Brivido (film 1986)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brivido
Brivido.png
Una scena del film.
Titolo originale Maximum Overdrive
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA, Italia
Anno 1986
Durata 97 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, orrore, azione, avventura
Regia Stephen King
Soggetto Stephen King (racconto)
Sceneggiatura Stephen King
Produttore Martha De Laurentiis
Produttore esecutivo Dino De Laurentiis, Don Levin, Mel Pearl
Fotografia Armando Nannuzzi
Montaggio Evan Lottman
Effetti speciali Industrial Light & Magic
Musiche AC/DC
Scenografia Giorgio Postiglione
Costumi Clifford Capone
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Brivido (Maximum Overdrive) è un film del 1986 scritto e diretto da Stephen King, alla sua prima e unica esperienza come regista, tratto dal racconto breve Camion, contenuto nella raccolta A volte ritornano (1978).

La colonna sonora del film è stata composta interamente dagli AC/DC, uno dei gruppi preferiti dallo scrittore statunitense. Nel film possono essere ascoltate hit che il gruppo ha eseguito con il loro cantante Brian Johnson (tranne Ride On con Bon Scott), raccolte, insieme a brani composti appositamente, nella raccolta Who Made Who, tra i più significativi album della band.

Nel 1997 il racconto di King ha avuto un altro adattamento, questa volta televisivo, dal titolo Trucks - Trasporto infernale diretto da Chris Thomson.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

È il 19 giugno 1987, la congiunzione della terra con la coda di una cometa crea scompiglio sulla terra.

Nel giorno dell'incrocio accadono fatti inspiegabilmente misteriosi: un bancomat di una banca che insulta un cliente (interpretato da King stesso); un ponte mobile che si apre senza essere comandato provocando un grande tamponamento; un distributore di bibite che lancia lattine contro un allenatore di baseball e dei ragazzini in un campo sportivo; uno schiacciasassi che uccide uno dei ragazzi; un coltello elettrico che provoca una ferita sul braccio di una cameriera di una tavola calda; un videogioco folgora un ladro che sta rubando le monete; un Tir in sosta con una faccia da folletto sul radiatore investe e travolge l'autista davanti alla stazione di servizio Dixie Boy. Qui convergono tutti i personaggi del film: il perfido gestore che ne ha trasformato il deposito sotterraneo in un deposito di armi; un pregiudicato da lui ricattato; una cameriera; un venditore di bibbie con una autostoppista alla quale ha dato un passaggio; due sposi in viaggio di nozze; un ragazzo fuggito in bicicletta dal campo sportivo figlio di un lavorante della stazione di servizio stessa ucciso da uno dei camion.

Tutti assistono increduli ai Tir impazziti, che viaggiano senza conducente; alle raffiche di un misterioso mitra (che, utilizzando l'alfabeto Morse, impone di rifornire di carburante tutti i camion circolanti nella zona creando una lunghissima coda) e ad altre cose fuori dal comune, fin quando non riescono a scappare all'accerchiamento grazie alla rete fognaria e a mettersi in salvo in attesa che la congiunzione della terra con la cometa finisca.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato a Wilmington, in North Carolina, nei pressi degli studi cinematografici di Dino De Laurentiis, produttore del film.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stephen Schaefer, The Director is King, Fil Comment, giugno 1986. In L'orrore secondo Stephen King, a cura di Tim Underwood e Chuck Miller, Milano, Arnoldo Mondadori, Editore, 1999. ISBN 88-04-46422-4 p. 239
  2. ^ Stephen Schaefer, op. cit., p. 238

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema