Associazione Sportiva Dilettantistica S.E.F. Tempio Pausania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A.S.D. S.E.F. Tempio Pausania
Calcio Football pictogram.svg
Galletti
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Azzurro3.png azzurro
Dati societari
Città Tempio Pausania
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Promozione Sardegna
Fondazione 1946
Stadio Stadio Nino Manconi
(11.700 posti)
Palmarès
Scudetti 1 Scudetto Dilettanti
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Sportiva Dilettantistica S.E.F. Tempio Pausania è una società calcistica di Tempio Pausania in provincia di Olbia-Tempio. Attualmente milita nella Promozione Sardegna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In passato ha disputato 13 campionati di Serie C2 (dal 1987 al 2000). Nella stagione 2005-2006 ha vinto il campionato di Eccellenza Sardegna ed è stata promossa in Serie D (campionato che non disputava da 3 anni), dopodiché ha ottenuto la promozione in C2 la stagione successiva vincendo il girone B.

La squadra nella stagione 2006/2007 è stata guidata dal tecnico emergente Ninni Corda, nuorese poco più che trentenne, ma con l'attivo già vari successi a livello giovanile tra cui spicca la vittoria nel Campionato Giovanissimi Nazionali nel 2001 alla guida del Cagliari. Nella campagna acquisti 2005-2006 spiccano gli arrivi del portiere Filippo Zani (ex Sassari Torres) e dell'ex giocatore del Bari, Roberto Cau.

Nonostante l'obiettivo fosse quello di un campionato tranquillo senza patemi, nel 2007 la squadra ha vinto il campionato nazionale di Serie D, conquistando la promozione in serie C2 e vendicando la beffa del giugno 2000 quando al "Manconi" il Sora con un goal assai dubbio[senza fonte] spedì i galluresi in D. Nella finale contro la Sangiuseppese svoltasi allo stadio comunale di Città Sant'Angelo (PE) la squadra sarda si è imposta con un netto 4-1 ed ha così conquistato anche lo scudetto di Serie D. In semifinale aveva eliminato la Scafatese: 3-2 a Scafati e 2-0 in casa.

Il 19 luglio 2007 la Co.Vi.Soc. esclude la squadra dal campionato di Serie C2, la società è così costretta a ripartire da una categoria inferiore all'Eccellenza Sardegna perché anche i ricorsi presentati all'arbitrato del CONI, al TAR del Lazio e al Consiglio di Stato sono falliti. Il 27 agosto la FIGC Sardegna iscrive la società in Prima Categoria.

Ne nasce un violento scontro tra amministrazione comunale e dirigenza che porta la società a dover disputare le gare interne a Torpè visto il divieto di utilizzo delle varie strutture calcistiche cittadine. L'11 novembre è tornata a giocare le gare interne al Manconi, dopo che la squadra del Pausania è stata portata in blocco al Tempio e ha vinto il campionato. A settembre 2008 viene decretato il fallimento della storica Unione Sportive Tempio; ed una nuova società con la denominazione inizialmente di A.S.D. Polisportiva Limbara e successivamente di A.S.D. S.E.F. Tempio Pausania (da novembre 2008) viene ammessa nel Girone D di Prima Categoria Sarda.

Vinto il proprio girone, i galletti ben figurano anche in Promozione, tentando l'assalto al massimo campionato regionale per tre anni di seguito ma senza riuscire ad approdarvi anche a causa di una catena di eventi sfortunati: prima la contesa del titolo con altre nobili decadute quali Nuorese e Alghero che avevano costruito delle autentiche corazzate, poi penalizzazioni e peripezie con la giustizia sportiva sembravano destinare la piazza a non andare oltre. Il 10 agosto, al termine della stagione 2011-12, arriva però la notizia del ripescaggio per la S.E.F. Tempio grazie alla rinuncia di Atletico Elmas e Tavolara; la compagine azzurra disputerà così il campionato di Eccellenza Sardegna per la stagione 2012/2013.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della S.E.F. Tempio
  • 1946: Fondazione della Società Educazione Fisica Gallura Tempio.
  • 1946-47: 8° nel girone unico della Prima Divisione Sarda.
  • 1947-48: Partecipa al girone unico della Prima Divisione Sarda.
  • 1948-49: 5° nel girone unico della Prima Divisione Sarda.
  • 1949-50: 5° nel girone A della Prima Divisione Sarda.
  • 1950-51: 3° nel girone unico della Prima Divisione Sarda.
  • 1951-52: 6° nel girone unico della Prima Divisione Sarda. Ammesso al nuovo campionato di Promozione.
  • 1952-53: 4° nel girone unico della Promozione Sarda.
  • 1953-54: 6° nel girone unico della Promozione Sarda.
  • 1954-55: 6° nel girone unico della Promozione Sarda.
  • 1955-56: 1° nel girone unico della Promozione Sarda. Promosso in IV Serie.
  • 1956-57: 5° nel girone F della IV Serie.
  • 1957-58: 13° nel girone C della Prima Categoria dell'Interregionale. Assume la nuova denominazione Società Educazione Fisica Tempio.
  • 1958-59: 6° nel girone F dell'Interregionale. Ammesso al nuovo campionato di Serie D.
  • 1959-60: 5° nel girone D della Serie D.
  • 1960-61: 9° nel girone D della Serie D.
  • 1961-62: 4° nel girone D della Serie D. Assume denominazione di Società Educazione Fisica Tempio Pausania.
  • 1962-63: 2° nel girone D della Serie D. Perde lo spareggio promozione contro l’Empoli (0-2). Assume denominazione di Unione Sportiva Tempio.
  • 1963-64: 7° nel girone E della Serie D.
  • 1964-65: 6° nel girone D della Serie D.
  • 1965-66: 11° nel girone D della Serie D.
  • 1966-67: 9° nel girone D della Serie D.
  • 1967-68: 3° nel girone F della Serie D.
  • 1968-69: 7° nel girone F della Serie D.
  • 1969-70: 17° nel girone F della Serie D. Retrocesso in Promozione.
  • 1970-71: 7° nel girone unico della Promozione Sarda.
  • 1971-72: 13° nel girone unico della Promozione Sarda.
  • 1972-73: 16° nel girone unico Sardegna della Promozione Sarda. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1973-76: Partecipa al campionato di Prima Categoria Sarda.
  • 1976-77: 1° nel girone ? della Prima Categoria Sarda. Promosso in Promozione.
  • 1977-78: 3° nel girone B Sardegna del campionato di Promozione.
  • 1978-79: Partecipa al girone B della Promozione Sarda.
  • 1979-80: Partecipa al girone B della Promozione Sarda.
  • 1980-81: 5° nel girone B della Promozione Sarda. Promosso nel Campionato Interregionale per ripescaggio.
  • 1981-82: 6° nel girone N dell'Interregionale.
  • 1982-83: 4° nel girone N dell'Interregionale.
  • 1983-84: 9° nel girone N dell'Interregionale.
  • 1984-85: 6° nel girone N dell'Interregionale.
  • 1985-86: 5° nel girone N dell'Interregionale.
  • 1986-87: 1° nel girone N dell'Interregionale. Promosso in Serie C2.
  • 1987-88: 14° nel girone A della Serie C2.
  • 1988-89: 13° nel girone A della Serie C2.
  • 1989-90: 9° nel girone A della Serie C2.
  • 1990-91: 13° nel girone A della Serie C2. Salvo per la miglior classifica in base agli scontri diretti.
  • 1991-92: 6° nel girone A della Serie C2.
  • 1992-93: 13° nel girone A della Serie C2.
  • 1993-94: 9° nel girone A della Serie C2.
  • 1994-95: 10° nel girone A della Serie C2.
  • 1995-96: 9° nel girone A della Serie C2.
  • 1996-97: 9° nel girone A della Serie C2.
  • 1997-98: 16° nel girone B della Serie C2. Retrocesso nel Campionato Nazionale Dilettanti dopo play-out persi contro il Viareggio (1-0; 2-3) e successivamente ripescato dalla FIGC a completamento degli organici.
  • 1998-99: 15° nel girone B della Serie C2. Salvo dopo spareggio play-out contro il Baracca Lugo (1-1; 1-1).
  • 1999-00: 15° nel girone B della Serie C2. Retrocesso in Serie D dopo play-out persi contro il Sora (1-1; 2-3).
  • 2000-01: 9° nel girone G della Serie D.
  • 2001-02: 15° nel girone B della Serie D. Retrocesso in Eccellenza Sardegna.
  • 2002-03: 10° nel girone unico dell'dell'Eccellenza Sardegna.
  • 2003-04: 3° nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna. Vince la Coppa Italia Sardegna.
  • 2004-05: 3° nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna.
  • 2005-06: 1° nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna. Promosso in Serie D.
  • 2006-07: 1° nel girone B della Serie D. Promosso in Serie C2. Vince lo Scudetto Dilettanti Scudetto.svg ma, non avendo presentato la dovuta fideiussione nel termine perentorio stabilito e non essendo in possesso dei requisiti per l’iscrizione al campionato di Serie C2, ripartì dal campionato di Prima Categoria.
  • 2007-08: 1° nel girone D del campionato di Prima Categoria Sardegna. Promosso nel campionato di Promozione.
  • 2008: Nel mese di settembre, il Tribunale di Tempio Pausania dichiara fallito L’U.S. Tempio. Intanto l’A.S.D. Polisportiva Limbara con i colori bianco e azzurro (che stava per rilevare il titolo sportivo dell’ U.S. Tempio) viene iscritta al campionato di Prima Categoria quale rappresentante della città di Tempio Pausania. A campionato in corso varia la denominazione in A.S.D. S.E.F. Tempio Pausania.
  • 2008-09: 1° nel girone D della Prima Categoria Sardegna. Promosso in Promozione.
  • 2009-2010: 2° nel girone B della Promozione Sardo. Sconfitto ai play-off dal Sant'Elena.
  • 2010-11: 6º nel girone B della Promozione Sardegna.
  • 2011-12: 4º nel girone B della Promozione Sardegna. Ammesso in Eccellenza Sardegna a completamento organici.
  • 2012-13: 12° nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna. Salvo dopo lo spareggio playout contro l'Alghero.
  • 2013-14: 15° nel girone unico dell'Eccellenza Sardegna. Retrocesso nel campionato di Promozione.
  • 2014-15: 10° nel girone B della Promozione Sardegna.

Colori[modifica | modifica wikitesto]

Colori sociali: azzurro

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Allenatori dell'A.S.D. S.E.F. Tempio Pausania.

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Calciatori dell'A.S.D. S.E.F. Tempio Pausania.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Scudetto.svg Scudetto Serie D: 1

2006-2007
1962-1963; 1986-1987
1955-56; 2005-2006
2003-2004
1976-1977
2007-2008; 2008-2009
1961-1962; 1962-1963; 1963-1964; 1967-1968; 1968-1969

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Ultras Tempio curva nord

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

La rivalità più sentita dalla tifoseria tempiese è sicuramente quella con l'Olbia, con la quale i galletti disputano il derby della Gallura. Altra rivalità molto sentita è quella con il Calangianus, anch'essa legata al contesto territoriale, ed in maniera minore con le squadre del cagliaritano come il Carbonia, del Campidano come la Tharros, e con la squadra più importante della Provincia di Nuoro, cioè la Nuorese. Sentita anche la rivalità con la squadra più blasonata e più importante dell'intera isola, il Cagliari, rivalità nata soprattutto per il gemellaggio che tiene uniti i tifosi del Tempio con quelli della Torres, la principale rivale della squadra del capoluogo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio