Olonella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olonella
Olonella a Legnano (2).jpg
L'Olonella che costeggia il castello di Legnano
Stato Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia
Nasce dal fiume Olona
Sfocia nel fiume Olona

Olonella è il nome di vari rami secondari del fiume Olona.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Una mappa di Legnano del 1850: si vedono ancora i due abitati di Legnano e Legnanello (all'epoca ancora distinti) divisi dall'Olona e dall'Olonella

Uno di questi rami si stacca dal letto principale del fiume all'altezza di Gorla Minore ed ha una lunghezza di 1200 metri.

Anche a Legnano esiste un ramo del fiume Olona chiamato Olonella. Si tratta del ramo naturale che si stacca dal corso principale del fiume presso il castello di Legnano e che costeggia il parco castello riconfluendo nell'Olona a monte di San Vittore Olona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

A Legnano un tempo esisteva una seconda Olonella. Questo ramo del fiume passava dietro la basilica di San Magno formando un'isola naturale che era chiamata "Braida Arcivescovile" perché di proprietà dell'Arcidiocesi di Milano.

La Braida Arcivescovile, che era libera da costruzioni perché spesso allagata, separava l'abitato principale di Legnano da Legnanello, che all'epoca erano due centri abitati distinti, sebbene appartenenti alla stessa municipalità.

Questa seconda Olonella legnanese è stata interrata a cavallo all'inizio del XX secolo permettendo ai due centri abitati di saldarsi a formare un unico agglomerato urbano durante l'espansione edilizia del XX secolo.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio D'Ilario, Egidio Gianazza, Augusto Marinoni, Marco Turri, Profilo storico della città di Legnano, Edizioni Landoni, 1984, ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]