Stadio Ferruccio Corradino Squarcia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ferruccio Corradino Squarcia
'Campo dei Giochi'
Informazioni
StatoItalia Italia
Ubicazionevia Giovanni Pascoli
Ascoli Piceno
Inaugurazione1925
Strutturapianta ovale
Coperturatribuna centrale ovest
Pista d’atleticaassente
Ristrutturazione2009
ProprietarioComune di Ascoli Piceno
Progettoing. Arturo Paoletti, ing. Giuseppe Viccei
Uso e beneficiari
CalcioAscoli
Capienza
Posti a sedere5000 circa
Mappa di localizzazione

Coordinate: 42°51′10.38″N 13°35′02.71″E / 42.852884°N 13.584086°E42.852884; 13.584086

Lo stadio Ferruccio Corradino Squarcia (o Campo dei Giochi) è un impianto sportivo di Ascoli Piceno situato all'estremità orientale del centro storico della città, tra il forte Malatesta e la chiesa di San Vittore. Ospita ogni anno, nei mesi di luglio e agosto, il torneo cavalleresco della Quintana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio “Squarcia” in una immagine al suo interno

Come primo stadio della città di Ascoli fu costruito nel 1925, di fronte al forte Malatesta, per ospitare le partite della società calcistica dell'Ascoli, all'epoca denominata Unione Sportiva Ascolana.

Fu progettato dagli ingegneri Arturo Paoletti e Giuseppe Viccei e inaugurato nel 1926 con una partita di calcio tra la squadra ascolana e la Lazio.[1]

Inizialmente prese il nome di "Comunale dei Giardini" perché situato vicino ai giardini pubblici. Solo successivamente fu intitolato all'ascolano Ferruccio Corradino Squarcia, calciatore, giornalista e militare che si distinse per la sua eroicità nella guerra civile spagnola e fu decorato con la medaglia d'oro al valore militare.

Dal 1955 ospita il torneo cavalleresco della Quintana e per vari decenni, fino al 2010 circa, ospitò il calcio dilettantistico.

Lo Squarcia rimase lo stadio dell'Ascoli fino al 1962, quando fu sostituito dal nuovo impianto realizzato dal Comune di Ascoli nella zona nord della città. Nel 2009 fu quasi del tutto ristrutturato.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È composto, a ovest da una tribuna coperta, la prima in Italia in cemento armato completamente sospesa, a cui vanno aggiunte due tribune in ferro in entrambi i lati, a est il settore "prato", anch'esso in ferro. Mentre a nord e a sud ci sono due settori (tipo curve) in cemento armato di forma emiciclica. La gradinata sud, realizzata dopo la ristrutturazione e l'ampliamento del 2009 contiene circa 1400 posti ed è di solito destinata ai figuranti della rievocazione storica.

Altri eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • estate 2012, esibizioni di motocross freestyle;
  • estate 2013, esibizioni di motocross freestyle;[2]
  • 27 e 28 aprile 2013, campionati nazionali di tiro con l'arco a squadre per società.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AscoliLive.it. Stadio – Ascoli Picchio F.C. 1898, su ascolilive.it. URL consultato il 26 febbraio 2015.
  2. ^ Cityrumors.it. Freestyle motocross appuntamento allo stadio Squarcia di Ascoli Piceno, su cityrumors.it. URL consultato il 26 febbraio 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]