Parco Valle del Lanza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Parco Valle del Lanza
Tipo di area Parco locale di interesse sovracomunale
Codice EUAP non attribuita
Stati Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia
Province Varese Varese
Como Como
Comuni Cagno, Malnate, Valmorea, Bizzarone, Rodero.
Superficie a terra 978 ha
Provvedimenti istitutivi Delibera Giunta Regionale nº 8967 del 30 aprile 2002
Sito istituzionale

Il Parco Valle del Lanza, area protetta di interesse sovracomunale (PLIS), istituita con delibera della Giunta Regionale n. 7/8967 del 30/04/2002, Decreto Presidente Regione Lombardia n. 8548 del 17/05/2002 e delibera della Giunta Provinciale di Como n. 245/12791 del 6/11/2003, è situata a ridosso del confine con la Confederazione Elvetica delle provincie Varese e Como, nella parte occidentale dell'arco collinare pedemontano lombardo, compreso tra i fiumi Adda e Ticino, il PLIS si sviluppa attorno alla valle del fiume Lanza (conosciuto anche come Gaggiolo o Ranza) che nasce sulle pendici meridionali del Monte San Giorgio (Canton Ticino), e confluisce nell'Olona nel Comune di Malnate.

Raggiunge un'estensione di 978 ettari. Della provincia di Varese fa parte il comune di Malnate (358 ettari), comune capofila, mentre a quella di Como appartengono Bizzarone (124 ettari), Cagno (190 ha), Valmorea (111 ha) e Rodero (195 ha).

Il territorio del Parco ospita alcuni elementi di pregio, tali sia per gli aspetti ecologici legati all'ecosistema fluviale e perifluviale, sia per quelli geologici (affioramenti di gonfolite) e antropici (i mulini presenti lungo il fiume, le cave di arenaria e la ferrovia della Valmorea).

Nel 2015 è stato istituito, nel territorio del Parco, il Monumento naturale Sistema naturalistico delle cave di Molera di Malnate e Cagno.

Il parco dovrebbe essere attraversato dalla Ciclovia Olona Lura, un itinerario ad anello di 165 km in grado di connettersi ad altri 6 parchi locali lungo il fiume Olona ed il torrente Lura.