Aosta Calcio 511

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A.S.D. Aosta Calcio 511
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Logo Aosta Calcio 511.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px HEX-FFFF00 horizontal HEX-000084.svg Giallo-Blu
Dati societari
Confederazione UEFA
Paese Italia Italia
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Città Aosta
Fondazione 1983
Presidente Gianluca Fea
Allenatore Rodrigo Rosa
Palmarès
Impianto
Centro Sportivo Montfleuri
Contatti
Via Piccolo S.Bernardo 73, Aosta
www.aostacalcio.com

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Aosta Calcio 511 è una società italiana di calcio a 5 con sede a Aosta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1983 inizia la sua attività, prima squadra valdostana ufficiale con atto costitutivo regolarmente registrato, con la denominazione "Polisportiva Coumba Freide", prendendo nome dalla vallata limitrofa al nord della città di Aosta e la divisa gialloblu conservata fino ad oggi. Nel 1984 viene affiliata al CONI nella FIGC, quando già aveva preso parte al campionato della F.I.Ctt. (Federazione Italiana Calcetto) con Gianluca Fea primo presidente. La squadra si fondava su un gruppo di amici di Aosta, alcuni tennisti, che nonostante buone basi e tanto entusiasmo non riescono a superare la fase regionale, nettamente fermati dal Millefonti Torino poi laureatasi vice campione d'Italia. Intanto per acquisire esperienza l'Aosta organizza tornei internazionali: nel 1985 con gli olandesi del Rozet di Rotterdam ed i belgi del Ceverbo; nel 1986 il torneo si amplia e ci sono olandesi, belgi, torinesi e nuove squadre valdostane nate sull'onda sollevata dall'Aosta. Nel 1987 viene organizzata la finale nazionale della Coppa Italia di Calcio a Cinque. In quegli anni la squadra rimane sempre nella massima categoria regionale, anche quando in Piemonte e Valle d'Aosta il calcio a cinque viene organizzato su più livelli.

L'approdo ai campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

La disciplina cresce e con lei l'Aosta che nel 1989 entra a far parte del primo campionato di serie A nazionale diviso in quattro gironi e nel 1990 partecipa al primo campionato di serie A a 20 squadre girone unico. L'Aosta si chiama "Diadora Team", si classifica al 16º posto e retrocede in B dove prosegue un dignitoso cammino. Nel 1994 raggiunge la serie B l'Aymavilles e si disputano i primi ‘derby' molto sentiti e seguiti. Nel 1995 la società fonda le basi della garanzia di permanenza in attività negli anni: ottenuta due anni prima la personalità giuridica costruisce con un finanziamento dell'ICS il Centro Sportivo Montfleuri attuale sede e campo di gioco della società. Nel 1996 le valdostane in B sono addirittura tre con il ripescaggio dell'Eurotravel. Campionato entusiasmante per le valdostane tutte ai primi posti con i gialloblu, tornati ‘Aosta Calcio a 5', che si qualificano per riassaporare la serie A con Fea Gianluca allenatore e giocatori del calibro di Ferri, Trotta, Sai, Cappellino, molto noti in alta Italia, e con loro, tra gli altri, i valdostani Rossero, Pacchiodi, Adorni, Bellomo, Patacchini e lo slavo Derviscausevic. L'Aosta arriva 16^ su 18 squadre e retrocede in serie B dove ritrova solo l'Aymavilles ed i derby si disputeranno fino all'anno d'istituzione della serie A2, quando l'Aosta ottiene la promozione diretta al nuovo campionato. L'Aosta rimane in A2 fino all'anno 2003 quando viene retrocessa per motivi disciplinari/burocratici Nelle successive due stagioni in B resta ai margini della zona play-off e dedica molta attenzione alla crescita del settore giovanile.

L'era Gomes[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 con l'arrivo del giocatore brasiliano Marcelino Gomes, su cui la società decide d'investire quale allenatore di prima squadra, under 21 e Juniores, comincia un nuovo ciclo di successi grazie ai risultati della propria politica d'investimento sui giovani. Nella stagione 2005/06 la squadra, composta per oltre l'80% da giocatori provenienti dalla propria Juniores degli anni precedenti, ritorna in A2 per poi ridiscendere in B nell'anno 2008 nonostante i 27 punti conquistati. Buone notizie giungono tuttavia dal settore giovanile: mercoledì 4 giugno 2008 la formazione Juniores si laurea campione d'Italia superando nella finale della Final Eight organizzata proprio al Montfleuri, l'Augusta per 2 a 0 grazie alle splendide reti del ragazzo di casa, Gaetano, e del grande Capitano Laruccia. Si conferma l'alto livello delle giovanili portando a casa anche il titolo di vice-campione d'Italia under 21 arrendendosi solo all'Augusta in finale. L'anno successivo la squadra, laureatasi campione d'inverno nel girone A di Serie B, arriva seconda alle spalle dell'Asti dopo un combattuto testa a testa durato tutta la stagione, e a niente servono i play-off conclusi in semifinale. L'under 18 si riconferma campione d'Italia battendo in finale l'Arzignagno Grifo durante la Final Eight svoltasi ad Ascoli. Nella stagione 2009/2010 un campionato condotto dall'inizio alla fine porta la squadra alla promozione in Serie A2. Nella stagione 2010/2011 dopo aver condotto un buon girone d'andata, la squadra anche a causa delle moltissime assenze, viene risucchiate nei bassifondi della classifica ed al termine della regular season si classifica al quartultimo posto e deve giocare i play-out, che condannano l'Aosta alla retrocessione in serie B.

Il nuovo ciclo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un anno di "purgatorio" in serie B grazie a nuovi arrivi del calibro di Barcellos e Boaventura, alla voglia di vincere del gruppo (chiamato affettuosamente "famiglia Aosta"), alla tenacia del suo allenatore Lino Gomes ed alla spinta del pubblico riesce a riconquistare la serie A2. Nell'estate del 2012 cambia la denominazione da P.C.F. Aosta Calcio a 5 a Aosta Calcio Pollein A.S.D.[1]. Il quarto posto finale e l'approdo ai play-off maturati nella stagione 2012-13 riporta l'Aosta nei piani alti del calcio a 5 nazionale. La stagione seguente la società si fonde con il Pollein dando vita all'inedita A.S.D. Aosta Calcio 511[2].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Aosta Calcio 511
  • 1983 · Fondazione della Polisportiva Coumba Freide Aosta C5.
  • 1983-84 · Attività amatoriale.
  • 1984 · Affiliazione alla FIGC.
  • 1984-85 · Disputa il campionato regionale.
  • 1985-86 · Disputa il campionato regionale di Serie A.
  • 1986-87 · Disputa il campionato regionale di Serie A.
  • 1987-88 · Disputa il campionato regionale di Serie A.
  • 1988-89 · Disputa il campionato regionale di Serie A.
  • 1989-90 · 10ª nel girone A di Serie A. Ripescata nel campionato di Serie A a girone unico.

  • 1990-91 · 17ª in Serie A. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B.
  • 1991-92 · Disputa il campionato di Serie B.
  • 1992-93 · Disputa il campionato di Serie B.
  • 1993-94 · Disputa il campionato di Serie B.
  • 1994-95 · Disputa il campionato di Serie B.
  • 1995-96 · Disputa il campionato di Serie B.
  • 1996-97 · 16ª in Serie A. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B.
  • 1997-98 · 2ª nel girone A di Serie B. Ammessa in Serie A2.
  • 1998-99 · 4ª nel girone A di Serie A2.
1º turno play-off di Serie A2.
  • 1999-00 · 7ª nel girone A di Serie A2.

  • 2000-01 · 9ª nel girone A di Serie A2.
Vince i play-out contro l'IGP Pisa
  • 2001-02 · 11ª nel girone A di Serie A2. Retrocessa in Serie B, viene ripescata.
Sconfitta nei play-out contro il Cesena.
Ottavi di finale di Coppa Italia di Serie A2.
  • 2002-03 · 7ª nel girone A di Serie A2. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B[3].
  • 2003-04 · 4ª nel girone A di Serie B.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia di Serie B.
  • 2004-05 · 4ª nel girone A di Serie B.
Quarti di finale di Coppa Italia di Serie B.
  • 2005-06 · 1ª nel girone A di Serie B. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie A2.
Semifinalista di Coppa Italia di Serie B.
  • 2006-07 · 4ª nel girone A di Serie A2.
Semifinalista play-off di Serie A2.
Quarti di finale di Coppa Italia di Serie A2.
  • 2007-08 · 13ª nel girone A di Serie A2. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B.
Semifinalista play-out A2/play-off B.
  • 2008-09 · 2ª nel girone A di Serie B.
Semifinalista play-out A2/play-off B.
Quarti di finale di Coppa Italia di Serie B.
  • 2009-10 · 1ª nel girone A di Serie B. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie A2.
Semifinalista di Coppa Italia di Serie B.

  • 2010-11 · 10ª nel girone A di Serie A2. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B.
Sconfitta nei play-out contro il CUS Chieti.
  • 2011-12 · 1ª nel girone A di Serie B. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie A2.
1ª fase di Coppa Italia di Serie B.
  • 2012 · Assume la denominazione Aosta Calcio Pollein.
  • 2012-13 · 5ª nel girone A di Serie A2.
Quarti di finale play-off.
  • 2013 · Assume la denominazione Aosta Calcio 511.
  • 2013-14 · 6ª nel girone A di Serie A2.
  • 2014-15 · 10ª nel girone A di Serie A2.
  • 2015-16 · 11ª nel girone A di Serie A2.
Vince i play-out contro il CLD Carmagnola.
  • 2016-17 · 14ª nel girone A di Serie A2. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Serie B.
  • 2017-18 · 10ª nel girone A di Serie B.
1ª fase di Coppa Italia di Serie B.
2º turno della Coppa della Divisione.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori dell'Aosta Calcio 511 sono da sempre il giallo e il blu.

[modifica | modifica wikitesto]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]