Passerano Marmorito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Passerano Marmorito
comune
Passerano Marmorito – Stemma Passerano Marmorito – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Asti-Stemma.png Asti
Amministrazione
Sindaco Davide Massaglia (lista civica insieme per Passerano) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°03′24″N 8°01′11″E / 45.056667°N 8.019722°E45.056667; 8.019722 (Passerano Marmorito)Coordinate: 45°03′24″N 8°01′11″E / 45.056667°N 8.019722°E45.056667; 8.019722 (Passerano Marmorito)
Altitudine 320 m s.l.m.
Superficie 12,03 km²
Abitanti 451[1] (31-12-2010)
Densità 37,49 ab./km²
Frazioni Boscorotondo
Comuni confinanti Albugnano, Aramengo, Capriglio, Castelnuovo Don Bosco, Cerreto d'Asti, Cocconato, Pino d'Asti, Piovà Massaia
Altre informazioni
Cod. postale 14020
Prefisso 0141
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 005082
Cod. catastale G358
Targa AT
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti passeranesi
Patrono santi Pietro e Paolo
Giorno festivo 29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Passerano Marmorito
Mappa di localizzazione del comune di Passerano Marmorito nella provincia di Asti
Mappa di localizzazione del comune di Passerano Marmorito nella provincia di Asti
Sito istituzionale

Passerano Marmorito (Passeiran in piemontese) è un comune di 439 abitanti della provincia di Asti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Passerano, conti di Cocconato, zecca di Radicati, emissione aurea del 1581-1598

Il nome di Passerano deriva probabilmente da un fundus posseduto da una ricca famiglia del tempo. Nei diplomi imperiali il luogo compare una prima volta nel 1164, ma è molto probabile che già in precedenza vi esercitasse in realtà la signoria una famiglia locale alla quale si dovrebbe l'erezione di una fortezza. Fra il XII ed il XIII secolo, Oberto ed il figlio Manfredo sono i signori locali, in qualche modo collegati con il Marchese di Monferrato.

La loro supremazia sul villaggio dura fino alla metà del secolo XIII, quando subentra la potente famiglia dei Conti di Cocconato. Un Diploma di Carlo V del 1530 ristabilì l'antica autonomia della contea dei Radicati, che ottennero anche il privilegio di battere moneta in oro e argento; nel 1586 i Radicati decisero poi di sottomettersi al Duca di Savoia.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2011 è gemellato con il comune francese di Beauvoisin, nella Drôme provençal.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Divenne famoso nei primi anni ottanta grazie a Giorgio Faletti, che, interpretando uno dei suoi personaggi (Carlino) nel programma televisivo Drive In, utilizzava la frase "io sono di Passerano Marmorito, il paese è piccolo... la gente mormora!".

Personaggi celebri[modifica | modifica wikitesto]

Tra i suoi cittadini più illustri il conte Alberto Radicati di Passerano (1698-1737) che Gobetti considerava il primo illuminista d'Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte