Ordine di Lenin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ordine di Lenin
Орден Ленина
Order of Lenin type1.jpg
Medaglia del primo tipo
Flag of the Soviet Union.svg
Unione Sovietica
Tipologia Ordine nazionale
Status cessato
Istituzione Mosca, 6 aprile 1930
Primo capo Aleksej Ivanovič Rykov
Cessazione Mosca, 1991
Precedenza
Ordine più alto Eroe del Lavoro Socialista
Ordine più basso Ordine della Rivoluzione d'Ottobre
Order of Lenin ribbon bar.png
Nastro dell'Ordine

L'Ordine di Lenin (in russo Орден Ленина), intitolato al leader della Rivoluzione russa, era la più alta onorificenza nazionale dell'Unione Sovietica. Il riconoscimento veniva assegnato per i seguenti motivi:

  • a un civile per i notevoli servigi resi allo Stato
  • a membri delle forze armate per uno stato di servizio esemplare
  • a chi promuoveva amicizia e cooperazione tra i popoli e rafforzava la pace
  • per altri servizi meritori nei confronti dello stato sovietico e della società

Chi riceveva i riconoscimenti di Eroe dell'Unione Sovietica o di Eroe del Lavoro Socialista otteneva al contempo anche l'Ordine di Lenin. L'onorificenza venne assegnata a città, imprese, fabbriche, regioni, unità militari e navi. L'Ordine di Lenin venne istituito dal Comitato Esecutivo Centrale il 6 aprile 1930. La prima entità sovietica a riceverlo fu il quotidiano sovietico Pravda, il 23 maggio 1930. I primi stranieri insigniti del premio furono due meccanici aerei statunitensi, il 10 settembre 1934, per la loro partecipazione alle operazioni di ricerca e soccorso della nave a vapore Čeljuskin.

Medaglie[modifica | modifica sorgente]

Dettagli di costruzione[modifica | modifica sorgente]

Il disegno finale dell'Ordine di Lenin venne accettato nel 1934. L'Ordine consisteva in un distintivo, composto da un disco che recava il ritratto di Vladimir Lenin in platino. Il disco era circondato da due spighe di grano dorate, e da una bandiera rossa con la parola 'Lenin' in cirillico (Ленин). Una Stella Rossa era presente sulla sinistra e un simbolo della falce e martello, anch'esso rosso, era collocato in basso. Il distintivo veniva indossato sul petto a sinistra, in origine senza mostrina, successivamente con una mostrina rossa con due strisce gialle su ogni lato.

Alcuni premiati[modifica | modifica sorgente]

Italiani[modifica | modifica sorgente]

Nella finzione[modifica | modifica sorgente]

  • Nel film Caccia a Ottobre Rosso, il dottore del sottomarino dice al capitano, Marko Ramius (Sean Connery) che il suo piano di affondare il sottomarino (e morire con gli ufficiali a bordo) piuttosto che permettere agli americani di catturarlo e studiarne la tecnologia segreta, salvando al contempo il resto dell'equipaggio, gli farà guadagnare l'Ordine. Non è chiaro se un'azione di questo tipo avrebbe soddisfatto i requisiti per il premio.
  • Nel videogioco Metal Gear Solid 3: Snake Eater, lo scienziato sovietico Aleksandr Leonovitch Granin mostra i suoi vari riconoscimenti, tra cui l'Ordine di Lenin, e si vanta dell'assegnazione del titolo di Eroe del Socialismo (ovvero la stella di Eroe dell'Unione Sovietica) per lo sviluppo del missile balistico mobile noto come SS-1C.
  • James Bond riceve l'Ordine nel film A View to a Kill. Gli viene consegnato dal Generale Gogol, per aver salvato l'industria americana dei microchip (e quindi, implicando un pesante spionaggio, l'industria dei microchip sovietica!), che stava per essere distrutta dal cattivo del film, Max Zorin. Nel film, a Bond viene detto di essere il primo cittadino straniero a ricevere il premio, anche se ciò non è esatto né storicamente né all'interno della medesima fiction: infatti, diversi "cattivi" dei film della serie di James Bond hanno indossato l'Ordine di Lenin sulle loro uniformi, solitamente in forma di mostrina.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]