Museo dell'arte ceramica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo dell'arte ceramica
Chiesa di San Tommaso AP.jpg
Sulla destra l'ingresso del museo, a sinistra la chiesa di San Tommaso
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàAscoli Piceno
Indirizzopiazza San Tommaso, 1
Caratteristiche
TipoIl museo raccoglie manufatti di ceramica soprattutto ascolana dal XV al XX secolo
Sito web e Sito web

Coordinate: 42°51′20.09″N 13°34′16.03″E / 42.85558°N 13.57112°E42.85558; 13.57112

Il Museo dell'arte ceramica si trova ad Ascoli Piceno, nel suggestivo chiostro dell'ex convento della chiesa romanica di San Tommaso che si affaccia sull'omonima piazza. Fu inaugurato il 1º giugno 2007.

Collezioni[modifica | modifica wikitesto]

Il museo è composto da ricche collezioni, concessi in deposito dalla Fondazione Carisap e dalla famiglia Matricardi. Dispone inoltre di un attrezzatissimo laboratorio corredato di tornio e forni.

Articolato in cinque sezioni, conserva le ceramiche dell'antica tradizione ascolana, dai bacini in maiolica arcaica risalenti al XV secolo fino alle produzioni del XX secolo: vasi, piatti, urne, caffetterie, tazze realizzate nell’ottocento dalla manifattura Paci e quelle della prima metà del novecento dalle manifatture Matricardi e Fama.

Tra le sezioni con maggior valore artistico c'è quella dedicata al legato di Antonio Ceci, medico e collezionista ascolano, donata al Comune di Ascoli Piceno nel 1920, dove sono conservati oggetti delle manifatture di Castelli, Deruta, Faenza, Montelupo Fiorentino, Savona e Genova e quella di notevole importanza, dedicata alla serie di mattonelle dipinte dai maggiori artisti castellani Francesco e Carlo Antonio Grue e Bernardino Gentili, provenienti dal convento ascolano di Sant’Angelo Magno.[1]

Tra le mostre temporanee ricordiamo Con il fuoco e con la Terra, l’Arte della maiolica ad Ascoli Piceno dal XV secolo a oggi (2009) che celebrò la produzione della ceramica ascolana dalla fine trecento fino ai giorni nostri, inclusa un'ampia parte dedicata ai ceramisti attualmente attivi sul territorio.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Regione Marche. Museo dell'Arte Ceramica, su regione.marche.it. URL consultato il 2 luglio 2019.
  2. ^ Piceno Oggi. Una prestigiosa mostra di pezzi d’arte in ceramica sarà visitabile ad Ascoli dal 13 aprile al 3 novembre, su picenooggi.it. URL consultato il 3 luglio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN126243981 · LCCN (ENno2010167194 · GND (DE16076741-6 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010167194