Mormonismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la corrente maggioritaria, vedi Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni.
Joseph Smith in un ritratto del 1842.

Il mormonismo è una confessione religiosa fondata da Joseph Smith[1].

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il termine mormonismo (e derivati: il sostantivo e aggettivo mormone[2]) derivano da Mormon, nome del profeta a cui è attribuito il Libro di Mormon, testo che Joseph Smith pubblicò nel marzo del 1830 dichiarando di averlo tradotto in inglese da una antica e sconosciuta lingua. L'epiteto di "mormone" fu coniato e utilizzato in maniera spregiativa dai primi detrattori del nuovo movimento religioso "restaurato" da Smith.

In seguito, l'appellativo fu ufficiosamente accettato dai fedeli del nuovo movimento e ritenuto non più offensivo. Lo stesso Joseph Smith asserì che non c'era nulla di cui vergognarsi nell'appellativo 'mormone'. Spiegò l’etimologia del nome di persona “Mormon”, affermando che derivava da "mor-mon", nome composto di origine egizia che significa “più buono”.[3]

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le origini[modifica | modifica sorgente]

Joseph Smith dichiarò di aver visto due "personaggi" nella primavera del 1820, uno dei quali indicò l'altro dicendo: "Questo è il mio beneamato figliolo. Ascoltalo!". I mormoni insegnano che in questa Prima Visione apparvero a Joseph Smith Dio Padre e Gesù Cristo.

In seguito a diverse visioni angeliche, il 6 aprile 1830 in Fayette (New York), nella casa di Peter Whitmer Sr., Joseph Smith insieme ad altre cinque persone organizzò ufficialmente, secondo le leggi dello Stato, la Chiesa di Cristo (ingl. Church of Christ). Il 3 maggio 1834 il nome mutò in Chiesa dei Santi degli Ultimi Giorni (ingl. Church of Latter-day Saints). Il 26 aprile 1838 a seguito di una rivelazione divina, il nome ufficiale divenne Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni (ingl. Church of Jesus Christ of Latter-day Saints).[4].

Fino alla morte di Smith, esistette sostanzialmente una sola organizzazione religiosa mormone, benché non siano mancati dei piccoli scismi. Si trattò, tuttavia, di gruppi con poche decine di affiliati che non durarono più di qualche anno. Dopo la morte di Joseph Smith il successore fu Brigham Young.

Migrazione della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni in Utah e colonizzazione dell'ovest degli USA[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Pionieri mormoni.
Mappa che mostra l'esodo verso ovest della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni tra il 1846 e il 1869. Sono mostrate anche una porzione dell'itinerario seguito dal Battaglione mormone e il percorso verso il Mormon Trail seguito dalle compagnie con carretto a mano. * Linea blu = Mormon Trail * Pallini rossi = Principali insediamenti della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni * Pallini blu = altre località

Sotto la direzione di Brigham Young, i capi della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni pianificarono di lasciare Nauvoo nell'aprile 1846, ma in mezzo ai pericoli della milizia statale, furono costretti ad attraversare il fiume Mississippi nel freddo di febbraio. Alla fine lasciarono i confini degli Stati Uniti d'America per quello che è ora l'Utah dove fondarono Salt Lake City.

I gruppi che lasciarono l'Illinois per lo Utah divennero conosciuti come i Pionieri mormoni (Mormon Pioneers) e realizzarono un percorso per Salt Lake City conosciuto come Mormon Trail (Sentiero mormone). L'arrivo degli originali Pionieri mormoni nella Salt Lake Valley il 24 luglio 1847 è commemorato dalla Giornata del Pioniere, giorno festivo nello stato dello Utah.

Gruppi di convertiti dagli Stati Uniti d'America, Canada, Europa, e da altre parti, furono incoraggiati a radunarsi nello Utah nei decenni successivi. Sia l'originaria migrazione mormone sia le migrazioni dei convertiti successivi avvennero con molti sacrifici e un certo numero di morti.

Le posizioni dei maggiori insediamenti della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni in nord America prima del 1890. Sono incluse le principali città fondate da coloni della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, che successivamente abbandonarono la zona.

Pallino rosso = sede della Chiesa
Pallini blu = principali insediamenti della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni
Pallini viola = insediamenti della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni (abbandonati successivamente)
Pallino verde = Esistente comunità con significativa immigrazione della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni

Brigham Young organizzò una grande colonizzazione dell'America occidentale, con insediamenti mormoni che si estendevano dal Canada al Messico. Città notevoli che originarono dai primi insediamenti mormoni includono San Bernardino (California), Las Vegas (Nevada), e Mesa (Arizona).

Organizzazioni poligame[modifica | modifica sorgente]

Per oltre un quarantennio la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni praticò ufficialmente la poligamia. La pratica del matrimonio plurimo, che nasceva da esigenze religiose, venne interrotta definitivamente nel 1890 anno in cui, in seguito ad una rivelazione ricevuta dall’allora Presidente Wilford Woodruff, la Chiesa pubblicò una dichiarazione formale di rinuncia a tale pratica conosciuta come il Manifesto.[5] Dopo aver assunto questa posizione la Chiesa scomunicava coloro che non osservavano tale dictum.

Le organizzazioni poligame maggiori sono circa una decina e nessuno di questi gruppi, o dei loro aderenti, ha legami di nessuna natura con la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni.[6][7][8]

Questi gruppi poligami nacquero ad opera di Lorin C. Woolley che, al fine di promulgare uno stile di vita poligamo, durante gli anni venti del secolo scorso, lasciò la Chiesa mormone reclamando una separata linea di autorità sacerdotale. Dal gruppo scismatico condotto da Woolley traggono origine le diverse branche del fondamentalismo poligamo oggi esistenti.

Tra questi gruppi il più noto e numeroso è The Fundamentalist Church of Jesus Christ of Latter Day Saints (FLDS Church) (Chiesa fondamentalista di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni). Ha sede in Hildale, Utah al confine meridionale con l’Arizona e si stima abbia tra i 6 000 e i 10 000 fedeli. In questa comunità la poligamia ammette, generalmente, fino a sette mogli. Nel 2007 il capo di tale gruppo, Warren Jeffs, fu condannato per bigamia e abusi sessuali.Poligame significa "molte nozze",ma in nessuna religione che ammette la poligamia,la donna può avere più uomini.

Il termine "mormonismo"[modifica | modifica sorgente]

Il tempio di Salt Lake City, Utah, è il più noto edificio religioso della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni

Tra i mormoni il termine utilizzato per definirsi, in quanto gruppo religioso, è sempre stato quello di "santi" o di "santi degli ultimi giorni". Invece, in riferimento al pensiero religioso e dottrinale della Chiesa, sono sempre preferiti i termini "vangelo" e "vangelo restaurato", anche se è comune l’uso del termine "mormonismo" quando si fa riferimento agli aspetti più meramente culturali e filosofici della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni.

Comunque, diverse denominazioni minori, inclusi gruppi di poligami, usano autodefinirsi mormoni, nonostante la contrarietà in tal senso della Chiesa mormone di Salt Lake City. Mentre, d'altra parte, molte altre denominazioni rigettano, per sé stessi, la qualificazione di mormonismo, o mormone.

In Italia, la dicitura "santi degli ultimi giorni", e il corrispondente acronimo "SUG", stenta ancora ad affermarsi al di fuori della comunità mormone.

Le indicazioni ai mass media dei manuali di stile ufficiali[modifica | modifica sorgente]

La Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni ha pubblicato, nel suo sito ufficiale, una guida di stile rivolta in particolare ai mass media, per un accurato utilizzo del nome della Chiesa e del termine mormonismo e mormone.[9]

  • Per quanto riguarda il nome ufficiale della Chiesa, si afferma che sin dal 1838 questo è stato "Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni" ( (EN) - The Church of Jesus Christ of Latter-day Saints), ricevuto per rivelazione divina da Joseph Smith. L’appellativo "Chiesa mormone", per quanto associato da sempre alla Chiesa, non è un titolo autorizzato e se ne scoraggia l’uso. Per un'abbreviazione del nome della Chiesa, si incoraggia l’uso di termini quali la "Chiesa" o la "Chiesa di Gesù Cristo".
  • Quando ci si riferisce ai fedeli della chiesa il termine "santi degli ultimi giorni" è da preferirsi, benché sia accettabile l’appellativo "mormoni".
  • L’uso del termine "mormone" (e della sua forma plurale) è corretto all’interno di locuzioni quali, ad esempio, il "coro del tabernacolo mormone", "carovana mormone", “templi mormoni”, o "pionieri mormoni".
  • Il termine "mormonismo" è accettabile quando è utilizzato per descrivere la summa della dottrina, cultura e stile di vita, peculiare della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni.
  • Quando ci si riferisce ad organizzazioni che praticano la poligamia le espressioni "mormoni", "mormoni fondamentalisti", "mormoni dissidenti" ecc. non sono accurate, in quanto questi gruppi e suoi aderenti non hanno nessuna affiliazione con la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni. Pertanto dovrebbero essere sostituite con espressioni quali "poligami", "organizzazioni poligame" ecc.[10][6][7]

In merito a ciò anche il manuale di stile della maggiore agenzia di stampa del mondo, la Associated Press, afferma che, eccetto per la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, non è corretto l’utilizzo del termine "mormone" per denominare altre chiese originate dallo scisma occorso in seguito alla morte di Joseph Smith.[11]

Credenze e dottrine[modifica | modifica sorgente]

Secondo il Libro di Mormon, Gesù visitò nativi americani dopo la sua resurrezione.[12] Il libro del Terzo Nefi (capitolo 11) dal versetto 10 asserisce:

« 10. Ecco, io sono Gesù Cristo, di cui i profeti attestarono che sarebbe venuto nel mondo (...) 12. E avvenne che quando Gesù ebbe pronunciato queste parole, tutta la moltitudine cadde a terra; poiché si ricordarono che era stato profetizzato fra loro che Cristo si sarebbe manifestato a loro dopo la sua ascensione al cielo. (...) 14. Alzatevi e venite avanti verso di me, affinché possiate mettere le vostre mani nel mio fianco, e possiate sentire anche le impronte dei chiodi nelle mie mani e nei miei piedi; cosicché possiate sapere che io sono il Dio d'Israele e il Dio di tutta la terra, e che sono stato ucciso per i peccati del mondo. »
(3 Nefi 11[13])

Mormonismo e cristianità[modifica | modifica sorgente]

Nessuna confessione cristiana riconosce i Mormoni come cristiani. Infatti, i Mormoni non partecipano al Consiglio ecumenico delle Chiese e nel 2001 la Chiesa cattolica ha dichiarato nullo il battesimo mormone perché effettuato da una religione politeista.[14][15]

Secondo i mormoni della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, il mormonismo è la letterale restaurazione dell'originale chiesa al tempo di Gesù con la pienezza del suo vangelo. Tuttavia, dal punto di vista del trinitarianesimo,[16] il mormonismo si allontana significativamente dalla "corrente principale della cristianità".[17]

Un sondaggio del 2007 condotto dal Pew Research Center trovò che la maggioranza degli americani che formavano il campione del sondaggio sapeva poco o nulla dei mormoni.[18]

Confusione con altri gruppi religiosi[modifica | modifica sorgente]

Nella cultura popolare, i mormoni sono a volte confusi con altre confessioni religiose, pur non avendo con esse alcun legame. Non è, infatti, infrequente che vengano confusi con i quaccheri, i mennoniti, gli amish o i testimoni di Geova.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^
  2. ^ In italiano risulta antiquato l'aggettivo mormonico
  3. ^ Joseph Smith, Times and Seasons, 4:194; Teachings of the Prophet Joseph Smith, pp. 299-300.
  4. ^ Dottrina e Alleanze, 115:4
  5. ^ Dichiarazione ufficiale - 1, Dottrina e Alleanze
  6. ^ a b (EN) Reports of Polygamy Story Vary Across the World, LDS Neewsroom, 10 aprile 2008
  7. ^ a b (EN) Il seguente articolo illustra l'equivico che spesso si crea nei mezzi di informazione tra il mormonismo, o Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, e i gruppi poligami: Mormons have “fundamental” PR problem, FaithWorld, Reuters Blog, 10 aprile 2008
  8. ^ (EN) Newsroom, Polygamy Investigation, Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, 2008
  9. ^ (EN) Newsroom, Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, 2006.
  10. ^ (EN) In tal senso si veda lo stile seguito dai mezzi di informazione negli Stati Uniti:
    Texas Polygamy Raid May Pose Risk, New York Times, 12 aprile 2008;
    Polygamous sect child custody cases on tap, United Press International, 14 aprile 2008;
    Women return to Texas polygamist ranch, CNN, 2008;
    Mothers of sect children forced to leave, USA Today, 14 aprile 2008;
    Arrest Made at Texas Compound In Underage Marriage Probe, The Wall Street Journal, 7 aprile 2008
  11. ^ (EN) Newsroom, Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni, 2006.
  12. ^ Diane E. Wirth, Quetzalcoatl, the Maya Maize God, and Jesus Christ - Diane E. Wirth - Journal of Book of Mormon Studies - Volume 11 - Issue 1, Maxwellinstitute.byu.edu, 08/07/1993. URL consultato il 18/06/2013.
  13. ^ 3 Nefi 11, Lds.org, 2010. URL consultato il 18/06/2013.
  14. ^ Sandro Magister, Mormone, il tuo Dio è un oriundo, L'espresso, 17 luglio 2001. URL consultato il 28 settembre 2013.
  15. ^ Congregazione per la Dottrina della Fede, La questione della validità del battesimo conferito nella Chiesa di Gesù Cristo dei Santi dell'ultimo giorno, L'Osservatore Romano, 16 luglio 2001. URL consultato il 28 settembre 2013.
  16. ^ Cristianità "traditionale" o "storica" sono usati in questa parte di articolo per riferirsi a un consenso di ortodossia trinitariana che è generalmente costante in un'ampia varietà di differenti tradizioni, inclusi molti gruppi protestanti che solitamente non si riferiscono alla propria dottrina come "traditionale" ma piuttosto come "biblica" senza badare alla tradizione. Queste tradizioni ecclesiali separate differiscono l'una dall'altra in modi significanti, ma differiscono in modo simile dal mormonismo.
  17. ^ La Chiesa cattolica e le Chiese ortodosse rivendicano di rappresentare la cristianità apostolica, ortodossa -non esclusivamente, ma nel suo più pieno e visibile senso. Una comparazione della crisitianità dei Santi degli Ultimi Giorni con la "crisitianità della corrente principale" implicherebbe similarità e contrasti in queste rivendicazioni istituzionali - benché non tutte le "Chiese della corrente principale" facciano simili rivendicazioni. Tuttavia una comparazione con la "crisitianità della corrente principale" come tale, non è una comparazione simmetrica di istituzioni di religione ma di un più ampio consenso di ortodossia trinitariana, come differisce dagli insegnamenti ufficiali dei Santi degli ultimi giorni. Pertanto, una così asimmetrica comparazione contrasta con due concezioni di come la cristianità è definita e praticata, in ampi e inclusivi termini da una parte e insegnamenti specifici e ufficiali dei Santi degli ultimi giorni dall'altra. Ciò lascia meno adeguatamente trattato come il Mormonismo si compari alla Chiesa cattolica, Ortodossia orientale, o ogni particolare istituzione di Protestantesimo confessionale o liberale; ma lasciato non trattato è inoltre come la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni non è rappresentativa di altre, meno note, denominazioni affini ai Santi degli ultimi giorni.
  18. ^ Vedi per esempio http://www.religionnewsblog.com/19478/religion-poll-2

Mormoni sono anche le vittime del libro "Lo studio in rosso" di sir Arthur Conan Doyle.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Sasha Carnevali, Welcome to Mollywood: un'industria dello Utah: il cinema dei mormoni, "Film D.O.C.", settembre-ottobre 2008, 79, 15.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • La carovana dei mormoni (1950)[Wagon Master, USA, 1950, Western, durata 86', b/n]. Regia di John Ford. Con Ben Johnson, Joanne Dru, Ward Bond, Alan Mowbray, Jane Darwell.
  • L'altro lato del paradiso. Un film di Mitch Davis. Con Christopher Gorham, Anne Hathaway, Joe Folau, Miriama Smith, Nathaniel Lees. Drammatico, durata 113 min - USA 2001.
  • September Dawn. Un film di Christopher Cain. Con Jon Voight, Trent Ford, Tamara Hope, Jon Gries, Taylor Handley, Huntley Ritter, Krisinda Cain, Shaun Johnston, Lolita Davidovich, Dean Cain, Terence Stamp, Carter Burns. Drammatico, durata 110 min - Canada 2006.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

religione Portale Religione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di religione