Serie A 2003-2004 (calcio a 5)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A 2003-2004
Serie A Enel 2003-2004
Competizione Serie A
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione 21ª (15ª di Serie A)
Organizzatore Divisione Calcio a 5
Date dal 12 settembre 2003
al 27 maggio 2004
Luogo Italia Italia
Partecipanti 14
Formula Girone all'italiana,
play-off e play-out
Risultati
Vincitore Arzignano
(1º titolo)
Secondo Perugia
Semi-finalisti Prato
Roma RCB
Retrocessioni CUS Chieti
Lazio
Napoli
Statistiche
Miglior marcatore Italia Eduardo Morgado (40)
Mappa C5 2003-2004.png
Distribuzione geografica delle squadre
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2002-2003 2004-2005 Right arrow.svg

Il campionato di Serie A 2003-2004 è stato il quindicesimo campionato di Serie A e la ventunesima manifestazione nazionale che assegnasse il titolo di campione d'Italia. La stagione regolare ha preso avvio il 12 settembre 2003 e si è conclusa il 17 aprile 2004, prolungandosi fino al 27 maggio con la disputa delle partite di spareggio. La stagione vide il tramonto dell'egemonia del Prato di Jesús Velasco, sopravanzato dalla compagine vicentina dell'Arzignano composto da giocatori di valore assoluto come il portiere Caio Farina, il bomber Fabrizio Amoroso ed il giovane Adriano Foglia, votato miglior giocatore del mondo l'anno precedente. Il campionato conferma la crescita del movimento italiano anche e soprattutto lontano dalla sua culla d'origine, ovvero Roma: le tre formazioni laziali giungono quarta, quinta ed ottava, mentre la sola Roma RCB riesce a qualificarsi per le semifinali scudetto. La finale è ad appannaggio dell'Arzignano e del sorprendente Perugia di Riccardo Gaucci, Danilo ed Edgar Bertoni: guidati da Massimo Ronconi (subentrato a stagione in corso a Giovanni Fasciano) eliminano in sequenza Reggio, Montesilvano ed i campioni uscenti del Prato, soccombendo però ai veneti in entrambe le gare di finale. In coda oltre al CUS Chieti e alla Lazio retrocede in Serie A2 anche il Napoli.

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Arzignano 54 26 16 6 4 133 76 +57
Vincitrice della Coppa Italia Noatunloopsong-1.png 2. Prato[1] 53 26 15 8 3 96 51 +45
Noatunloopsong-1.png 3. Montesilvano 53 26 16 5 5 107 68 +39
Noatunloopsong-1.png 4. Roma RCB 48 26 14 6 6 116 80 +36
Noatunloopsong.png 5. BNL Roma 43 26 12 7 7 97 62 +35
Noatunloopsong.png 6. Perugia 41 26 11 8 7 96 75 +21
Noatunloopsong.png 7. Luparense[1] 34 26 11 1 14 88 95 -7
Noatunloopsong.png 8. Genzano 34 26 10 4 12 71 79 -8
Noatunloopsong.png 9. Augusta[2] 31 26 9 5 12 88 79 +9
Noatunloopsong.png 10. Atletico Palermo 29 26 8 5 13 100 138 -38
1downarrow red.svg 11. Lazio 28 26 7 7 12 72 99 -27
Noatunloopsong-2.png 12. San Paolo Pisa 27 26 8 3 15 92 119 -27
1downarrow red.svg 13. CUS Chieti 26 26 7 5 14 67 82 -15
1downarrow red.svg 14. Napoli 9 26 3 0 23 42 154 -112

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

  • Scudetto.svg Arzignano campione d'Italia 2003-2004 e qualificato alla Coppa UEFA 2004-05.
  • Noatunloopsong-1.png Arzignano, Prato, Montesilvano e Roma RCB qualificate al secondo turno dei play-off.
  • Noatunloopsong.png Gruppo Sportivo BNL, Perugia, Luparense, Genzano, Augusta e Atletico Palermo qualificate al primo turno dei play-off.
  • Noatunloopsong.png Nepi e Reggio qualificati al primo turno dei play-off in quanto vincitrici della Serie A2.
  • 1downarrow red.svg Napoli retrocesso in Serie A2 2004-05.
  • CUS Chieti e, dopo i play-out, CVM Lazio retrocesse in Serie A2 ma successivamente ripescate.
  • Gruppo Sportivo BNL, Roma RCB e San Paolo Pisa non iscritte al successivo campionato di Serie A. Le due società romane si uniscono a formare la Roma Calcio a 5.

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Arzignano, Montesilvano (16)
  • Minor numero di sconfitte: Prato (3)
  • Migliore attacco: Arzignano (133 goal)
  • Miglior difesa: Prato (51 goal)
  • Miglior differenza reti: Arzignano (+57)
  • Maggior numero di pareggi: Prato, Perugia (8)
  • Minor numero di pareggi: Napoli (0)
  • Minor numero di vittorie: Napoli (3)
  • Maggior numero di sconfitte: Napoli (23)
  • Peggiore attacco: Napoli (42 goal)
  • Peggior difesa: Napoli (154 goal)
  • Peggior differenza reti: Napoli (-112)
  • Partita con più reti: Lazio - Atletico Palermo 7 - 11
  • Partita casalinga con maggiore scarto di gol: Montesilvano - Napoli 14 - 1
  • Partita in trasferta con maggiore scarto di gol: Napoli - BNL Roma 1 - 16
  • Miglior serie positiva:
  • Risultato più frequente: 2-2 (11 volte)
  • Totale dei gol segnati: 1257

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Ai play-off si qualificano le prime 10 squadre della serie A e le due vincenti dei due gironi di serie A2, ovvero Nepi e Reggio. Le prime quattro classificate della serie A accedono direttamente dai quarti mentre le altre otto squadre disputano un turno preliminare, articolato in gare di andata e ritorno. Il regolamento prevede che accedano ai quarti di finale le squadre che, nell'arco del doppio confronto, avranno realizzato il maggior numero di reti. In caso di parità, al termine del secondo incontro, si disputeranno due tempi supplementari da 5' ciascuno. In caso di ulteriore parità, passeranno il turno le squadre di categoria superiore o quelle meglio classificate al termine della stagione regolare. Quarti di finale, semifinali e la finale si giocano invece al meglio delle tre gare. Passerà il turno la squadra che totalizzerà più punti, indipendentemente dalla differenza reti, nelle prime due gare. In caso di un successo per parte o di due pareggi, si disputerà una terza gara sullo stesso campo di gara 2. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari di questa terza gara, si procederà a due tempi supplementari da 5' ciascuno e, se necessario, ai tiri di rigore.

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

1º turno Quarti Semifinali Finale
                                           
           
 Prato  6  5  
 Atletico Palermo  6  1  
   Luparense  4  1    
 Luparense  5  5      Prato  1  4  3
 
   Perugia  4  2  4  
 Montesilvano  3  2  
 Reggio  0  1  
   Perugia  3  5    
 Perugia  6  10      Perugia  3  4  -
 
   Arzignano  7  8  -
 Roma RCB  1  6  
 Nepi  0  2  
   BNL Roma  1  3    
 BNL Roma  2  4      Roma RCB  1  4  
 
   Arzignano  2  5    
 Arzignano  5  6  
 Augusta  2  1  
   Genzano  2  7    
 Genzano  2  1  [4]

Risultati[5][modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Andata[modifica | modifica wikitesto]
Augusta
27 aprile 2004, ore 20:00
Augusta2 – 2
(0-1)
GenzanoPalaJonio
Arbitri:  Donato Mauro (Battipaglia)
Giuseppe Tassone (Taurianova)

Viterbo
27 aprile 2004, ore 20:00
Nepi0 – 2
(0-1)
referto
BNL RomaPalamalè (900 spett.)
Arbitri:  Sacco (Verona)
Federico Carraro (Verona)

Reggio Calabria
27 aprile 2004, ore 18:30
Reggio0 – 6
(0-3)
Perugia
Arbitri:  Salvatore Vittorio (Sulmona)
Giuseppe D’Antuono (Foggia)

27 aprile 2004, ore 20:00Atletico Palermo6 – 5
(3-2)
Luparense
Arbitri:  Pietro Marchetti (San Donà di Piave)
Fabrizio Ferrari (Modena)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Genzano di Roma
1º maggio 2004, ore 20:00
Genzano1 – 1
(d.t.s.)
(0-0)
AugustaPalaCesaroni
Arbitri:  Valter Benozzo (Castelfranco Veneto)
Camillo Degli Esposti (Rimini)

Ciampino
1º maggio 2004, ore 18:30
BNL Roma4 – 2
(2-2)
referto
NepiPalacimini (400 spett.)
Arbitri:  Rosario Buffo (Catania)
Mario Baglivo (Pisa)

Perugia
1º maggio 2004, ore 20:30
Perugia10 – 1
(2-1)
ReggioPalaEvangelisti
Arbitri:  Walter Berardi (Gallarate)
Emanuele Zandonà (Padova)

San Martino di Lupari
1º maggio 2004, ore 20:00
Luparense5 – 1
(2-1)
Atletico PalermoPalazzetto dello Sport
Arbitri:  Alessandro Capomassi (Roma 1)
Pietro Taranto (Roma 1)

Quarti[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]
Genzano di Roma
5 maggio 2004, ore 19:00
Genzano2 – 5
(0-2)
ArzignanoPalaCesaroni
Arbitri:  Sergio Cervone (Avellino)
Luca Desideri (Prato)

Ciampino
5 maggio 2004, ore 20:00
BNL Roma1 – 1
(1-0)
Roma RCBPalazzetto dello sport
Arbitri:  Francesco Giusti (Prato)
Edoardo Ambrosini (Carrara)

Perugia
5 maggio 2004, ore 21:00
Perugia3 – 3
(2-1)
MontesilvanoPalaEvangelisti
Arbitri:  Raffaele Sorgente (Campobasso)
Catello Abagnale (Ciampino)

San Martino di Lupari
5 maggio 2004, ore 20:00
Luparense4 – 6
(1-4)
referto
PratoPalazzetto dello sport
Arbitri:  Mauro Del Tutto (Ciampino)
Enrico Carpani (Ascoli)

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]
Arzignano
8 maggio 2004, ore 20:00
Arzignano6 – 7
(3-3)
GenzanoPalestra Liceo Marco Polo
Arbitri:  Antonio Mazza (Torino)
Alessandro Radicello (Palermo)

Roma
8 maggio 2004, ore 20:00
Roma RCB6 – 3
(4-3)
BNL RomaCentro sportivo Giulio Onesti
Arbitri:  Marco Tibaldi (Roma 1)
Guido Alfonsi (L'Aquila)

Montesilvano
8 maggio 2004, ore 18:30
Montesilvano2 – 5
(0-2)
PerugiaPalaMazzocco
Arbitri:  Stefano Salvadori (Rovigo)
Augusto Balestra (Forlì)

Prato
8 maggio 2004, ore 21:00
Prato5 – 1
(4-0)
LuparensePalaPrato
Arbitri:  Roberto Teseo (Roma 1)
Americo Scatena (Tivoli)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]
Roma
12 maggio 2004, ore 20:00
Roma RCB1 – 2
(0-1)
ArzignanoCentro sportivo Giulio Onesti
Arbitri:  Carlo Di Marco (Pescara)
Luigi Case (Pescara)

Perugia
12 maggio 2004, ore 21:00
Perugia4 – 1
(1-0)
PratoPalaEvangelisti
Arbitri:  Alberto Bianchi (Conegliano)
Lorenzo Mario Brambilla (Milano)

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]
Arzignano
15 maggio 2004, ore 19:30
Arzignano5 – 4
(3-3)
Roma RCBPalaTezze
Arbitri:  Ercole Vescio (Catanzaro)
Valerio Ierace (Grosseto)

Prato
15 maggio 2004, ore 21:00
Prato4 – 2
(1-1)
PerugiaPalaPrato
Arbitri:  Giuseppe Buluggiu (Cagliari)
Marcello Toscano (Ercolano)

Gara 3[modifica | modifica wikitesto]
Prato
17 maggio 2004, ore 20:30
Prato3 – 4
(0-1)
referto
PerugiaPalaPrato (1600 spett.)
Arbitri:  Guido Alfonsi (L’Aquila)
Catello Abagnale (Ciampino)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]
Perugia
22 maggio 2004, ore 19:00
Perugia3 – 7
(1-3)
referto
ArzignanoPalaEvangelisti (3000 spett.)
Arbitri:  Marco Pacenza (Rossano)
Massimo Cumbo (Roma 1)

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]
Arzignano
27 maggio 2004, ore 20:30
Arzignano8 – 4
(3-1)
referto
PerugiaPalaTezze (1800 spett.)
Arbitri:  Rosino Tatti (Avezzano)
Francesco Massini (Roma 1)

Classifica marcatori play-off[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
11 Italia Adriano Foglia Arzignano
9 Brasile Rogério Perugia
7 Colombia John Pinilla Arzignano
6 Italia Vinícius Bacaro Roma RCB
6 Italia Edgar Bertoni Perugia
6 Italia Riccardo Gaucci Perugia
6 Italia Andrea Penna Genzano
Gol Giocatore Squadra
6 Brasile Leandro Simi Perugia
5 Italia Andrea Bearzi Prato
5 Brasile Jair Dalle Molle Atletico Palermo
5 Brasile Sandrinho Arzignano
5 Brasile Danilo Perugia
5 Italia André Vicentini Prato

Play-out[5][modifica | modifica wikitesto]

Ai play-out parteciparono la 11ª e la 12ª classificata della serie A e le vincenti dei play-off della Serie A2. Al termine del doppio confronto il San Paolo Pisa mantenne la massima categoria imponendosi sulla Polisportiva Giemme; la Lazio fu invece sconfitta dalla Brillante Roma, retrocedendo in Serie A2.

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Reggio nell'Emilia
1º maggio 2004, ore 16:00
Giemme5 – 5
(1-1)
referto
San Paolo Pisa
Arbitri:  Antonio Mazza (Torino)
Massimo Cumbo (Roma 1)

Roma
5 maggio 2004
Brillante Roma5 – 3
(2-2)
referto
LazioCentro sportivo Giulio Onesti
Arbitri:  Vincenzo Vitrioli (Reggio Calabria)
Cipriano Scarfò (Taurianova)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Pisa
8 maggio 2004
San Paolo Pisa6 – 5
(3-1)
referto
GiemmePalazzetto dello sport
Arbitri:  Luigi Case (Pescara)
Carlo Di Marco (Pescara)

Colleferro
11 maggio 2004
Lazio3 – 8
(2-3)
referto
Brillante RomaPalazzetto dello sport

Supercoppa italiana[modifica | modifica wikitesto]

La sesta edizione della Supercoppa italiana si è svolta martedì 9 settembre 2003 presso il Palazzetto dello sport di Maliseti tra i Campioni d'Italia del Prato e la vincitrice della Coppa Italia la CVM Lazio.

Prato
9 settembre 2003, ore 21:00
Prato5 – 0
(1-0)
referto
LazioEstra Forum (1100 spett.)
Arbitri:  Antonio Mazza (Torino)
Lorenzo Mario Brambilla (Milano)
 ? Maestroni (Gallarate)
Crono:  Ugo Navillod (Aosta)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b In base alla classifica avulsa
  2. ^ 1 punto di penalizzazione
  3. ^ Classifica marcatori della Serie A 2003-2004 pallaalcentro.org
  4. ^ Miglior piazzamento in campionato
  5. ^ a b Italian Play-Off/Play-Out A/A2/B 2003-04 Archiviato il 2 aprile 2015 in Internet Archive. futsalplanet.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]