William Blackstone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
William Blackstone

William Blackstone (Londra, 10 luglio 172314 febbraio 1780) è stato un giurista e accademico britannico, professore presso l'Università di Oxford dal 1758 al 1766.

Figlio di un commerciante di seta, effettuò gli studi ad Oxford, presso il Pembroke College e divenne in seguito barrister nel 1746, professione che esercitò presso le Corti di Westminster per alcuni anni senza ottenere significativi successi. Fu membro della Camera dei Comuni dal 1761 fino al 1770 per il borough dell'Hindon e ricoprì l'incarico di giudice.

Noto per aver scritto il celebre trattato storico-analitico sul common law Commentaries on the Laws of England, apparso per la prima volta in quattro volumi tra il 1765 e il 1769, fu autore prolifico. L'opera che gli diede maggiore notorietà ancor oggi rappresenta una fonte importante per le ricostruzioni degli orientamenti classici del common law e dei suoi principi. I Commentaries sono suddivisi in 4 parti:

  • Rights of Persons: dedicato alle persone fisiche e giuridiche;
  • Rights of Things: diritti reali;
  • Private Wrongs: organizza il restante diritto processuale civile;
  • Public Wrongs: diritto penale e processuale penale.

Blackstone scrisse i suoi lavori sul common law poco prima che venisse scritta la Costituzione degli Stati Uniti. Le stesse parole adoperate dai padri fondatori americani sono attinte dall'opera di Blackstone.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Commentaries on the Laws of England, disponibili sul sito dell'Avalon Project dell'Università Yale:[1]

Controllo di autorità VIAF: 39385957 LCCN: n79120719

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie