Passignano sul Trasimeno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passignano sul Trasimeno
comune
Passignano sul Trasimeno – Stemma
Passignano sul Trasimeno – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Amministrazione
Sindaco Ermanno Rossi (lista civica "Passignano nel futuro") dal 27/05/2013
Territorio
Coordinate 43°11′00″N 12°08′00″E / 43.183333°N 12.133333°E43.183333; 12.133333 (Passignano sul Trasimeno)Coordinate: 43°11′00″N 12°08′00″E / 43.183333°N 12.133333°E43.183333; 12.133333 (Passignano sul Trasimeno)
Altitudine 289 m s.l.m.
Superficie 81,06 km²
Abitanti 5 678[1] (30-09-2011)
Densità 70,05 ab./km²
Frazioni Castel Rigone, Col Piccione, Oliveto, Pischiello, San Donato, San Vito, Trecine, Le Pierle.
Comuni confinanti Castiglione del Lago, Lisciano Niccone, Magione, Tuoro sul Trasimeno, Umbertide
Altre informazioni
Cod. postale 06065
Prefisso 075
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 054038
Cod. catastale G359
Targa PG
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti passignanesi
Patrono san Cristoforo
Giorno festivo 25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Passignano sul Trasimeno
Posizione del comune di Passignano sul Trasimeno all'interno della provincia di Perugia
Posizione del comune di Passignano sul Trasimeno all'interno della provincia di Perugia
Sito istituzionale

Passignano sul Trasimeno (in dialetto perugino "Pašinjèno šul Trašiméno") è un comune italiano di 5.678 abitanti della provincia di Perugia, in Umbria.

Il promontorio sul quale sorge è situato sulla sponda settentrionale del Lago Trasimeno.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Passignano sul Trasimeno fa parte della Comunità Montana Monti del Trasimeno.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La Rocca fu edificata in età medievale mentre l'abitato si sviluppò soprattutto in epoca moderna, fra il Cinquecento e il Seicento. Nel XVI secolo videro la luce sia la chiesa di san Rocco, in stile rinascimentale, che il santuario della Madonna dell'Oliveto, progettato, probabilmente, da Mariotto Radi.
Nel XVIII secolo i Bourbon di Sorbello fecero edificare, come residenza estiva, a pochi chilometri dal borgo, la Villa del Pischiello.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Nell'ultima settimana di luglio il paese di Passignano sul Trasimeno accoglie ed organizza una delle manifestazioni popolari più interessanti del territorio: il Palio delle Barche, evento storico che mira a rievocare l'antica rivalità tra due nobili famiglie di Perugia, quella dei Baglioni e quella degli Oddi. Il Palio delle Barche rievoca l’ultimo atto delle ostilità tra le nobili famiglie perugine dei Baglioni e degli Oddi, una sanguinosa battaglia che vide nel 1495 Passignano al centro delle operazioni militari, quando, un piccolo esercito della famiglia Oddi dovette fuggire, barche in spalla, dal castello, inseguito dalle milizie dei Baglioni e dei Della Corgna. L’ultima domenica di luglio i quattro Rioni del Paese, il Centro Storico, Il Centro Nuovo o Centro Due, l’Oliveto e il San Donato, si affrontano in una competizione che prevede tre fasi. Nella prima le barche dei Rioni si sfidano in acqua sino a giungere al pontile del paese. Da qui barche in spalla inizia la velocissima corsa, quasi tutta all’interno del centro storico, con un tragitto tortuoso e difficile tra viuzze ripide e scalinate. Ritornati al molo i concorrenti riprendono poi la via del Lago per concludere la gara. Durante la settimana precedente i Rioni del Paese organizzano taverne nelle quali i visitatori possono degustare piatti tipici del Trasimeno e dove vengono intrattenuti con spettacoli e rappresentazioni storiche in costume. Dal Lunedi al Giovedi si svolgono le prove dei singoli Rioni partecipanti alla gara mentre il Venerdi viene disputata la Prova Generale. Il Sabato sera i Signori dei Rioni si incontrano in piazza per il Lancio della Sfida. Il Rione che detiene il Palio sfida gli altri ad una nuova gara. Tra gli eventi più attesi di tutta la settimana, seguito da migliaia di spettatori, è "L'Incendio del Castello", spettacolo pirotecnico musicato unico in Umbria nel suo genere, per la particolarità dei giochi di luce a ritmo di musica.

Persone legate a Passignano sul Trasimeno[modifica | modifica sorgente]

  • Gastone Monaldi (Passignano sul Trasimeno, 1882 – Sarteano, 1932), attore e drammaturgo.
  • Stefano Bellaveglia, banchiere, nativo di Passignano.
  • Cesare Cesarini (Passignano sul Trasimeno, 1905 - Firenze, 1973), compositore, paroliere e direttore d'orchestra. Autore della nota canzone "Firenze sogna".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2011.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Umbria Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Umbria