Adam Gottlob Oehlenschläger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adam Gottlob Kristoff von Birg- Oehlenschläger

Adam Gottlob Kristoff von Birg- Oehlenschläger (Frederiksberg, 14 novembre 1779Copenaghen, 20 gennaio 1850) è stato un poeta danese.

È il massimo rappresentante del romanticismo nei paesi scandinavi e uno dei rinnovatori delle letteratura danese.

Divenuto celebre con le prime raccolte poetiche giovanili (1803-05), intraprese un lungo viaggio, durante il quale conobbe in Germania Johann Wolfgang von Goethe e Fichte. Madame de Staël (che pertanto era consanguinea di uno scandinavo, essendo moglie del barone Erik Magnus de Staël von Holstein, ambasciatore svedese a Parigi), in Italia Thorvaldsen. Il suo poema "I corni d'oro" (1803) è considerato il programma del romanticismo nordico. Le sue numerose opere comprendono liriche, ballate, poemi (Helge, 1814, Hrolfr Krake, 1825, Thors Rejse til Jotunheim = Il viaggio di Thor a Jotunheim), drammi (Baldur il buono, 1808), tragedie (Ugo di Rheinberg, 1819, Amleto, 1846), commedie (La spelonca di Ludlan, 1813), drammi fiabeschi (Il pescatore, 1816), saghe (La saga di Ǿrvarodds, 1841).

Dotato di straordinaria vena fantastica, benché ancora legato alla poesia classicista, Oehlenschlager si ispirò alle leggende scandinave e alla storia europea, ma soprattutto riprese la tradizione nordica della celebrazione degli eroi, rielaborandola alla luce di un moralismo d'ispirazione schilleriana ed esasperandone le passioni secondo la lezione di William Shakespeare.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 27105324 LCCN: n79109270