Museo dell'arte ceramica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Museo dell'arte ceramica
Chiesa di San Tommaso AP.jpg
Sulla destra l'ingresso del museo, a sinistra la chiesa di San Tommaso
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàAscoli Piceno
Indirizzopiazza San Tommaso, 1
Caratteristiche
TipoIl museo raccoglie manufatti di ceramica soprattutto ascolana dal XV al XX secolo
Sito web

Coordinate: 42°51′20.09″N 13°34′16.03″E / 42.85558°N 13.57112°E42.85558; 13.57112

Il Museo dell'arte ceramica si trova ad Ascoli Piceno, nel suggestivo chiostro dell'ex convento della chiesa romanica di San Tommaso che si affaccia sull'omonima piazza. Fu inaugurato il 1° giugno 2007.

Collezioni[modifica | modifica wikitesto]

Il museo è composto da ricche collezioni, concessi in deposito dalla Fondazione Carisap e dalla famiglia Matricardi. Dispone inoltre di un attrezzatissimo laboratorio corredato di tornio e forni.

Articolato in cinque sezioni, conserva le ceramiche dell'antica tradizione ascolana, dai bacini in maiolica arcaica risalenti al XV secolo fino alle produzioni del XX secolo: vasi, piatti, urne, caffetterie, tazze realizzate nell’ottocento dalla manifattura Paci e quelle della prima metà del novecento dalle manifatture Matricardi e Fama.

Tra le sezioni con maggior valore artistico c'è quella dedicata al legato di Antonio Ceci, medico e collezionista ascolano, donata al Comune di Ascoli Piceno nel 1920, dove sono conservati oggetti delle manifatture di Castelli, Deruta, Faenza, Montelupo Fiorentino, Savona e Genova e quella di notevole importanza, dedicata alla serie di mattonelle dipinte dai maggiori artisti castellani Francesco e Carlo Antonio Grue e Bernardino Gentili, provenienti dal convento ascolano di Sant’Angelo Magno.[1]

Tra le mostre temporanee ricordiamo Con il fuoco e con la Terra, l’Arte della maiolica ad Ascoli Piceno dal XV secolo a oggi (2009) che celebrò la produzione della ceramica ascolana dalla fine trecento fino ai giorni nostri, inclusa un'ampia parte dedicata ai ceramisti attualmente attivi sul territorio.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Regione Marche. Museo dell'Arte Ceramica, su regione.marche.it. URL consultato il 2 luglio 2019.
  2. ^ Piceno Oggi. Una prestigiosa mostra di pezzi d’arte in ceramica sarà visitabile ad Ascoli dal 13 aprile al 3 novembre, su picenooggi.it. URL consultato il 3 luglio 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN126243981 · LCCN (ENno2010167194 · GND (DE16076741-6