Pallamano Ascoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A.S.D. Pallamano Ascoli
Pallamano Handball pictogram.svg
Segni distintivi
Colori sociali Bianco e Nero.svg Bianco e Nero
Dati societari
Città Ascoli Piceno
Paese Italia Italia
Confederazione Europa EHF
Federazione FIGH
Fondazione 1976
Scioglimento 2014
Presidente
Allenatore
Impianto sportivo Palasport Ezio Galosi
800 posti
Palmarès
www.pallamanoascoli.com

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Pallamano Ascoli è stata una squadra di pallamano della città di Ascoli Piceno. Ha militato in Serie A, la prima serie del campionato italiano maschile di pallamano, per quattro stagioni, dal 2001 al 2005. Disputava le proprie gare interne presso il Pala Monterocco di Ascoli Piceno.

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Serie Campionato Coppa Italia Altre Coppe Coppe Europee
1997-98 Serie B - Gir. B 2° - 1uparrow green.svg Promosso in serie A2 - - -
1998-99 Serie A2 - Gir. A 12° - 1downarrow red.svg Retrocesso in serie B (Ripescato) Eliminato 1º turno - -
1999-00 Serie A2 - Gir. A 10° Eliminato 1º turno - -
2000-01 Serie A2 - Gir. A 1° - 1uparrow green.svg Promosso in serie A1 - - -
2001-02 Serie A1 10° - 1downarrow red.svg Retrocesso in serie A2 (Ripescato) - - -
2002-03 Serie A1 - - -
2003-04 Serie A1 - - -
2004-05 Serie A1 12° - 1downarrow red.svg Retrocesso in serie A2 - - -
2005-06 Serie A2 - Gir. B - - -
2006-07 Serie A2 - Gir. B - - -
2007-08 Serie A2 - Gir. B - - -
2008-09 Serie A2 - Gir. B - - -
2009-10 Serie A2 - Gir. B 10° - - -
2010-11 Serie A2 - Gir. D - - -
2011-12 - - - - -
2012-13 Serie B 10° - - -
2013-14 Serie B - - -

Palasport[modifica | modifica wikitesto]

La Pallamano Ascoli disputa le proprie gare casalinghe presso il palasport Ezio Galosi di Ascoli Piceno. L'impianto è sito in via Mancini nel quartiere di Monterocco ed ha una capienza di circa 800 spettatori.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito Ufficiale, su pallamanoascoli.com. URL consultato il 25 luglio 2019 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2014).