Durs Grünbein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Durs Grünbein

Durs Grünbein (Dresda, 9 ottobre 1962) è uno scrittore tedesco. È considerato uno dei massimi poeti e saggisti della Germania post-unificazione. Ha studiato teatro presso l'Università Humboldt di Berlino, dove attualmente vive.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Premio letterario della città di Marburg (1992)
  • Premio Büchner (1995)
  • Membro dell’Accademia Tedesca per la Lingua e la Poesia (1995)
  • Membro dell’Accademia delle Arti di Berlino-Brandeburgo (1999)
  • Premio Pasolini (2006)

Traduzioni in italiano[modifica | modifica sorgente]

  • A metà partita : poesie 1988 - 1999, traduzione di Anna Maria Carpi, Einaudi, Torino 1999.
  • Il primo anno. Appunti berlinesi, traduzione di Franco Stelzer, Einaudi, Torino 2004.
  • Della neve ovvero Cartesio in Germania, traduzione di Anna Maria Carpi, Einaudi, Torino 2005.
  • Infanzia in diorama, traduzione di Silvia Ruzzenenti, in "Comunicare - Letterature Lingue" N. 7, 2007, Il Mulino, Bologna, pp. 241-249.
  • Strofe per dopodomani e altre poesie, a cura di Anna Maria Carpi, Einaudi, Torino 2011.
  • Il consiglio dei gamberi e altre passeggiate sott'acqua, traduzione di Silvia Ruzzenenti, in "Prosa saggistica di area tedesca", a cura di G. Cantarutti e W. Adam, Il Mulino, Collana "Scorciatoie", Bologna 2011, pp. 17-50.
  • La strada per Bornholm racconto presente in La notte in cui cadde il muro, a cura di Renatus Deckert, traduzione di Valentina Freschi, Scritturapura Editore, Collana Paprika, Asti 2009.


Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 12364417 LCCN: nr90002128