • Nie-Boska komedia
  • Przedświt
  • Psalmy przyszłości
  • Fantazja życia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 64038850 LCCN: n/50/81521