Circoncisione di Gesù

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Circoncisione di Gesù raffigurata nel dipinto La Madonna e il Battista che intercedono presso Cristo per Prato, realizzato da Sogliani e Fra Paolino in occasione della pestilenzia del 1530 ed attualmente conservata nella Chiesa di San Domenico, a Prato.

La circoncisione di Gesù è un evento narrato dal Vangelo secondo Luca (2,21): otto giorni dopo la sua nascita, Gesù venne circonciso secondo la prassi ebraica della Milah.

In quell'occasione ricevette il nome di "Gesù" che deriva dalla lingua ebraica, in cui significa "salvezza" o "salvatore".[1]. Con la circoncisione, Gesù entrò giuridicamente a far parte del popolo ebraico[2].

L'evento è ricordato dalla Chiesa cattolica di rito ambrosiano e dalla Chiesa ortodossa con la corrispondente festa liturgica celebrata il 1º gennaio del calendario giuliano, corrispondente al 14 gennaio dell'universale calendario gregoriano.

La Festa della Circoncisione di Nostro Signore è una celebrazione religiosa nell'ottavo giorno dopo la nascita di Gesù (Ottava di Natale).

È osservato come il giorno in cui Gesù fu circonciso, come da tradizione ebraica, e in cui ricevette il nome[3]. Per i credenti, è una festa che celebra non soltanto Gesù, il "Donatore della Torah", ma anche la prima volta che Gesù donò il sangue per l'umanità. Tutto ciò dimostra non soltanto l'obbedienza di Gesù a Dio, ma anche la profezia della Risurrezione di Gesù.

Il giorno di festa è celebrato dalla Chiesa ortodossa, dalla Chiesa cattolica e da alcune chiese della comunione anglicana il 1º gennaio[4] (o il 14 gennaio, che corrisponde al 1º gennaio del tradizionale calendario giuliano per coloro che continuano a usarlo).[5]

Chiese ortodosse orientali[modifica | modifica sorgente]

Anche le Chiese ortodosse orientali celebrano questa festa il 1º gennaio o del calendario gregoriano o del calendario giuliano, a seconda di quale venga utilizzato in ogni chiesa. In Russia, il giorno della Circoncisione (14 gennaio secondo il calendario gregoriano nei secoli XX e XXI) è conosciuto come il "Nuovo Vecchio Anno", perché prima del 1918 era il giorno di Capodanno. La festa è celebrata con una veglia notturna, e i festeggiamenti sono combinati con quelli per San Basilio Magno. Dopo la liturgia, i russi ortodossi spesso celebrano il nuovo anno.

Chiesa cattolica[modifica | modifica sorgente]

La Festa della Circoncisione era precedentemente celebrata dalla Chiesa cattolica come festa di precetto.[6] Come gli Ortodossi orientali, i cattolici ancora celebrano questa festa sotto questo nome, ma molti cattolici, con la riforma portata dal Concilio Vaticano II, celebrano il 1º gennaio la solennità di Maria Santissima Madre di Dio, pur rimanendo festa di precetto. In questo giorno si celebrano attualmente entrambe le ricorrenze, oltre all'Ottavo giorno dopo Natale, e la liturgia include elementi di riflessione su tutte e tre le festività.

La chiesa cattolica di rito ambrosiano, a differenza del rito romano, ha mantenuto la solennità della circoncisione del Signore il 1º gennaio come festa di precetto, celebrando la solennità di Maria Santissima Madre di Dio la VI domenica di Avvento con l'appellativo di Divina Maternità della Beata Vergine Maria.

Chiesa d'Inghilterra[modifica | modifica sorgente]

Il Libro della preghiera comune riporta questo giorno come Circoncisione di Cristo. La nuova liturgia osserva questo giorno come Nomina e Circoncisione di Gesù.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Luke 2:21 (King James Version) "Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome GESU', come era stato chiamato dall'angelo pria che fosse concepito nel grembo"
  2. ^ Joseph Ratzinger, L'infanzia di Gesù, 2012
  3. ^ Catholic Encyclopedia: Feast of the Circumcision
  4. ^ Greek Orthodox Archdiocese calendar of Holy Days
  5. ^ Russian Orthodox Church, Patriarchate of Moscow
  6. ^ Liguorian, luglio-Agosto 2007

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]