22.11.63

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il libro da cui la serie è tratta, vedi 22/11/'63.
22.11.63
Logo 11.22.63.jpg
Immagine tratta dal trailer della miniserie
Titolo originale 11.22.63
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2016
Formato miniserie TV
Genere drammatico, giallo, fantascienza, thriller
Puntate 8 Modifica su Wikidata
Durata 50-80 min (puntata)
Lingua originale inglese
Rapporto 2.00:1
Crediti
Regia Kevin Macdonald
Soggetto Stephen King
Sceneggiatura Bridget Carpenter
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Musiche Alex Heffes
Scenografia Carol Spier
Produttore J. J. Abrams, Joseph Boccia, Athena Wickham
Produttore esecutivo J.J. Abrams, Stephen King, Bryan Burk, Bridget Carpenter
Casa di produzione Bad Robot Productions
Warner Bros. Television
Prima visione
Prima TV originale
Dal 15 febbraio 2016
Al 4 aprile 2016
Rete televisiva Hulu
Prima TV in italiano
Dall' 11 aprile 2016
Al 30 maggio 2016
Rete televisiva Fox

22.11.63 (11.22.63) è una miniserie televisiva statunitense del 2016 basata sul romanzo di Stephen King 22/11/'63. La serie, composta di otto episodi, ha debuttato il 15 febbraio 2016 su Hulu[1] con J. J. Abrams, Stephen King, Bridget Carpenter e Bryan Burk nelle vesti di produttori esecutivi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L’insegnante di liceo Jake Epping si ritrova a viaggiare nel tempo per cercare di impedire l’assassino di JFK, ma dovrà vedersela con Lee Harvey Oswald, un amore imprevisto e con il passato, che non vuole essere cambiato.

Puntate[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Puntate di 22.11.63.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 agosto 2011, prima dell'uscita del romanzo, è stato annunciato che Jonathan Demme era interessato a scrivere, produrre e dirigere un adattamento cinematografico di 22/11/'63, con Stephen King in veste di produttore esecutivo.[2] Tuttavia, nel dicembre 2012, Demme ha annunciato di aver rinunciato al progetto, dopo varie discussioni con King su cosa includere nella sceneggiatura.[3]

Il 26 aprile 2013, la Bad Robot Productions e la Warner Bros. Television entrano in trattative per ottenere i diritti per adattare il romanzo come una serie o miniserie televisiva.[4]

Le riprese sono cominciate nel giugno 2015 a Hespeler, in Ontario, e sono terminate nell'autunno seguente.[5][6]

Il primo trailer è stato diffuso il 19 novembre 2015.[7]

Trasmissione internazionale[modifica | modifica wikitesto]

La miniserie è stata trasmessa in primavera dai canali Fox in Bulgaria, Belgio, Croazia, Finlandia, Germania, Grecia, Ungheria, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Svezia e Regno Unito.[8] In Italia la serie ha debuttato l'11 aprile 2016.[9]

Differenze tra miniserie e romanzo[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella miniserie Jake, attraversando la "buca del coniglio", si ritrova catapultato nel 1960; nel romanzo, invece, il varco temporale lo porta nel 1958.
  • Nel libro Jake non lascia inalterato il suo nome durante la sua missione modificando solo il cognome in Amberson, ma lo cambia in George.
  • Nel libro Bill Turcotte incontra Jake davanti a casa dei Dunning e lo aiuta ad affrontare Frank, ma non si incontrano più nel corso della storia.
  • Nella miniserie mancano le scene ambientate nella città fittizia di Derry.
  • Nel romanzo Jake non interagisce mai attivamente con Lee Harvey Oswald, né partecipando alla sua festa di compleanno e né tantomeno parlandogli dopo aver perso la memoria.

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nella prima puntata - e per tutta la stagione - Jake avrà con sé un taccuino che riporta tutte le scommesse sportive degli anni in cui è ambientata la serie. È una chiara citazione da Ritorno al futuro - Parte II.
  • Altro riferimento allo stesso film lo si può trovare, sempre nella prima puntata, quando Jake si reca nel 1960. Il portale infatti conduce al 21 ottobre, stesso giorno in cui Marty McFly viaggia nel 2015.
  • Nella puntata 1x02 quando Jake esce dalla casa di Harry dopo aver ucciso Frank, la sera di Halloween si può notare un bambino vestito da coniglio che ricorda molto il personaggio di Frank del film Donnie Darko.
  • Sempre nella stessa puntata quando l'uomo che affitta la camera a Jake gli chiede di quale unità lui facesse parte Jake risponde: Mash, 4077esima. È un riferimento alla serie televisiva M*A*S*H*.
  • Nella puntata 1x04 quando Sadie suona al piano, Jake canticchia alcuni versi di I Saw Her Standing There e fa cenno ai membri dei Beatles. La scena si svolge nel marzo del 1963, proprio in coincidenza dell'uscita di Please Please Me il primo LP del gruppo inglese. Il successo americano dei Beatles, tuttavia, avverrà solo un anno dopo.
  • Sempre nella stessa scena della puntata 1x04, Jake fa un complimento a Sadie con la frase "Smart is the new sexy", che, ovviamente, non viene capita. La frase è una citazione da una battuta di Howard nell'episodio 1x12 della serie televisiva The Big Bang Theory.
  • Nella stessa puntata, inoltre, quando Miss Mimi va da Jake a dirgli che sa che lui non è chi dice di essere, Jake le racconta di essere un testimone dell'FBI, inserito nel programma protezione testimoni perché nel 1959 ha assistito all'omicidio del suo caro amico Fredo da parte del fratello Michael, presso il lago Tahoe. È un riferimento a Il padrino - Parte II.
  • Nella 1x08 quando Jake e Sadie salgono le scale per arrivare al sesto piano del deposito di libri, sul muro si può notare la scritta "Redrum" citazione del film Shining.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Hulu Original "11.22.63" Premieres Presidents Day 2016, su The Futon Critic, 30 ottobre 2015. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  2. ^ (EN) Jonathan Demme to adapt Stephen King's time-travel saga '11/22/63', ew.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  3. ^ (EN) Stephen King's ‘11/22/63’ Loses Jonathan Demme Read more at: https://tr.im/uMTbt, movieweb.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  4. ^ (EN) J.J. Abrams’ Bad Robot To Option Stephen King Novel ’11/22/63′ For TV Series, deadline.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  5. ^ (EN) Actor James Franco in Hespeler for miniseries shoot, su TheRecord.com, 9 giugno 2015. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  6. ^ (EN) Filming In Dealey Plaza Snarls Downtown Dallas Traffic, su KeraNews.org, 6 ottobre 2015. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  7. ^ (EN) 11.22.63 on Hulu Teaser Trailer (Official), YouTube.com. URL consultato il 22 novembre 2015.
  8. ^ (EN) 11.22.63 andrà in onda su Fox in primavera in Italia!, su BadTV.it, 25 gennaio 2016.
  9. ^ 22.11.63, ad aprile James Franco in missione su FOX per salvare JFK, su MondoFox.it, 16 febbraio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]