Coppa Italia 2013-2014 (calcio a 5)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa Italia 2013-2014
Final Eight 2014 di Coppa Italia
Logo della competizione
Competizione Coppa Italia
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione 29ª
Organizzatore Divisione Calcio a 5
Date dal 13 marzo 2014
al 15 marzo 2014
Luogo Italia Italia
Partecipanti 8
Impianto/i Palasport Giovanni Paolo II, Pescara
Sito web http://www.finaleight2014.com
Risultati
Vincitore Acqua e Sapone
(1º titolo)
Secondo Lazio
Statistiche
Miglior giocatore Portogallo Leitão
Miglior marcatore Italia Bacaro (4)
Miglior portiere Italia Mammarella
Incontri disputati 7
Gol segnati 40 (5,71 per incontro)
A&S Coppa Italia 2014.jpg
I giocatori dell'A&S festeggiano la vittoria
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2012-2013 2014-2015 Right arrow.svg

La 29ª edizione della Coppa Italia di calcio a 5, l'undicesima disputata con la formula final eight, si è svolta dal 13 al 16 marzo 2014 a Pescara presso il Palasport Giovanni Paolo II[1]. Tutti gli incontri della manifestazione sono state trasmesse sui canali Rai Sport 1 e Rai Sport 2. Anche per quest'anno è stato confermato l'abbinamento tra la Coppa Italia di Serie A e quelle di Serie A femminile e Under 21, disputate però al PalaRoma della vicina Montesilvano. Il sorteggio delle tre competizioni è stato effettuato lunedì 24 febbraio presso la sala Consiliare del Comune di Pescara alla presenza di Márcio Forte (Real Rieti Calcio a 5), Murilo Ferreira (Acqua e Sapone Calcio a 5) e Luciléia (S.S. Lazio Calcio a 5 Femminile)[2].

Formula[3][modifica | modifica wikitesto]

Le prime otto classificate dopo il girone di andata sono raggruppate in due gruppi: nel gruppo A ci sono le prime quattro della classifica dopo il girone di andata mentre, nel gruppo B, quelle dal quinto all'ottavo posto. Nei quarti di finale, si affrontano una squadra del gruppo A ed una del gruppo B in una gara unica. Le vincenti accedono alle semifinale e poi alla finale per il primo posto, anch'esse in gara unica. La vincitrice della finale si aggiudica il trofeo. La formula prevede che in tutte le gare, esclusa la finale, in caso di parità dopo i tempi regolamentari la vittoria verrà assegnata direttamente ai tiri di rigore. Nella finale, invece, in caso di parità dopo i 40' si svolgeranno due tempi supplementari di 5 minuti ciascuno. In caso di ulteriore parità al termine degli stessi, la coppa verrà assegnerà dopo i tiri di rigore.

Squadre qualificate[modifica | modifica wikitesto]

In seguito alla rinuncia della Marca Futsal a prendere parte alla manifestazione, la Divisione Calcio a 5 ha ratificato l'ammissione della società Napoli Calcio a 5, giunta nona al termine del girone di andata[4]; in conseguenza di ciò la società L.C. Five Martina, giunta quinta, è stata inserita tra le teste di serie.

Il Palasport “Giovanni Paolo II” durante la manifestazione
Gruppo A Gruppo B
1 Asti 6 Kaos
3 Acqua e Sapone 7 Real Rieti
4 Luparense 8 Lazio
5 LCF Martina 9 Napoli

Il Palazzetto[modifica | modifica wikitesto]

La manifestazione si è giocata per la seconda edizione consecutiva presso il Palasport Giovanni Paolo II di Pescara. Il palazzetto può accogliere circa 2.500 persone a sedere. Per la quarta edizione il fondo di gioco è costituito da un parquet smontabile di colore nero fornito dalla ditta Della Riva, sponsor della Divisione Calcio a 5.

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Quarti di finale
Semifinali
Finale
                           
  Giovedì 13 marzo
   Luparense (dcr) 1(5)  
   Real Rieti 1(3)     Sabato 15 marzo
     Luparense 2  
     Lazio 4  
   Asti 2
   Lazio 7     Domenica 16 marzo
     Lazio 1
      Coccarda Coppa Italia.svg  Acqua e Sapone 3
   LCF Martina 3  
   Napoli 4    
     Napoli 2
     Acqua e Sapone 3  
   Acqua e Sapone 4
   Kaos 3  

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le otto squadre classificate si incontreranno in gare di sola andata. Risulteranno qualificate alla semifinali le quattro squadre che nei rispettivi incontri avranno segnato il maggior numero di reti. In caso di parità, al termine dei tempi regolamentari, si procederà direttamente ai tiri di rigore.


Pescara
13 marzo 2014, ore 11:00 CET
Luparense1 – 1[5]
(1-1)
referto
Real RietiPalasport Giovanni Paolo II
Arbitri:  Andrea Sabatini (Bologna)
Leonardo Balli (Prato)
Filippo Ragalà (Bologna)
Crono:  Fabrizio Burattoni (Lugo di Romagna)

Pescara
13 marzo 2014, ore 15:30 CET
Asti2 – 7[5]
(1-3)
referto
LazioPalasport Giovanni Paolo II
Arbitri:  Fabio Gelonese (Milano)
Andrea Giada (Mestre)
Francesco Scarpelli (Padova)
Crono:  Leonardo Gaetani (Pescara)

Pescara
13 marzo 2014, ore 18:00 CET
LCF Martina3 – 4[5]
(1-2)
referto
NapoliPalasport Giovanni Paolo II
Arbitri:  Mauro Albertini (Ascoli Piceno)
Giancarlo Lombardi (Roma 1)
Gaudenzio Raffaelli (Terni)
Crono:  Gaspare Maurici (Prato)

Pescara
13 marzo 2014, ore 20:30 CET
Acqua e Sapone4 – 3[5]
(2-2)
referto
KaosPalasport Giovanni Paolo II
Arbitri:  Gianmichele Frasconi (Olbia)
Rocco De Francesco (Bari)
Carmelo Loddo (Reggio Calabria)
Crono:  Vincenzo Francese (Battipaglia)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Le quattro squadre classificate si incontreranno in gare di sola andata. Risulteranno qualificate alla finale le due squadre che nei rispettivi incontri avranno segnato il maggior numero di reti. In caso di parità, al termine dei tempi regolamentari, si procederà alla effettuazione dei tiri di rigore.


Pescara
15 marzo 2014, ore 18:00 CET
Luparense2 – 4
(1-0)
referto
LazioPalasport Giovanni Paolo II
Arbitri:  Nicola Manzione (Salerno)
Giacomo De Varti (Foggia)
Francesco Nitti (Barletta)
Crono:  Maurizio Vecchione (Terni)

Pescara
15 marzo 2014, ore 20:30 CET
Napoli2 – 3
(1-0)
referto
Acqua e SaponePalasport Giovanni Paolo II
Arbitri:  Alessandro Malfer (Rovereto)
Stefano Lena (Treviso)
Vincenzo Giannantonio (Campobasso)
Crono:  Francesco Cirillo (Rovereto)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Risulterà vincitrice della Coppa Italia di Serie A stagione sportiva 2013/2014 la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti. In caso di parità, al termine dei tempi regolamentari, si effettueranno due tempi supplementari della durata di 5 minuti ciascuno. In caso di ulteriore parità si procederà alla effettuazione dei tiri di rigore.


Pescara
16 marzo 2014, ore 19:30 CET
Lazio1 – 3[6]
(0-0)
referto
Acqua e SaponePalasport Giovanni Paolo II
Arbitri:  Domenico Daidone (Trapani)
Angelo Galante (Ancona)
Daniele Di Resta (Roma 2)
Crono:  Vincenzo Messina (Vasto)

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
4 Italia Vinícius Bacaro Lazio
3 Italia Fabricio Calderolli Acqua e Sapone
3 Brasile Dimas Lazio
2 Spagna Héctor Albadalejo Lazio
2 Portogallo Evandro Napoli
2 Italia Murilo Ferreira Acqua e Sapone
2 Portogallo Fernando Leitão Acqua e Sapone
2 Brasile Paulinho da Silva Lazio
1 Argentina Esteban Arellano LCF Martina
1 Brasile Bico Pelentir Napoli
1 Brasile Caio LCF Martina
1 Brasile Luiz Paulo Caetano Acqua e Sapone
1 Italia Mauro Canal Luparense
1 Italia Ricardo Caputo Luparense
Gol Giocatore Squadra
1 Italia Diego Cavinato Asti
1 Brasile Chaguinha Acqua e Sapone
1 Italia Wellington Coco Kaos
1 Brasile Manoel Crema Real Rieti
1 Argentina Leandro Cuzzolino Acqua e Sapone
1 Italia Júlio De Oliveira Asti
1 Brasile Jader Fornari Napoli
1 Argentina Lucho González Napoli
1 Italia Humberto Honorio Luparense
1 Italia Kaká Kaos
1 Italia Francesco Molitierno Lazio
1 Brasile Noro Napoli
1 Brasile Giovani Pedotti Kaos
1 Brasile Paulinho Pinto LCF Martina

Premi[7][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio