S.S. Lazio Calcio a 5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Lazio Calcio a 5" rimanda qui. Se stai cercando la sezione di futsal femminile della S.S. Lazio, vedi S.S. Lazio Calcio a 5 Femminile.
ASD SS Lazio Calcio a 5
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Logo S.S. Lazio C5.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Celeste con aquila.svg Bianco e celeste
Simboli Aquila
Dati societari
Confederazione UEFA
Paese Italia Italia
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Città Roma
Fondazione 1996
Presidente Italia Luciano Chilelli
Allenatore Italia Gianfranco Angelini
Palmarès
ScudettoCoppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa ItaliaCoppa Italia
Scudetti 1
Trofei nazionali 4 Coppe Italia
Impianto
Pala GEMS
1 000 posti
Contatti
Via Francesco Gentile 135, 00173 - Roma
www.sslaziocalcioa5.it
Soccerball current event.svg Stagione in corso

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Società Sportiva Lazio Calcio a 5 è la sezione di calcio a 5 della Polisportiva S.S. Lazio. Dalla sua fondazione a oggi ha sempre militato nella massima serie.

Storia della squadra[modifica | modifica wikitesto]

È stata fondata nel 1996 a Roma, dopo l'acquisizione del titolo sportivo del Torrino Sporting Club, dai soci fondatori Roberto Sordini, Fabio Cragnotti e Fabio Quaglia. Nella prima stagione in serie A, 1996-97 concluse al terzo posto, nell'anno successivo invece conquista Scudetto e Coppa Italia. Nel 1998-99 riesce ad arrivare alla finale dell'European Champions Tournament (progenitrice della Coppa UEFA), ma è sconfitta in finale dalla Dina Mosca. La vittoria della seconda Coppa Italia e, nel settore giovanile, del campionato Juniores, addolcirono il finale di stagione.

Nel 2000-01 esce di scena il socio Roberto Sordini, mentre nel 2002-03 la Lazio vince la sua terza Coppa Italia. L'anno successivo giunge undicesima in campionato ed è costretta a disputare i play-out per la permanenza in Serie A. Sconfitta nel derby dalla Brillante Roma retrocede in Serie A2 ma è ripescata nella massima serie in seguito alla rinuncia del San Paolo Pisa.

Nella stagione 2005-06 avviene la fusione con il Genzano Calcio a 5. Nel 2006-07 avviene un'altra fusione con il Nepi Calcio a 5 e la denominazione della squadra fu S.S. Lazio Nepi Calcio a 5. Arrivò in questa stagione la sconfitta nella finale scudetto contro la Luparense dopo l'1-1 in cas ed il ritorno dove i veneti si sono imposti per 4-2, alla guida tecnica della squadra c'era Agenore Maurizi. A livello giovanile, però, la formazione Under 21 vinse lo scudetto, guidata da Daniele D'Orto, che l'anno successivo fu promosso alla guida della prima squadra. Nel 2007 avvenne nuova fusione, questa volta con la Polisportiva Forte Colleferro e la società prese il nome di A.S.D. Lazio Colleferro Calcio a 5. Con Antonio Pampanini, la squadra ottenne raggiunse la seminfinale sia in Campionato sia in Coppa Italia.

Nel giugno del 2009 avviene una seconda fusione con il rinato Torrino e la denominazione diventa T.S.C. Lazio Calcio a 5. Nell'estate del 2010 la società è acquistata dal gruppo Montemurro che mette in atto un'importante operazione di riappropriazione dell'identità sportiva: si ritorna a giocare a Roma e all'originaria denominazione Società Sportiva Lazio Calcio a 5[1].

Il nuovo presidente Andrea Montemurro crea per la stagione 2010-2011 una squadra fortemente orientata alla vittoria. La Lazio ha vinto, così, la Coppa Italia 2011 battendo la Luparense (3-1) ai Quarti, il Montesilvano (1-0) in semifinale ed il 13 marzo 2011 la Marca Futsal (3-2) in finale.

Nella stagione 2011-2012 cambia la presidenza, Andrea Montemurro si dimette e Antonio Mennella prende il suo posto. Dopo una prima stagione in cui si raggiungono le semifinali di Coppa Italia e dei play off Scudetto, il 2012 -2013 è povero di risultati sporti. La stagione 2013-2014, vede invece protagonista la Lazio Calcio a 5, con la partecipazione alla finale di Coppa Italia, la semifinale Scudetto e la vittoria del Tricolore nel campionato Under 21.

A maggio 2014 e precisamente il 26, dopo mesi di trattative, nasce la nuova S.S. Lazio Calcio a 5, con la sigla dell’accordo di cessione della società, Daniele Chilelli viene nominato presidente, Raffaele Pandalone Vice Presidente e Pierpaolo Persici assume la carica di Amministratore della società che gestirà il Pala GEMS, di proprietà della società. Una proprietà giovane, determinata e con molto entusiasmo unito ad un alto tasso di lazialità rappresenterà la garanzia di questo gruppo di lavoro.

Alla prima stagione della gestione Chilelli - 2014/2015 -, con Massimiliano Mannino in panchina (grande esperienza da giocatore ma esordiente in Serie A da allenatore), la nuova Lazio stupisce tutti chiudendo il girone di andata in vetta alla classifica ed entrando quindi a pieno titolo in Final Eight di Coppa Italia. La Società è però costretta ad un paio di cessioni importanti come Duarte e Salas, corre ai ripari con l'acquisto di un campione come De Bail che però salterà per infortunio un discreto numero di gare, tra cui proprio quelle della Final Eight, in cui la squadra viene sconfitta in semifinale dall'Asti. L'ottavo posto finale in campionato dà comunque diritto alla partecipazione ai playoff Scudetto, ma nei quarti di finale contro la Luparense sono i veneti a conquistare il passaggio del turno.

Nell'estate 2015, quindi, la proprietà mette in atto una vera e propria rivoluzione, modificando l'assetto societario (Luciano Chilelli assume la carica di Presidente mentre Pandalone esce dal gruppo dirigenziale), parte dello staff tecnico (su tutti, saluta la Lazio Alessandro Arpinelli, preparatore dei portieri dalla lunghissima militanza) e soprattutto, la squadra, cambiata nella quasi totalità e composta per lo più da giocatori esordienti in Serie A, scelti tra i migliori della Serie A2, carichi di tanta voglia di emergere nella massima categoria italiana. In panchina c'è sempre Massimiliano Mannino, al suo secondo anno in Serie A. Alla fine di un durissimo campionato, la Lazio è condannata ai playout. Il doppio confronto con il Napoli non premia i biancocelesti costretti a retrocedere. Contemporaneamente, il 2015 è l'anno della nascita della prima squadra femminile ufficiale della S.S. Lazio C5. Alla prima stagione, nata sulle fondamenta de L'Acquedotto, la formazione rosa della Lazio vola fino alla finale di Coppa Italia, venendo sconfitta però dall'Isolotto. In campionato le biancocelesti non riescono invece a centrare i playoff. La nota più lieta della stagione è la vittoria di un altro titolo, quello della Juniores femminile, che si laurea campione d'Italia. A fine anno nel maschile la voglia di risalire è immediata e tramite la richiesta di ripescaggio, la Lazio ritrova immediatamente la Serie A. La squadra viene profondamente rinnovata, puntando su grandi campioni. Anche con la femminile viene attuata una piccola rivoluzione, con tanti nuovi importanti innesti e rinnovate ambizioni di successo.

La stagione 2016/2017 vede la Serie A maschile raggiungere una salvezza anticipata al termine di una stagione durissima, ma che ha nella permanenza di categoria il punto di massima felicità. Decisiva la vittoria in casa del Kaos nel girone di ritorno ed il successo a tavolino col Pescara. Al tempo stesso, invece, annata non brillante per l'Elite femminile. I maggiori successi, però, arrivano ancora una volta dalle giovanili: i Giovanissimi si prendono lo scudetto, gli Allievi si fermano solo in finale regionale, la Juniores di Reali arriva ad un soffio dal tricolore, battuta 1-0 dal Napoli nella finale scudetto. Chi si cuce il biancorossoverde sul petto è l'U18 femminile che, per il secondo anno consecutivo, vince il titolo italiano.

Il 2017/2018, attualmente in corso, è l'anno di un'altra rivoluzione. Dopo tre anni Mannino saluta la Lazio ed al suo posto la società annuncia l'arrivo di Gianfranco "Ciccio" Angelini. Grandi cambiamenti anche nella femminile, con la rosa profondamente rinnovata: si dà addio ad alcune giocatrici storiche per far posto a nuove figure, fra tutti spicca l'arrivo del pallone d'oro 2013 Lucileia.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della S.S. Lazio C5
  • 1996 · Acquisizione del titolo sportivo del Torrino e fondazione della S.S. Lazio C5.
  • 1996-97 · 3ª in Serie A.
3ª nei play-off.
Finalista di Coppa Italia.
  • 1997-98 · 2ª in Serie A. Scudetto.svg Campione d'Italia (1º titolo).
Coccarda Coppa Italia.svg Vincitrice della Coppa Italia (1º titolo).
Quarti di finale play-off
Coccarda Coppa Italia.svg Vincitrice della Coppa Italia (2º titolo).
Sconfitta in Supercoppa italiana.
Finalista di European Champions Tournament
Finalista play-off.
Semifinalista di Coppa Italia.

1º turno play-off.
Quarti di finale di Coppa Italia.
Semifinalista play-off.
Ottavi di finale di Coppa Italia.
Finalista play-off.
Coccarda Coppa Italia.svg Vincitrice della Coppa Italia (3º titolo).
  • 2003 · Fusione con la CVM Lazio Deas.
Assume la denominazione CVM Lazio C5.
  • 2003-04 · 11ª in Serie A. Retrocessa in Serie A2, viene ripescata
Sconfitta nei play-out dalla Brillante Roma.
Sconfitta in Supercoppa italiana.
Quarti di finale play-off.
Quarti di finale play-off.
Semifinalista di Coppa Italia.
  • 2006 · Fusione con il Nepi.
Assume la denominazione Lazio Nepi.
Finalista play-off.
Quarti di finale di Coppa Italia.
  • 2007 · Fusione con l'Ariccia Colleferro.
Assume la denominazione Lazio Colleferro.
Semifinalista play-off.
Semifinalista di Coppa Italia.
1º turno play-off.
Assume la denominazione T.S.C. Lazio.
Quarti di finale play-off.
Quarti di finale di Coppa Italia.

  • 2010 · Ritorno alla denominazione S.S. Lazio C5.
  • 2010-11 · 3ª in Serie A.
Quarti di finale play-off.
Coccarda Coppa Italia.svg Vincitrice della Coppa Italia (4º titolo).
Semifinalista play-off.
Semifinalista di Coppa Italia.
Sconfitta in Supercoppa italiana.
Quarti di finale play-off.
Quarti di finale di Coppa Italia.
Semifinalista play-off.
2ª fase di Winter Cup.
Finalista di Coppa Italia.
Quarti di finale play-off.
2ª fase di Winter Cup.
Semifinalista di Coppa Italia.
  • 2015 · Incorpora L'Acquedotto C5.
  • 2015-16 · 11ª in Serie A. Retrocessa in Serie A2, viene ripescata.
Sconfitta nei play-out contro il Napoli.
1ª fase di Winter Cup.
  • 2017-18 · Disputa il campionato di Serie A.
2º turno della Coppa della Divisione.

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione
Serie A 22 1996-1997 2017-18

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori storici della S.S. Lazio Calcio a 5 sono il bianco e il celeste.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Il simbolo della S.S. Lazio è l'Aquila, scelta in quanto emblema di potenza, vittoria e prosperità.

Inno[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'entrata in campo della S.S. Lazio Calcio a 5, viene diffuso l'inno "Inno alla Lazio - Sò già du ore", scritto ed interpretato dal cantautore romano Aldo Donati.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Palazzetto[modifica | modifica wikitesto]

La S.S. Lazio Calcio a 5 gioca le partite interne presso il PalaGEMS di Roma[2].

Centro di allenamento[modifica | modifica wikitesto]

La prima squadra svolge le sedute di allenamento sempre presso il PalaGEMS.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della Società Sportiva Lazio.svg
Staff dell'area amministrativa
  • Presidente: Luciano Chilelli
  • Consigliere: Pierpaolo Persici
  • Direttore Generale: Flavio Bomarsi

[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della Società Sportiva Lazio.svg
Cronologia degli sponsor tecnici
  • 2009-2011 Legea
  • 2011-oggi Gems
Stemma della Società Sportiva Lazio.svg
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • 2009-2010 Barani group
  • 2010-2011 Gruppo Montemurro
  • 2011-2014 Alphaformazione
  • 2014-2015 Veratour
  • 2015-2016 Intercart
  • 2016-oggi YouGO

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

2006-07, 2013-14
2014-15
2014

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: S.S. Lazio Calcio a 5 2017-2018.
Naz. Ruolo Sportivo Anno
2 Brasile POR Laion De Freitas 28.05.89
3 BrasileItalia POR Urjel Liistro 30.09.95
4 Italia LAT Daniele Gattarelli 16.08.91
5 Spagna LAT Pichí 08.10.90
7 Italia LAT Giuliano Fortini Captain sports.svg 08.09.96
8 Brasile LAT Gedson 05.12.91
9 Italia PIV Daniele Chilelli 11.11.83
10 Brasile LAT Pelezinho 26.02.96
11 BrasileItalia DIF Rafael Tosta 02.04.85
19 Italia PIV Tiziano Chilelli 28.06.94
21 Slovenia LAT Dejan Bizjak 21.04.88

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della Società Sportiva Lazio.svg
Staff dell'area tecnica
  • Direttore Sportivo: Adriano Branca
  • Team Manager Enrico Segantini
  • Allenatore 1ª squadra: Gianfranco Angelini
  • Vice allenatore: Fabrizio Reali
  • Preparatore dei portieri: Massimo Rinaldi

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]