BMW 319

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
BMW 319
BMW 319 Convertible.jpg
Una BMW 319 cabriolet
Descrizione generale
Costruttore Germania  BMW
Tipo principale berlina
Altre versioni cabriolet
roadster
Produzione dal 1934 al 1937
Sostituita da BMW 320
Esemplari prodotti 6468[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3900 mm
Larghezza da 1440 a 1500 mm
Altezza da 1350 a 1550 mm
Passo 2400 mm
Massa da 790 a 870 kg
Altro
Altre eredi BMW 328,
erede della 319/1
Stessa famiglia BMW 303
BMW 309
BMW 315
BMW 329
Auto simili Citroën Traction Avant
Lancia Artena
Mercedes-Benz 170
Renault Primaquatre
BMW - right.jpg

La 319 è un'autovettura di fascia alta prodotta dal 1934 al 1937 dalla Casa automobilistica tedesca BMW.

Storia e profilo[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo il lancio della BMW 315, vettura chiamata a raccogliere il testimone della 303, la Casa bavarese cominciò a lavorare al progetto di una vettura derivata proprio dalla 315, con la quale esordire in quella fascia di mercato costituita da vetture di cilindrata intorno ai due litri, una fascia di mercato che dimostrava di poter offrire molti sbocchi. In realtà il progetto era fin dall'inizio già concretizzato, almeno in parte, visto che il telaio era già pronto, infatti si scelse proprio quello della 315, in commercio da poco. Per il motore si optò per una versione rialesata del 6 cilindri da 1.5 litri presente sempre sulla 315. Il risultato fu un nuovo propulsore da 1911 cm³ in grado di erogare una potenza massima di 55 CV a 4500 giri/min. Tale motore disponeva, come peraltro il 1.5 da cui derivava, di distribuzione a valvole in testa e di alimentazione a tre carburatori Solex. La vettura fu lanciata nel dicembre del 1934 inizialmente solo come roadster, con il nome di 319/1, ma poco tempo dopo furono introdotte anche le versioni più tranquille, proposte sia come berlina che come cabriolet. In tali configurazioni, le due nuove versioni si distinguevano dalla 319/1, oltre che per la carrozzeria meno sportiva, anche per il motore depotenziato a 45 CV di potenza massima a 3750 giri/min, per via della presenza di due soli carburatori invece di tre.
Esternamente, ala 319 si riconosceva dalla 315 solamente per i tre listelli cromati ai lati del cofano. Per il resto, la carrozzeria era pressoché identica, anche nelle più potenti versioni roadster.
Su entrambi i modelli, la trasmissione si avvaleva di frizione monodisco a secco e di un cambio a 4 marce.
Dal punto di vista del telaio, la 319 riprendeva quanto proposto a suo tempo dalla 315 e dalla 303, ossia avantreno a ruote indipendenti e retrotreno ad assale rigido. L'impianto frenante invece prevedeva tamburi sulle quattro ruote.

Una BMW 319/1

La velocità massima era di 130 km/h sulle versioni berlina e cabriolet, mentre la 319/1 raggiungeva una punta massima di quasi 140 km/h. In entrambi i casi si trattava comunque di punte velocistiche finalmente concorrenziali ed in grado di misurarsi più che degnamente con le rivali dell'epoca.
Le prestazioni entusiasmanti spinsero la Casa ad impiegare la 319/1 in svariate competizioni, dove la roadster tedesca non mancò di conquistare anche qualche notevole successo.
Durante il 1936, alla 319 fu affiancata la 329, dotata di una carrozzeria più moderna, ma con la stessa meccanica della 319. Alla fine dello stesso anno, la 319/1 fu tolta di produzione, per essere sostituita dalla celeberrima BMW 328, mentre la 319 base le sopravvisse di un anno, per essere poi definitivamente sostituita dalla BMW 320.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili