Tony Romo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tony Romo
Tony Romo before 2008 Pro Bowl.JPEG
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 103 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys
Carriera
Giovanili
Eastern Illinois
Squadre di club
2003- Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys
Statistiche aggiornate al 27 dicembre 2013

Antonio Ramiro "Tony" Romo (San Diego, 21 aprile 1980) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di quarterback per i Dallas Cowboys della National Football League (NFL). Il passer rating in carriera di Romo con 97,3 è il secondo nella classifica di tutti i tempi. Romo non giocò nella stagione regolare 2003, 2004 e 2005. Egli sostituì il precedente quarterback titolare dei Cowboys Drew Bledsoe durante una gara contro i New York Giants nella stagione 2006.

Carriera universitaria[modifica | modifica sorgente]

Romo al college giocò gli Eastern Illinois Panthers, squadra rappresentativa dell'Università dell'Eastern Illinois, dal 2000 al 2002. Nel 2009 il suo numero 17 fu ritirato dall'istituto.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Dallas Cowboys[modifica | modifica sorgente]

Al draft NFL 2003 Romo non fu scelto ma successivamente fu messo sotto contratto tra i rookie non draftati dai Dallas Cowboys. Romo iniziò il training della stagione 2003 come ultimo quarterback dei Cowboys dietro Quincy Carter e Chad Hutchinson. Nel 2004, i Cowboys rilasciarono Chad Hutchinson e firmarono il veterano Vinny Testaverde, oltre ad acquisire dagli Houston Texans il quarterback Drew Henson. Romo fu sul punto di essere svincolato dal roster quando Quincy Carter fu rilasciato dopo le accuse di aver fatto abuso di sostanze vietate. Dopo la fine dell'esperienza di Vinny Testaverde a Dallas nel 2005, i Cowboys firmarono l'altro veterano Drew Bledsoe, l'ottavo quarterback titolare per i Cowboys dal 2000.

Una delle prime grandi partite giocate da Romo fu nel 2004, quando (come terzo QB) corse il touchdown della vittoria nella gara di pre-stagione contro gli Oakland Raiders. Romo debuttò nella NFL il 12 settembre del 2004 contro i Minnesota Vikings indossando la maglia numero 9. Giunto al posto di quarterback numero 2 nel 2005, Romo mostrò ottime prestazioni nelle stagioni 2005 e 2006. Dopo la stagione 2006, Sean Payton (diventato capo-allenatore dei New Orleans Saints), offrì una scelta del terzo giro per Romo ma Jerry Jones rifiutò, chiedendo almeno una scelta del secondo giro. Romo alla fine divenne il quarterback titolare dopo l'infortunio di Drew Bledsoe nella partita contro i New York Giants il 23 ottobre 2006.

Stagione 2006[modifica | modifica sorgente]

Romo nella pre-stagione 2006.

Romo iniziò la stagione come riserva di Drew Bledsoe. Egli giocò il suo primo snap della stagione in una gara casalinga contro gli Houston Texans il 15 ottobre. Il suo primo passaggio nella NFL fu un completo da 33 yard per Sam Hurd. L'altro suo solo passaggio della partita fu un passaggio da touchdown da due yard, il suo primo nella NFL, per Terrell Owens[1].

Nella partita seguente contro i Giants, Bledsoe si infortunò e Romo completò 14 passaggi su 25 per 227 yards, 2 touchdowns e 3 intercetti (uno ritornato in touchdown). Due giorni dopo, il 25 ottobre, il capo-allenatore dei Cowboys Bill Parcells annunciò che Romo sarebbe partito titolare nella gara seguente contro i Carolina Panthers nel Sunday Night Football. Romo guidò i Cowboys alla vittoria nella sua prima partita da titolare, 35–14, venendo votato miglior giocatore della partita.

Il 19 novembre 2006, Romo guidò i Cowboys alla vittoria sugli Indianapolis Colts, ultima squadra imbattuta della lega. Romo completò 19 passaggi su 23 nella vittoria 21–14. Quattro giorni dopo, nel Giorno del Ringraziamento, Romo passò 5 touchdown senza intercetti nella vittoria contro i Buccaners.

Grazie a Romo, i Cowboys raggiunsero un posto nei playoff per la seconda volta con Bill Parcells da capo-allenatore dal 2003. Egli finì la stagione 2006con 220 completi su 337 tentativi per 2.903 yards, 19 touchdown e 13 intercetti, con passer rating di 95,1.

Il 6 gennaio 2007, i Dallas Cowboys affrontarono in trasferta i Seattle Seahawks nel primo turno di playoff. Coi Cowboys sotto 21-20 e 79 secondi rimanenti, Dallas tentò un field goal da 19 yard. Romo bloccò il kicker cercando di correre verso la end zone per segnare un touchdown ma fu fermato a una yard di distanza dal defensive back di Seattle Jordan Babineaux. Seattle vinse alla fine la partita. Romo finì la stagione al settimo posto per yard passate nella (2,903) e passaggi da TD (19).

Stagione 2007[modifica | modifica sorgente]

Romo iniziò la stagione con 4 passaggi da touchdown più uno corso touchdown, il primo della carriera, battendo i New York Giants 45–35 nella prima partita dell'anno. Le sue 345 yard passate furono il massimo della NFL nella prima settimana. Nella settimana 5 durante il Monday Night Football contro i Buffalo Bills, Romo lanciò cinque intercetti ma Dallas vinse comunque la partita. A fine anno lanciò per 4.211 yard (terzo nella NFL) e 36 passaggi da touchdown (secondo solo a Tom Brady). Il suo 97,4 di passer rating fu quinto nella NFL dietro Brady, Ben Roethlisberger, David Garrard e Peyton Manning.

Il 29 ottobre, Romo firmò un contratto di sei anni del valore di 67,5 milioni di dollari coi Cowboys[2].

Il 13 gennaio 2008 nel turno di playoff contro New York Giants, Romo non riuscì a guidare la sua squadra ad una vittoria in rimonta. Sul quarto down con meno di un minuto e senza timeout rimanenti, Romo lanciò la palla endzone ma fu intercettato dal cornerback R. W. McQuarters, coi Cowboys che persero 21–17 venendo eliminati.

Stagione 2008[modifica | modifica sorgente]

Il 7 settembre 2008, Romo guidò i Cowboys alla vittoria 28–10 sui Cleveland Browns nel debutto stagionale. Romo completò 24 passaggi super 320 yard e un touchdown. Dopo la gara, a Romo furono applicati 13 punti di sutura per un grosso taglio al mento, infortunio causatogli dal linebacker Willie McGinest.

Romo e Cowboys vinsero le prime 3 partite della stagione prima di perdere coi Washington Redskins. Una sconfitta contro i Cardinals Romo si infortunò venendo sostituito nella 3 partite successive da Brad Johnson, coi Cowboys che ne persero due.

In quella che divenne di fatto una vera e propria partita ad eliminazione per centrare i playoff, Romo e i Cowboys persero coi Philadelphia Eagles 44–6[3]. Romo perse 3 palloni passando con 21/39 per 183 yard senza touchdowns[4]. La sconfitta portò il record in carriera di Romo nel mese di dicembre a 5–8 e sollevò questioni sull'affidabilità del QB in presenza di partite chiave della stagione[5].

Stagione 2009[modifica | modifica sorgente]

Tony Romo contro i Kansas City Chiefs nel 2009

Romo guidò i Cowboys alla vittoria 34–21 sui Tampa Bay Buccaneers nella partita inaugurale. Romo completò 16 passaggi su 27 per il suo allora massimo in carriera di 353 yard e 3 touchdown[6].

Romo e i Cowboys furono sconfitti nella settimana 2 dai New York Giants nel debutto dei Cowboys nel nuovo Cowboys Stadium. Romo completò 13 passaggi su 29 per 127 yard e 1 touchdown. Egli lanciò anche tre intercetti, uno dei quali ritornato in touchdown. La sconfitta attirò pesanti critiche dai parte de media e da parte di ex giocatori dei Cowboys incluso l'hall of famer Tony Dorsett su Romo e sulle sue prestazioni nelle grandi partite.

In dicembre. in una gara in trasferta contro i New York Giants, Romo passò il suo nuovo record con 392 yard, insieme a tre touchdown nella sconfitta di Dallas. Nella settimana 15, Romo guidò i Cowboys alla vittoria contro una squadra imbattuta nella stagione per la seconda volta in carriera. Dopo il 2006 e i Colts, il 19 dicembre 2009 toccò ai New Orleans Saints che si erano sul record di 13-0 Saints. Romo lanciò per 312 yards, 1 TD e nessun intercetto.

Romo finì la stagione come l'unico quarterback nella storia della franchigia a giocare ogni singolo snap della stagione regolare. Egli stabilì anche il suo record di yard passate con 4.483 yards ed il primo QB di Dallas a superare i 20 TD con meno di 10 intercetti.

I Dallas Cowboys vinsero la NFC East grazie alla vittoria nell'ultima partita, il secondo titolo di division in tre stagioni complete di Romo come QB titolare.

Romo ebbe un 104,9 di passer rating nella vittoria 34-14 sui Philadelphia Eagles nel primo turno di playoff, la prima vittoria nei playoff di Dallas in 13 anni e la sua prima in carriera.

La stagione dei Cowboys finì nel turno seguente contro i Minnesota Vikings. Romo ebbe tre fumble (perdendone due), un intercetto e subì 6 sack nella sconfitta 34-3.

Stagione 2010[modifica | modifica sorgente]

Un passaggio di Romo contro i Texans nel 2010

Nella settimana 5 contro i Tennessee Titans, Romo lanciò un record in carriera di 406 yard e 3 touchdowns. Egli però lanciò due intercetti decisivi nell'ultimo quarto che costarono la sconfitta per 34-27 al Cowboys Stadium. Romo e i Cowboys erano alla disperata ricerca di una vittoria avendo un record di 1-3 e l'ultimo posto nella division. Essi giocarono contro i Minnesota Vikings, anch'essi sull'1-3 e bisognosi di una vittoria. Romo lanciò per oltre 200 yard e 3 TD ma altri due gravi intercetti e i Cowboys persero 24-21.

Il 25 ottobre 2010 si ruppe la clavicola sinistra cadendo a terra dopo il tackle del linebacker Michael Boley dei New York Giants. Il 21 dicembre venne messo sulla lista degli infortunati venendo sostituito dal veterano John Kitna.

Nelle sole sei partite disputate durante l'anno, Romo passò per 11 touchdown con 7 intercetti, con 1.605 yard totali.

Stagione 2011[modifica | modifica sorgente]

Nella stagione 2011, nella seconda settimana contro i San Francisco 49ers dopo aver subito un infortunio ad una costola decise di rientrare nel 4° quarto. Romo portò i Cowboys prima ai supplementari e poi a vincere la partita. Per questa prova vinse il titolo GMC Never Say Never Moment della settimana. I Cowboys furono in corsa per i playoff per tutta la stagione ma persero due gare chiave contro i Giants nel finale di stagione, complice anche un infortunio di Romo, e restarono nuovamente fuori dai playoff.

Romo chiuse il 2011 giocando tutte le partite malgrado l'infortunio subito nel finale di stagione. Egli terminò col miglior passer rating della sua carriera (102,5), lanciando 4.184 yard e 31 touchdown passati, 10 intercetti oltre ad un altro touchdown su corsa. A fine stagione, Romo fu votato al 91º posto nella NFL Top 100, l'annuale classifica dei migliori cento giocatori della stagione[7].

Stagione 2012[modifica | modifica sorgente]

Il 5 settembre 2012, nella prima gara della nuova stagione, i Cowboys si vendicarono dei New York Giants campioni in carica che li avevano esclusi dalla corsa ai playoff l'annata precedente, vincendo 24-17 in trasferta[8]. Romo giocò un'ottima partita completando 22 passaggi su 29 tentativi per 307 yard, 3 touchdown e un intercetto[9]. Nel turno successivo i Cowboys persero la prima gara stagionale contro i Seattle Seahawks. Tony completò 23 passaggi su 40 per 251 yard, un touchdown e un intercetto[10].

Nella settimana 3 i Cowboys tornarono alla vittoria contro i Buccaneers: Romo passò 283 yard senza touchdown e con un intercetto[11]. Nella settimana successiva, i Cowboys persero la seconda gara stagionale contro i Chicago Bears con Romo che giocò una partita disastrosa lanciando ben 5 intercetti[12][13].

Dopo la settimana di pausa, i Cowboys uscirono nuovamente sconfitti nella gara contro i Baltimore Ravens con Romo che passò 261 yard con 2 touchdown e un intercetto[14][15].

Nella settimana 7 Dallas vinse contro i Panthers con Romo che passò 227 yard con un touchdown[16][17]. Nella settimana 8, in casa contro i Giants, la gara fu una girandola di emozioni: dopo essere stati in vantaggio per 23-0, i Giants si fecero rimontare da Dallas finendo per passare in svantaggio nel quarto periodo. Dallas però si fece rimontare a sua volta finendo per perdere 29-24. Romo passò un touchdown e subì ben 4 intercetti, passando 437 yard con 62 passaggi tentati[18][19]. I Cowboys scesero a un record di 5-3 a metà stagione perdendo con gli imbattuti Falcons nella settimana 9[20]. Romo passò 321 yard con un touchdown.

Nella settimana 10 i Cowboys ottennero un'importante vittoria nello scontro diretto tra due squadre in difficoltà contro gli Eagles. Romo passò 209 yard con 2 touchdown e nessun intercetto[21]. Nel turno seguente i Cleveland Browns mise in seria difficoltà i Cowboys che però alla fine vinsero ai supplementari[22]. Romo passò 313 yard con un touchdown.

Nella gara del Giorno del Ringraziamento, Romo stabilì il proprio primato in carriera passando 441 yard con 3 touchdown e 2 intercetti che non riuscirono a colmare il largo deficit accumulato dai Cowboys alla fine del primo tempo, finendo per perdere coi Redskins[23].

Dallas tornò alla vittoria contro gli Eagles con una grande gara di Romo che passò 303 yard e tre touchdown senza subire intercetti, rimanendo in corsa per la vittoria della NFC North grazie alla contemporanea sconfitta dei Giants coi Redskins[24].

Con una vittoria all'ultimo istante nella settimana 14 in casa dei Bengals, Dallas si portò su un record di 7-6. Romo guidò la rimonta dei Cowboys con 268 yard, un touchdown e un intercetto[25].

Dallas restò aggrappata al treno dei playoff battendo in rimonta ai supplementari gli Steelers nella settimana 15. Romo giocò un'ottima prova passando 341 yard e 2 touchdown[26]. Malgrado un'ottima rimonta nel finale di gara contro i Saints la domenica successiva, 416 yard e 4 touchdown passati da Romo non furono sufficienti ai Cowboys che persero ai supplementari[27].

Nell'ultimo turno di campionato, i Cowboys necessitavano di una vittoria sui Redskins per accedere ai playoff. Dopo uno spettacolare mese di dicembre in cui aveva lanciato 10 touchdown e un solo intercetto nelle prime tre gare, Romo fallì ancora nel momento decisivo subendo tre intercetti (con 2 touchdown) nella sconfitta, con Dallas che rimase fuori dai playoff per il terzo anno consecutivo[28][29]. La stagione si concluse con 4.903 yard passate (terzo nella lega), 28 passaggi da touchdown e 19 intercetti, il peggior risultato della NFL insieme a Drew Brees.

Stagione 2013[modifica | modifica sorgente]

Il 29 marzo 2013, il trentaduenne Romo e i Cowboys raggiunsero un accordo per un nuovo contratto della durata di sei anni per un valore di 108 milioni di dollari, inclusi 55 milioni garantiti e 25 milioni di bonus alla firma[30]. Nella settimana 1 i Cowboys batterono per la prima volta i Giants all'AT&T Stadium dalla sua inaugurazione nel 2009. Romo passò 263 yard con 2 touchdown per Jason Witten e un intercetto[31]. La settimana successiva Dallas perse coi Chiefs malgrado 298 yard ed un touchdown passati da Romo[32]. I Cowboys tornarono alla vittoria nella settimana 3 coi Rams con 210 yard e 3 touchdown passati dal quarterback[33].

Nella settimana 5 contro gli imbattuti Denver Broncos, Romo stabilì il nuovo record di franchigia dei Cowboys con 506 yard passate (il primo giocatore di Dallas a superare le 500 yard in una gara) con 5 passaggi da touchdown ma macchiò la sua splendida prova con un intercetto decisivo nel finale di partita che diede la vittoria a Denver sul filo di lana[34]. Per questa prestazione fu premiato per quarta volta in carriera come quarterback della settimana[35]. Dallas tornò alla vittoria la settimana seguente contro i Redskins con 170 yard e un TD di Romo (un intercetto subito)[36] e con la vittoria nella settimana 7 in trasferta sugli Eagles i Cowboys si presero la vetta solitaria della NFC East[37]. In quella gara, Romo superò il record NFL di Kurt Warner per il maggior numero di yard passate alla centesima gara come titolare in carriera e pareggiò il suo stesso record di franchigia con la ventesima gara consecutiva con almeno un touchdown passato. La domenica successiva Dallas sprecò un largo vantaggio venendo sconfitta dai Lions in una gara al cardiopalma, con Romo che passò 206 yard e 3 touchdown[38].

Nella settimana 9, Romo guidò Dallas a una vittoria dell'ultimo minuto contro i Vikings passando il touchdown del sorpasso a Dwayne Harris a 35 secondi dal termine[39]. Dopo una sconfitta coi Saints e la settimana di pausa, i Cowboys batterono in trasferta i Giants, togliendo loro le residue possibilità di raggiungere i playoff e raggiungendo gli Eagles in testa alla division. Romo terminò con 250 yard passate, 2 due touchdown per Jason Witten e un intercetto[40]. Quattro giorni dopo, nella gara del Giorno del Ringraziamento Dallas batté Oakland con 225 yard e un passaggio da touchdown del quarterback pur rallentato da una forma influenzale[41][42].

Dopo una sconfitta contro i Bears nel Monday Night, i Cowboys nella settimana 15 si trovarono in vantaggio per 26-3 alla fine del primo tempo contro i Packers, un risultato che poteva stare persino loro stretto. La squadra e Romo però collassarono nel secondo tempo, col quarterback che subì 2 intercetti negli ultimi 90 secondi di gara e alla fine Green Bay la spuntò per 37-36 in una delle più grandi sorprese della stagione[43][44]. Con questa sconfitta il record di Romo nel mese di dicembre scese a 5 vittorie e 25 sconfitte. Fu la prima vittoria di Green a Dallas dalla stagione 1989.

Dopo che nei giorni precedenti alla gara erano emerse voci di un irrigidimento dei rapporti tra Romo e il running back titolare DeMarco Murray, nella settimana 16 contro i Redskins Romo passò proprio a Murray il touchdown della vittoria a un minuto dal termine, scongiurando un'altra sconfitta in rimonta come la settimana precedente[45][46]. In quella gara subì però un infortunio alla schiena che lo costringerà a saltare la resa dei conti con gli Eagles nell'ultima gara della stagione e a sottoporsi a un intervento chirurgico[47]. La sua stagione si concluse con 3.828 yard passate, 31 touchdown (quinto della lega e secondo massimo in carriera eguagliato) e 10 intercetti. Fu votato al 71º posto nella NFL Top 100 dai suoi colleghi[48].

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

2006, 2007, 2009
1ª e 13ª del 2007, 10ª del 2011, 5ª del 2013
2ª del 2011, 1ª e 10ª del 2012, 16ª del 2013

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 139
Partite totali da titolare 111
Yard lanciate 29.565
Touchdown 208
Intercetti subiti 101
Passer rating 95,8

Statistiche aggiornate alla stagione 2013

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) "NFL Game Center: Post Game - Houston Texans at Dallas Cowboys - 2006 Week 6".
  2. ^ (EN) "Sources: Cowboys, Romo agree on 6-year, $67.5 million deal".
  3. ^ (EN) "Eagles Trounce Cowboys to Cap Unlikely Rally to NFC Wild-Card Berth".
  4. ^ (EN) "NFL.com Game Center: Box Score - Dallas Cowboys vs. Philadelphia Eagles".
  5. ^ (EN) "Dallas Cowboys' Romo has Support of Jerry Jones, Phillips".
  6. ^ (EN) "Cowboys get Romo-friendly in season-opening win".
  7. ^ (EN) NFL.com - Top 100 Players of 2012.
  8. ^ (EN) Gamecenter: Cowboys 24 Giants 17, NFL.com, 5 settembre 2012. URL consultato il 6 settembre 2012.
  9. ^ NFL 2012 Week 1: Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 10 settembre 2012. URL consultato il 10 settembre 2012.
  10. ^ (EN) Gamecenter: Dallas 7 Seattle 27, NFL.com, 16 settembre. URL consultato il 17 settembre 2012.
  11. ^ (EN) Game Center: Tampa Bat 10 Dallas 16, NFL.com, 23 settembre 2012. URL consultato il 26 settembre 2012.
  12. ^ (EN) Game Center: Chicago 34 Dallas 18, NFL.com, 1 ottobre 2012. URL consultato il 2 ottobre 2012.
  13. ^ Nfl – Tempo di primi verdetti: Deludono i Patriots, sorpresa Vikings, Eat Sport, 4 ottobre 2012. URL consultato il 4 ottobre 2012.
  14. ^ (EN) Game Center: Dallas 29 Baltimore 31, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 17 ottobre 2012.
  15. ^ (EN) NFL: Rodgers costringe alla resa i Texans, Falcons ancora imbattuti, Eat Sport, 15 ottobre 2012. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  16. ^ (EN) Game Center: Dallas 19 Carolina 14, NFL.com, 21 ottobre 2012. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  17. ^ NFL – Rodgers fa il fenomeno e annienta i Rams, Chris Johnson trascina i Titans contro Buffalo, Eat Sport, 22 ottobre 2012. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  18. ^ (EN) Game Center: New York 29 Dallas 24, NFL.com, 28 ottobre 2012. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  19. ^ NFL – Giants in volata sui Cowboys, dominio di Patriots e Broncos, Eat Sport, 29 ottobre 2012. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  20. ^ (EN) Game Center: Dallas 13 Atlanta 19, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 5 novembre 2012.
  21. ^ (EN) Game Center: Dallas 38 Philadelphia 23, NFL.com, 11 novembre 2012. URL consultato il 13 novembre 2012.
  22. ^ (EN) Game Center: Cleveland 20 Dallas 23, NFL.com, 19 novembre 2012. URL consultato il 21 novembre 2012.
  23. ^ (EN) Game Center: Washington 38 Dallas 31, NFL.com, 22 novembre 2012. URL consultato il 23 novembre 2012.
  24. ^ (EN) Game Center: Philadelphia 33 Dallas 38, NFL.com, 2 dicembre 2012. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  25. ^ (EN) Game Center: Dallas 20 Cincinnati 19, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato il 12 dicembre 2012.
  26. ^ (EN) Game Center Pittsburgh 24 Dallas 27, NFL.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 18 dicembre 2012.
  27. ^ (EN) Game Center: New Orleans 34 Dallas 31, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  28. ^ (EN) Game Center: Dallas 18 Washington 28, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  29. ^ NFL 2012 Week 17 - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  30. ^ (EN) Tony Romo, Dallas Cowboys strike $108M contract, NFL.com, 29 marzo 2013. URL consultato il 29 marzo 2013.
  31. ^ (EN) Game Center: New York 31 Dallas 36, NFL.com, 9 settembre 2013. URL consultato il 10 settembre 2013.
  32. ^ (EN) Game Center: Dallas 16 Kansas City 17, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  33. ^ (EN) Game Center: St. Louis 7 Dallas 31, NFL.com, 22 settembre 2013. URL consultato il 24 settembre 2013.
  34. ^ (EN) Game Center: Denver 51 Dallas 48, NFL.com, 7 ottobre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  35. ^ (EN) Tony Romo is FedEx Air Player of the Week, NFL.com, 11 ottobre 2013. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  36. ^ (EN) Game Center: Washington 16 Dallas 31, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  37. ^ (EN) Game Center: Dallas 17 Philadelphia 3, NFL.com, 20 ottobre 2013. URL consultato il 20 ottobre 2013.
  38. ^ (EN) Game Center: Dallas 30 Detroit 31, NFL.com, 27 ottobre 2013. URL consultato il 27 ottobre 2013.
  39. ^ (EN) Game Center: Minnesota 23 Dallas 27, NFL.com, 3 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2013.
  40. ^ (EN) Game Center: Dallas 24 New York 21, NFL.com, 24 novembre 2013. URL consultato il 25 novembre 2013.
  41. ^ (EN) Game Center: Oakland 24 Dallas 31, NFL.com, 28 novembre 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  42. ^ (EN) Nfl, Packers travolti a Detroit. Super Murray lancia Dallas contro Oakland, La Gazzetta dello Sport, 29 novembre 2013. URL consultato il 30 novembre 2013.
  43. ^ (EN) Game Center: Green Bay 37 Dallas 36, NFL.com, 15 dicembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  44. ^ Nfl, New England inciampa a Miami; Green Bay, che rimonta a Dallas, La Gazzetta dello Sport, 16 dicembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  45. ^ (EN) Game Center: Dallas 24 Washngton 23, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  46. ^ Nfl, Manning record: a Denver l'Afc West. Hixon all'ultimo respiro, Carolina ride, La Gazzetta dello Sport, 23 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  47. ^ (EN) Cowboys' Tony Romo will be on IR; Kyle Orton to start, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 27 dicembre 2013.
  48. ^ (EN) The Top 100 Players of 2014, NFL.com, 22 maggio 2014. URL consultato il 22 maggio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 78251531