Roberto Matranga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto Matranga
Nazionalità Italia Italia
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex pivot)
Ritirato 2003
Carriera
Squadre di club
1989-1990 non conosciuta Tennis 4
1990-1997 Ladispoli
1997-1998 Lazio
1998-2000 Genzano
2000-2002 Roma RCB
2002-2003 Nepi
Nazionale
Italia Italia
Carriera da allenatore
2005-2006 Nepi Vice
2006-2008 Lazio Colleferro Vice
2008-2010 Brillante Roma
2010-2011 Italia Italia Vice
2011-2012 Fiumicino
2015- Lido di Ostia
 

Roberto Matranga (Roma, 15 giugno 1969) è un allenatore di calcio a 5 ed ex giocatore di calcio a 5 italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

In passato è stato il pivot di importanti squadre del panorama nazionale e ha vestito la maglia azzurra. Ha cominciato a giocare a calcio all'età di 10 anni militando nelle file del Fregene, Valle Aurelia e Ladispoli. Nel 1989 è passato al calcio a 5, dove ha giocato inizialmente con il Tennis 4 (Serie A), un circolo sulla Nomentana. Nel 1990 ha vestito la maglia del Ladispoli (Serie A) dove ha vinto nel 1994 la Supercoppa italiana contro il Torrino e nella stagione 1996-97 il titolo di capocannoniere con 52 gol. L'anno dopo è andato alla Lazio e con i colori biancocelesti si è aggiudicato l'accoppiata scudetto e Coppa Italia. Doppio successo bissato anche con la maglia dell'Intercart Genzano nella stagione 1999-00, mentre nell'annata successiva ha centrato il terzo scudetto in quattro anni con la Roma Lamaro. È stato allenato da importanti tecnici del panorama del calcio a 5 internazionale come Colini, Maurizi, Ronconi e in Nazionale da Nuccorini. Con Nazionale di calcio a 5 dell'Italia ha partecipato a due edizioni del FIFA Futsal World Championship: nel 1992 ad Hong Kong dove gli azzurri sono stati eliminati al primo turno della manifestazione per mano di Paesi Bassi e Iran; e nel 1996 in Spagna dove sono approdati al secondo turno, eliminati da Russia e Spagna. Nel 1992 al torneo Internazionale di Mosca con Italia, Russia, Slovenia e Ucraina ha vinto il titolo di miglior giocatore della manifestazione insieme a Eremenko. Ha giocato numerose gare di beneficenza contro formazioni di calcio miste come Inter-Milan (con Maldini, Baresi, Rijkaard ecc.) ad Assago; come Roma-Lazio (con Conti, Giordano, Sosa ecc.) a Roma; e contro una selezione di giocatori brasiliani (Dunga, Aldair, Branco ecc.) a Forlì.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Conclusa la carriera da giocatore nel 2003 nel Nepi, è rimasto all'interno della società ricoprendo per due anni il ruolo di direttore sportivo. Nel 2005 ha iniziato ad allenare, prima come vice sulla panchina dello stesso Nepi, quindi Forte Colleferro e Lazio-Colleferro. La prima esperienza da capo allenatore è alla Brillante Roma in Serie A2. Nel luglio 2009 partecipa al Master di Coverciano, prendendo l'abilitazione di allenatore di 1º livello. Nel 2010-11 è vice di Roberto Menichelli sulla panchina della Nazionale di calcio a 5 dell'Italia mentre la stagione seguente allena il Fiumicino in Serie A, senza riuscire ad evitarne la retrocessione. Nel 2013 ritorna nei quadri dirigenziali della Lazio, mentre nel gennaio del 2015 è nominato allenatore del Lido di Ostia, traghettando i lidensi in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 1997-98
Genzano: 1999-00
Roma RCB: 2000-01
Lazio: 1998-99
Genzano: 2000-01
Ladispoli: 1994

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Torrino: 1996-97

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]