Erich Mühsam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Erich Mühsam

Erich Mühsam (Berlino, 6 aprile 1878KZ Oranienburg, 10 luglio 1934) è stato un anarchico, poeta e attivista tedesco.

Note biografiche[modifica | modifica sorgente]

Nasce il 6 aprile 1878 a Berlino, in una famiglia di farmacisti benestanti ebrei. A 17 anni è espulso dal liceo di Lubecca per reiterati atti di indisciplina e per manifestazioni di carattere socialista. Da quel momento, frequenta la bohème artistica e scrive per giornali satirici.

Nel 1900, stringe a Berlino amicizia con Gustav Landauer e si schiera con gli anarchici. Nel 1904, prende parte alla comunità di Monte Verità (Svizzera). Nel 1909, a Monaco, fonda il gruppo Tat, federato con il Sozialistischer Bund, frequenta l’ambiente bohème e quello dei letterati da Kaffeehaus. Nel 1911 crea il proprio giornale, Kain, dove esprime il suo pacifismo anarchico e si occupa della questione sociale del proletariato. Sconvolto dalla dichiarazione di guerra, nel 1916 tenta di riunire coloro i quali si oppongono al conflitto in atto. Viene però espulso dal governo della Baviera e posto in domicilio coatto in una città di provincia. Alla caduta della monarchia, il 7 novembre 1918, ritorna a Monaco e prende parte al processo rivoluzionario e al governo socialista di Kurt Eisner.

Fu attivissimo nella difesa e nel sostegno dei consigli operai in Baviera nel 1919. Accusato per questo di alto tradimento, fu condannato a 15 anni di reclusione. In carcere scrive le sue opere politiche più importanti sull'anarco-comunismo. Liberato dopo cinque anni, riprese la sua intensa attività fino al 1933 quando, catturato dopo l'incendio del Reichstag, fu rinchiuso in vari carceri e campi di concentramento. Fu assassinato l'anno dopo nel campo di concentramento di Oranienburg.

« Il gran male di cui l'umanità va liberata è la tendenza a compiacersi delle formule consacrate, che equivale poi alla mancanza di fiducia nella propria coscienza. Una volta emancipata dalla credenza cieca e passiva nelle formule, la sapienza dell'uomo potrà manifestarsi liberamente. Ma allora essa lotterà ancora per innalzarsi dalla scienza imparaticcia alla saggezza animata dalle pulsazioni della vita. »
(Erich Mühsam)

Tratto da "Al caffè" di Errico Malatesta del 1922.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Opere di Erich Muhsam pubblicate in lingua italiana[modifica | modifica sorgente]

  • Ragion di stato; Ed. Salerno 1980
  • La psicologia della zia ricca; Ed. SugarCo 1983; le nubi edizioni 2008;
  • Ascona, Monte Verità e Schegge; ChersiLibri, 2008

Opere su Erich Muhsam pubblicate in lingua italiana[modifica | modifica sorgente]

  • Kreszentia Mühsam,: Il Calvario di Erich Mühsam; Ed. RL, Genova 1959. Ristampato da Ed. Samizdat, Pescara, 1996
  • Rudolf Rocker: Zensl Elfìnger Mühsam - Una libertaria in lotta contro i totalitarismi; Ed. La Fiaccola, Ragusa, 2003
  • Fambrini-Muzzi: Dal cabaret alle barricate; Ed. Elèuthera, Milano 1999
  • Leonhard Schäfer (a cura di): Erich Mühsam- il poeta anarchico; ZIC 2007
  • Leonhard Schäfer (a cura di): Erich Mühsam- Anarchismo e Comunismo;St. I.p 2009
  • Leonhard Schäfer: Erich Mühsam- C'era una volta un rivoluzionario; Chersilibri 2010
  • Leonhard Schäfer, Patrizia Creati, Ska Punk CAUSA: C'era una volta un rivoluzionario http://www.youtube.com/watch?v=Pyrbmt_Fzu0
  • CAUSA: Il prigioniero (Piegarsi vuol dire mentire) http://www.youtube.com/watch?v=wlYiSH3NyXc&feature=related

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 76329608 LCCN: n50013022