Serie A 1996-1997 (calcio a 5)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A 1996-1997
Competizione Serie A
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione 14ª (8ª di Serie A)
Organizzatore Divisione Calcio a 5
Date dal 7 settembre 1996
al 1º luglio 1997
Luogo Italia Italia
Partecipanti 18
Risultati
Vincitore BNL Roma
(4º titolo)
Secondo Milano
Terzo Lazio
Quarto Torino
Retrocessioni Aosta
Marino
Roma
Villa Marchesa
Statistiche
Miglior marcatore Italia Roberto Matranga (52)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1995-1996 1997-1998 Right arrow.svg

La Serie A 1998-1999 è stata la 14ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio a 5 e la 8ª di Serie A. Rispetto alla precedente edizione, è cambiato il regolamento dei play-off: nella prima fase, le squadre classificatesi tra la 7ª e la 10ª posizione affrontano, in gara secca e su campo neutro, le vincitrici dei quattro gironi di Serie B. Le vincenti si affrontano tra loro, sempre in gara secca e su campo neutro, per determinare le due squadre che parteciperanno alla seconda fase dei play-off, articolati in gare di andata e ritorno. Nel primo turno le vincenti della prima fase affrontano la 5ª e 6ª classificata. Le vincenti di questi due confronti si scontrano con la 3ª e 4ª classificata. Nella fase finale, organizzata al Foro Italico a Roma dal 26 giugno al 1º luglio 1997, le vincenti dei turni precedenti affrontano in semifinale la 1ª e la 2ª classificata, qualificate di diritto. A differenza delle semifinali, la finale è disputata al meglio delle due gare[1].

La stagione conferma la superiorità delle squadre romane ma questa forza appare logorata da due formazioni che rappresentano le grandi città del Nord: Milano e Torino, seppure distanziate dalla capolista BNL, concludono la stagione regolare al secondo e terzo posto. Il cammino delle due pretendenti si incrocia in semifinale; per la prima volta dall'istituzione della Serie A e a nove stagioni di distanza dall'unico precedente assoluto rappresentato dal Millefonti Torino (1987-88), una squadra non romana raggiunge la finale scudetto[2]. La vittoria sarà tuttavia appannaggio dei bancari di Piero Gialli, che si confermano per la quarta volta campioni d'Italia.

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. BNL Roma 84 34 26 6 2 198 106 +92
Noatunloopsong.png 2. Milano 77 34 24 5 5 174 97 +77
Noatunloopsong.png 3. Torino 73 34 23 4 7 155 99 +56
Noatunloopsong.png 4. Ladispoli 72 34 22 6 6 159 92 +67
Noatunloopsong.png 5. Lazio 70 34 21 7 6 160 115 +45
Noatunloopsong.png 6. Augusta 57 34 17 6 11 114 100 +14
Noatunloopsong.png 7. Academy Tours 54 34 16 6 12 99 90 +9
Noatunloopsong.png 8. Pescara 52 34 16 4 14 129 118 +11
Noatunloopsong.png 9. CUS Chieti 49 34 15 4 15 161 145 +16
Noatunloopsong.png 10. Città di Palermo 49 34 15 4 15 106 105 +1
11. Roma RCB 43 34 12 7 15 139 161 -22
12. Pro Ficuzza 38 34 10 8 16 119 148 -29
13. Atesina Verona 36 34 11 3 20 121 149 -28
14. Palmanova 34 34 9 7 18 134 126 +8
1downarrow red.svg 15. Roma[3] 28 34 8 5 21 130 179 -49
1downarrow red.svg 16. Aosta 21 34 6 3 25 103 191 -88
1downarrow red.svg 17. Marino 18 34 5 3 26 126 229 -103
1downarrow red.svg 18. Villa Marchesa 17 34 5 2 27 110 187 -77

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Scudetto.svg BNL Calcetto campione d'Italia 1996-1997
  • 1downarrow red.svg Villa Marchesa, Marino, Aosta e Roma retrocessi in Serie B 1997-98.
  • 2rightarrow (Nuvola colors).svg Academy Tours, Atesina e Ladispoli non iscritti al campionato successivo.

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Prima fase[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Genzano
7 giugno 1997
Petrarca4 – 3
(d.t.s.)
(2-2, 3-3, 3-3)
referto
Città di Palermo

Bologna
7 giugno 1997
Pescara5 – 2
(2-0)
referto
Jesina

Genzano
7 giugno 1997
Reggio1 – 7
(0-3)
referto
CUS Chieti

Genzano
7 giugno 1997
Pomezia4 – 1
(1-1)
referto
Academy Tours

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
11 giugno 1997
Petrarca2 – 3
(2-1)
referto
Pescara

Napoli
11 giugno 1997
Pomezia5 – 2
(2-2)
referto
CUS Chieti

Seconda fase[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]
Pescara
14 giugno 1997
Pescara2 – 2
(1-1)
referto
Lazio

Pomezia
14 giugno 1997
Pomezia2 – 0
(1-0)
referto
Augusta

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Bologna
17 giugno 1997
Lazio3 – 2
(0-0)
referto
Pescara

Augusta
17 giugno 1997
Augusta5 – 1
(d.t.s.)
(1-1, 3-1, 4-1)
referto
Pomezia

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]
Augusta
21 giugno 1997
Augusta0 – 3
(0-1)
referto
Torino

Roma
21 giugno 1997
Lazio6 – 6
(4-1)
referto
Ladispoli

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Torino
24 giugno 1997
Torino4 – 3
(2-2)
referto
Augusta

Ladispoli
24 giugno 1997
Ladispoli3 – 4
(1-2)
referto
Lazio

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]
Roma
26 giugno 1997, ore 20:00
Milano4 – 1
(1-0)
referto
TorinoForo Italico

Roma
26 giugno 1997, ore 22:00
BNL Roma5 – 3
referto
LazioForo Italico

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]
Roma
27 giugno 1997, ore 20:00
Torino3 – 1
(1-1)
referto
MilanoForo Italico

Roma
27 giugno 1997, ore 22:00
Lazio5 – 4
(3-3)
referto
BNL RomaForo Italico

Finale terzo posto[modifica | modifica wikitesto]

Roma
1 luglio 1997, ore 19:00
Torino1 – 3
referto
LazioForo Italico

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Roma
30 giugno 1997, ore 21:00
BNL Roma3 – 2
(2-1)
referto
MilanoForo Italico

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Roma
1 luglio 1997, ore 21:00
Milano2 – 4
(0-4)
referto
BNL RomaForo Italico
Arbitri:  Roberto Monti (Forlì)
Salvatore Racano (Matera)

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
52 Italia Roberto Matranga Ladispoli
36 Italia Stefano Esposito Lazio
36 Brasile Renato Lopes Atesina Verona
33 Italia Andrea Bearzi Milano
33 Italia Gianluca Cappellato Atesina Verona
33 Italia Ovidio Colucci Roma
33 Italia Andrea Ciocci Marino
Roma RCB

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]