Wolfram von Eschenbach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wolfram von Eschenbach, ritratto da cavaliere nel Codex Manesse.

Wolfram von Eschenbach (Eschenbach, 1170 circa – 1220 circa) è stato cavaliere alla corte di Turingia nonché uno dei più grandi poeti tedeschi del Medioevo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua fama è dovuta principalmente alla composizione, avvenuta attorno al 1210, di un poema cavalleresco sul Sacro Graal intitolato Parzival. Oltre a questo poema, di cui ci sono pervenuti circa 25.000 versi, vengono attribuiti al poeta tedesco anche i poemi epici Willehalm e Titurel, chiaramente incompiuti, e l'opera Wachter Lieder, una raccolta di poesie di ispirazione provenzale. La principale caratteristica delle sue opere è la tolleranza nei confronti delle altre religioni, che viene riscontrata assai raramente nelle opere di altri artisti contemporanei. Uno dei suoi meriti è quello di aver ispirato, con il Parzival, il libretto dell'opera Parsifal di Richard Wagner.

Willehalm[modifica | modifica sorgente]

Segue il poema omonimo di Ulrich von dem Türlin, che ne racconta l'antefatto, ed è stato successivamente ripreso da Ulrich von Türheim.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 12316649 LCCN: n/79/104201