Gustav Freytag

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gustav Freytag

Gustav Freytag (Kreuzburg, 1816Wiesbaden, 1895) è stato un politico e scrittore tedesco.

Nato a Kreuzburg, oggi Kluczbork, in Polonia, fu tra i fautori dell'egemonia prussiana sulla Germania di metà '800. Eletto deputato nel 1866 svolse un attivo ruolo politico fino alla morte. Notissimo il suo Die journalisten (1853).

Fu allievo di Hoffman von Fallersleben, che dalla sua cattedra di Breslau diffondeva anche idee liberali e patriottiche. Dopo un breve periodo in cui insegnò letteratura tedesca, gli interessi politici lo spinsero al giornalismo.[1]

Proprio l'ambiente giornalistico gli offrì l'argomento della sua opera più nota: I giornalisti (1853), che si mise in luce per il garbo e la vivacità.

Divenuto l'esponente più di spicco dei liberali nazionalisti, scrisse la mastodontica Bilder aus der deutschem Vergangenheit (Quadri del passato tedesco, 1859-1867), considerata l'inizio della corrente storiografica tendente a riprodurre la situazione culturale, religiosa e sociale delle varie epoche.

Un' altra opera di rilievo fu il notevole romanzo Soll und Haben (Dare e avere, 1855), uno tra i più letti nella Germania dell'Ottocento, nel quale si avvicinò alle idee dello storico Treitschke. Questo lavor subì anche l'influsso dickensiano.

Da annoverare, tra le sue opere principali, anche il ciclo di romanzi storici Die Abnen (Gli antenati, 1872-1880).

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti
— 1860


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1965, vol.5 pag.119


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29547947 · LCCN: n50024078 · GND: 118535455 · BNF: cb12026651v (data)
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie