Diego Luis López

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diego López
Dati biografici
Nome Diego Luis Breijo López
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Bologna Bologna
Ritirato 2010 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1994-1996 River Plate Mont. River Plate Mont. 37 (2)
1996-1998 Racing Santander Racing Santander 62 (3)
1998-2010 Cagliari Cagliari 314 (7)
Nazionale
1994-2005 Uruguay Uruguay 32 (1)
Carriera da allenatore
2011-2012 Cagliari Cagliari Giovanissimi
2012 Cagliari Cagliari Primavera
2012-2013 Cagliari Cagliari Vice
2013-2014 Cagliari Cagliari
2014- Bologna Bologna
Palmarès
Coppa America calcio.svg Coppa America
Oro Uruguay 1995
Argento Uruguay 1999
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 16 luglio 2013

Diego Luis López (Montevideo, 22 agosto 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore uruguaiano con passaporto spagnolo, tecnico del Bologna.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale. Capace di adattarsi anche al ruolo di terzino destro.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal River al Racing[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera professionistica inizia nella stagione 1992-1993 nel River Plate di Montevideo (Uruguay), dove in 4 stagioni colleziona 70 presenze e 5 gol. Nella stagione 1996-1997 si trasferisce in Spagna, al Racing Santander, dove gioca 2 stagioni totalizzando 62 presenze e 3 gol.

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 si trasferisce al Cagliari.

Dopo un inizio di carriera tra panchina e tribuna sotto la direzione di Giampiero Ventura, col passare delle stagioni López si è ritagliato un posto sempre più determinante al centro della difesa, reparto che ha guidato fino al termine della sua esperienza con la maglia del Cagliari. Dopo il passaggio di David Suazo all'Inter nel 2007 eredita la fascia di capitano, che manterrà fino al suo addio alla squadra sarda al termine della stagione 2009-2010.

È il quinto giocatore nella storia della squadra rossoblù per presenze in campionato, con 314 partite disputate, condite da 7 reti.[1] Il 5 ottobre 2008 in occasione della partita col Milan, raggiunge le 300 presenze (contando campionato e altre competizioni) con la maglia rossoblù, e viene premiato prima del calcio d'inizio.[2]

Nonostante varie richieste da club uruguaiani come il Peñarol ed il River Montevideo,[3] decide di abbandonare il calcio giocato per intraprendere la carriera da allenatore.[4]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha più volte vestito la maglia della Nazionale uruguaiana, debuttando il 19 ottobre 1994 in un amichevole con il Perù.[5] Ha fatto parte della rosa che ha vinto la Copa América nel 1995. In 9 anni ha collezionato 32 presenze ed 1 gol.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Per un breve periodo, da luglio ad ottobre 2012, ha allenato la squadra Primavera del Cagliari debuttando ufficialmente nel campionato di categoria il 25 agosto dello stesso anno, battendo il Livorno in trasferta col risultato di 3-2.[6] Da notare anche la vittoria per 5-0 in casa della Juventus.[7]

Il 2 ottobre 2012 diventa il vice allenatore del Cagliari, coadiuvato da Pierluigi Corellas e con Ivo Pulga allenatore. In coppia con l'allenatore modenese è protagonista di un ottimo girone di ritorno,[8][9] riuscendo a conquistare la salvezza con 6 turni di anticipo sulla fine del campionato,[10][11] ottenendo una media a partita di 1,4 punti.[12]

Nella stagione 2013-2014 è promosso come allenatore del Cagliari, con vice Ivo Pulga. Viene esonerato il 7 aprile, sostituito dallo stesso tecnico modenese.[13]

Il 1º luglio 2014 rescinde il contratto che lo legava alla squadra cagliaritana[14] per accasarsi al Bologna.[15]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Uruguay 1995

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presenze assolute - top 20, cagliaricalcio.net. URL consultato il 2 luglio 2014.
  2. ^ Lopez fa 300, cagliaricalcio.net, 5 ottobre 2008. URL consultato il 2 luglio 2014.
  3. ^ Cellino: «Via Marchetti, Matri resta. Acquafresca possibilità concreta, Suazo improbabile». E saluta Lopez, tuttocagliari.net, 21 giugno 2010. URL consultato il 2 luglio 2014.
  4. ^ Diego Lopez lascia il calcio: "Cagliari è la mia casa", calcionews24.com, 9 settembre 2010. URL consultato il 2 luglio 2014.
  5. ^ (EN) Uruguay - International Matches 1991-1995; fonte RSSSF
  6. ^ La Primavera parte bene, cagliaricalcio.net, 25 agosto 2005. URL consultato il 2 luglio 2014.
  7. ^ Fabio Frongia, Capolavoro rossoblù a Vinovo, la Primavera batte 5-0 la Juventus, tuttocagliari.net, 8 settembre 2012. URL consultato il 2 luglio 2014.
  8. ^ Mario Sconcerti, Cagliari: un girone di ritorno da Champions in Corriere della Sera, 18 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  9. ^ Cagliari, girone di ritorno da Champions!, tuttocagliari.net, 14 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  10. ^ Doppio Pinilla, salvezza in tasca, cagliaricalcio.net, 14 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  11. ^ Pulga: "Vogliamo arrivare più in alto possibile", cagliaricalcio.net, 19 aprile 2013. URL consultato il 24 aprile 2013.
  12. ^ Pulga – Lopez, una coppia da 53 punti, cagliarinews24.com, 20 maggio 2013. URL consultato il 20 maggio 2013.
  13. ^ Lopez esonerato, cagliaricalcio.net, 7 aprile 2014. URL consultato il 7 aprile 2014.
  14. ^ Comunicazione del Cagliari Calcio, cagliaricalcio.net, 1º luglio 2014. URL consultato il 1º luglio 2014.
  15. ^ E' Diego Lopez il nuovo allenatore del Bologna, bolognafc.it, 1º luglio 2014. URL consultato il 1º luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]