Merlata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Merlata o Fugone
Stato Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia
Lunghezza 4 km
Portata media 0 7 m³/s
Altitudine sorgente 130 m s.l.m.
Nasce Baranzate dall'unione dei Torrenti Nirone e Guisa
Sfocia Olona a Milano

Il torrente Merlata o Fugone, si origina a Baranzate dall'unione del torrente Nirone e del torrente Guisa. Esso sfocia nell'Olona a Milano.

La qualità delle acque del Merlata è scadente. Lungo le sue rive si trovava, fino alla fine del secolo XIX, un ampio bosco, chiamato appunto Bosco della Merlata.

L'alveo originale del torrente Merlata[modifica | modifica wikitesto]

Un tempo il percorso del torrente Merlata era molto più lungo di quanto lo è oggi. Infatti le acque del Merlata non sono sempre finite nell'Olona a Milano. Anticamente il torrente, una volta essersi formato dall'unione di Nirone e Guisa, entrava in Milano, e riceveva da sinistra il torrente Mussa. Successivamente, il Merlata lambiva il centro storico del capoluogo lombardo, garantendo, assieme al Seveso, le acque necessarie all'approvvigionamento idrico dei milanesi. Oltrepassato Milano, il Merlata, seguiva il percorso di quello che oggi è noto come colatore Lambro Meridionale, confluendo nel Lambro Settentrionale presso Sant'Angelo Lodigiano[1].
Col passare dei secoli la popolazione di Milano divenne molto numerosa, ed i modesti Seveso e Merlata non erano più sufficienti a coprire il fabbisogno idrico della popolazione. I Romani, decisero così di deviare il fiume Olona, che scorreva nelle campagne ad ovest di Milano. L'Olona, che garantiva una quantità d'acqua di gran lunga superiore a quella di Seveso e Merlata, venne deviata a Rho. Il nuovo alveo del fiume venne scavato per un primo tratto, mentre, da dove era possibile venne sfruttato l'alveo del Merlata, che venne allargato.

Il Nirone[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Nirone (torrente).

Il torrente Nirone nasce nei boschi a nord di Cesate, nel Parco Regionale delle Groane, dall'unione dei numerosi corsi d'acqua che si formano dopo le piogge, che il suolo argilloso non assorbe. Il Nirone è un corso d'acqua perenne, a causa dell'impermeabiltà del terreno. Lungo il suo percorso non subisce scarichi derivanti da attività industriali o fognari.

Dopo Cesate, il Nirone bagna Garbagnate Milanese, dove sottopassa il Canale Villoresi, Bollate e Baranzate, dove si unisce col suo maggior tributario, il torrente Guisa dando origine al torrente Merlata.

Il Guisa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Guisa (torrente).

Il Guisa è il principale affluente del Nirone e ne raddoppia quasi la portata.

Esso nasce a Lazzate nel Parco Regionale delle Groane ed in seguito bagna Cogliate, Ceriano Laghetto, Solaro, Cesate, Garbagnate Milanese, Bollate e Baranzate dove si unisce col Torrente Nirone dando origine al Torrente Merlata o Fugone

La qualità delle acque del Guisa è scadente in quanto subisce lungo il suo percorso scarichi industriali e fognari dei comuni attraversati.

Con la costruzione della 2ª linea di trattamento delle acque reflue del Depuratore di Pero ad opera di IANOMI (Infrastrutture Acque Nord Milano) e del nuovo collettore fognario per i Comuni a Nord di Solaro, sarà possibile la bonifica del torrente Guisa che non riceverà scarichi fognari e industriali che saranno invece progressivamente deviati nel nuovo collettore fognario, già parzialmente in esercizio da Garbagnate a Pero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ F. Poggi, Le fognature di Milano, Milano 1911, p.178

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia