Poggiodomo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Poggiodomo
comune
Poggiodomo – Stemma
Poggiodomo – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Amministrazione
Sindaco Egildo Spada (Lista civica) dall'08/06/2009
Territorio
Coordinate 42°43′00″N 12°56′00″E / 42.716667°N 12.933333°E42.716667; 12.933333 (Poggiodomo)Coordinate: 42°43′00″N 12°56′00″E / 42.716667°N 12.933333°E42.716667; 12.933333 (Poggiodomo)
Altitudine 974 m s.l.m.
Superficie 40,01 km²
Abitanti 135[1] (31-12-2012)
Densità 3,37 ab./km²
Frazioni Mucciafora, Roccatamburo, Usigni
Comuni confinanti Cascia, Cerreto di Spoleto, Monteleone di Spoleto, Norcia, Preci, Sant'Anatolia di Narco, Scheggino, Vallo di Nera
Altre informazioni
Cod. postale 06040
Prefisso 0743
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 054042
Cod. catastale G758
Targa PG
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti pojani
Patrono Sant'Antonio di Padova, San Pietro, San Carlo Borromeo
Giorno festivo Ultima settimana di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Poggiodomo
Posizione del comune di Poggiodomo all'interno della provincia di Perugia
Posizione del comune di Poggiodomo all'interno della provincia di Perugia
Sito istituzionale

Poggiodomo è un comune italiano di 135 abitanti della provincia di Perugia.

Uno dei più piccoli comuni d'Italia (il più piccolo di tutta l'Umbria per numero di abitanti), si trova a 974 metri s.l.m. circondato dalle verdeggianti terre della Valnerina, nell'alta valle del torrente Tissino.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Storia[modifica | modifica sorgente]

La cittadina è immersa in luoghi in cui la natura domina incontrastata; proprio per questa sua posizione isolata Poggiodomo è stata da sempre luogo di rifugio per monaci, eremiti, fuoriusciti del ghibellinismo medievale e partigiani, che nel corso della seconda guerra mondiale vi fondarono le brigate più operative. Nata nel XIII-XIV secolo attorno ad un castello situato su di uno sperone di roccia, Poggiodomo entrò ben presto a far parte del Ducato di Spoleto. Dopo l'anno 1000 essa appartenne alle città di Leonessa, Cascia e Spoleto. Come tutti i castelli circostanti, anche il castello di Poggiodomo fu coinvolto dalle vicende che colpirono le città di Cascia e di Spoleto. Divenuta Comune nel 1809 durante l'occupazione Napoleonica col distacco dei suoi territori da Cascia, Poggiodomo riuscì a mantenere il proprio assetto politico anche dopo la restaurazione pontificia e, nel 1860, entrò a fra parte dello Stato italiano.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[2]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

  • Tel: 0743 759001
  • Fax: 0743 749200

Enti associati[modifica | modifica sorgente]

  • Comunità Montana Valnerina
  • Regione Agraria n. 4 - Montagna del Corno

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2012.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 09-08-2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]