Mirella Freni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mirella Freni, pseudonimo di Mirella Fregni (Modena, 27 febbraio 1935), è un soprano italiano, attivo dalla fine degli anni cinquanta ai primi anni duemila.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È stata una "bambina prodigio", essendosi già esibita in pubblico all'età di dieci anni in un concorso RAI, cantando Un bel dì vedremo da Madama Butterfly imparata ad orecchio. Aveva iniziato ad amare la musica in famiglia e a cantare da voce bianca le arie d'opera popolari, mentre uno zio materno le aveva insegnato a leggere le prime note. Beniamino Gigli, dopo averla ascoltata in un'audizione privata a Roma, le consigliò di dedicarsi in maniera sistematica allo studio del canto. Come insegnante ebbe il baritono, noto nel primo novecento, Gigi Bertazzoni, coadiuvato al piano dal maestro Leone Magiera, che ne divenne il preparatore musicale per i primi venticinque anni di carriera.

Dopo qualche anno di studio, debuttò con grande successo il 3 febbraio 1955 al Teatro Comunale di Modena come Micaela nella Carmen di Bizet.[1]. Subito dopo il brillante debutto interruppe la carriera in seguito al matrimonio col maestro Magiera e alla maternità, riprendendo soltanto tre anni dopo, quando, dopo l'affermazione al "Concorso internazionale Giovanni Battista Viotti" a Vercelli, cantò nel ruolo di Mimì a Torino. Seguirono i debutti a Glyndebourne nei ruoli mozartiani di Susanna e Zerlina e al Covent Garden in Nannetta nel 1961, diretta da Carlo Maria Giulini.

Ancora con Falstaff , nel 1962 esordì alla Scala di Milano, dove l'anno seguente interpretò di nuovo il personaggio di Micaela salvando le sorti dello spettacolo, che, nonostante gli altri interpreti fossero Mario Del Monaco e Giulietta Simionato, stava andando alla deriva[senza fonte]. Il primo grande successo scaligero da protagonista fu nel 1963 nella celebre edizione de La bohème diretta da Herbert von Karajan, del quale divenne ben presto una delle cantanti preferite in assoluto. Nello stesso anno debuttò, ancora come Mimì, alla Staatsoper di Vienna, dove interpretò il suo personaggio prediletto in trentatré rappresentazioni, fino al 1992.

Altro importante debutto fu al Metropolitan nel 1965, ancora in Bohème, accanto al pure debuttante Gianni Raimondi. Seguirono apparizioni negli altri principali teatri statunitensi e poi in tutti i più grandi teatri del mondo, prevalentemente in ruoli squisitamente lirici o lirico-leggeri (oltre a Mimì e Micaela, Liù, Suzel, Giulietta, Marguerite, Adina, Elvira e diversi ruoli mozartiani), con l'eccezione di Violetta, affrontata alla Scala[2], a Londra e nella sua Modena.

A partire dagli anni 70 iniziò ad affrontare ruoli dalla vocalità più tesa, in particolare dell'universo verdiano, come Desdemona in Otello, Elisabetta in Don Carlo, Amelia in Simon Boccanegra, Elvira in Ernani, fino ad Aida. Aggiunse inoltre al repertorio i personaggi pucciniani di stampo più drammatico, come Butterfly, Manon e Tosca.

Con gli anni 90 ha ulteriormente allargato il repertorio nell'ambito del verismo, interpretando Fedora ed Adriana Lecouvreur, e spingendosi nell'area dell'opera russa con Eugene Onegin, La dama di picche e il personaggio di Giovanna de La pulzella d'Orleans. Proprio con quest'ultimo ruolo ha chiuso la carriera a Washington nel 2005. Nello stesso anno il Metropolitan (dove ha cantato in centoquaranta recite) ha celebrato il quarantesimo anniversario del debutto in quel teatro con uno speciale gala in suo onore ("Mirella Freni Gala Anniversary Concert") diretto da James Levine, che è stata l'ultima apparizione

La carriera di Mirella Freni ha visto successi ininterrotti in tutto il mondo, sotto la guida dei più grandi direttori (Karajan, Giulini, Kleiber, Abbado, Solti), ed è stata caratterizzata, come traspare anche dal percorso evolutivo, da un affinamento ed uno studio continui, sia della tecnica vocale che dell'interpretazione scenica. Tra le interpretazioni più acclamate spicca quella della Bohème pucciniana, tanto da essere considerata fra le Mimì per antonomasia del secolo scorso. Ha svolto una vasta attività discografica.

Nel 1976 ha contribuito al libro Prendine mille e una, ma non sposarne alcuna, raccolta di interviste irriverenti sul tema del matrimonio.

Dopo la separazione dal maestro Magiera ha sposato nel 1981 il basso Nicolai Ghiaurov, scomparso nel 2004.

Nel 1990 ha pubblicato un libro di memorie intitolato Mio caro teatro.

Nel 1993 è stata insignita della Legion d'Onore francese. La motivazione fa riferimento ai meriti artistici, per avere onorato la Francia in tutto il mondo attraverso l'interpretazione di numerosi personaggi nelle opere liriche dei suoi maggiori musicisti. La cerimonia della consegna ha avuto luogo nell'ambasciata d'Italia a Parigi alla presenza del ministro degli Affari Esteri francese, dopo un concerto tenuto alla Salle Gavaut assieme al marito Nicolai Ghiaurov (anch'egli insignito in passato della Legion d'Onneur) a beneficio dei bambini della Somalia.

Nel 2010, all'Arena di Verona, le è stato assegnato il primo "Oscar della Lirica" alla carriera.

Repertorio[modifica | modifica sorgente]

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

Inaugura la stagione scaligera nel 1963/1964 come Suzel ne L'amico Fritz, poi è Adina in L'elisir d'amore con Giuseppe Di Stefano, poi ancora Mimì diretta da Karajan, Susanna ne Le nozze di Figaro con sesto Bruscantini e la Cossotto, Liù nella trasferta scaligera al Teatro del Palazzo dei Congressi al Cremlino di Mosca e nella ripresa di Turandot di Giacomo Puccini con Franco Corelli e Renato Capecchi nella stagione 1964/1965, Violetta ne La traviata con Karajan.

Alla Scala nel 1963 è Nannetta nella ripresa di "Falstaff" di Giuseppe Verdi, con Raina Kabaiwanska, Fedora Barbieri, Fiorenza Cossotto e Rolando Panerai e Zerlina nella ripresa di "Il dissoluto punito ossia Il Don Giovanni" di Wolfgang Amadeus Mozart con Elisabeth Schwarzkopf, Leontyne Price, Rolando Panerai e Nicolai Ghiaurov.

Al Royal Opera House è Susanna ne Le nozze di Figaro nel 1963 e nel 1964 con Teresa Berganza e Georg Solti.

Nel 1964 è Zerlina in Don Giovanni con Panerai e Liù in Turandot.

Nel 1965 torna al Royal Opera House con Mimì ed è Micaela in Carmen con Giulietta Simionato all'Arena di Verona.

Nel 1966 è Mimì al Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste.

Al Teatro alla Scala di Milano è ancora Mimì con Luciano Pavarotti nel 1966 e 1969 e con Gianni Raimondi nel 1967, Marguerite nella ripresa di "Faust di Charles Gounod diretta da Georges Prêtre nel 1966 e nel 1967, Zerlina in Don Giovanni con Joan Sutherland, Nicolai Ghiaurov diretta da Prêtre, Maria nella ripresa di "La figlia del reggimento" di Gaetano Donizetti con Luciano Pavarotti nel 1968 e nel 1969 e Manon nella ripresa di "Manon" di Jules Massenet con Luciano Pavarotti e Rolando Panerai nel 1969 e nella stagione 1969/1970 con Alfredo Kraus e Panerai.

A Salisburgo nel Großes Festspielhaus è Micaëla nelle riprese di "Carmen" di Georges Bizet con Grace Bumbry e Julia Hamari diretta da Herbert von Karajan nel 1967 e Zerlina in "Il dissoluto punito ossia Il Don Giovanni" di Wolfgang Amadeus Mozart diretta da Herbert von Karajan, Gundula Janowitz, Alfredo Kraus, Nicolai Ghiaurov e Rolando Panerai nel 1968.

Nel 1967 è Giulietta in Romeo e Giulietta al Metropolitan Opera House con Franco Corelli diretta da Francesco Molinari-Pradelli, Mimì al San Francisco Opera e Violetta Valery al Royal Opera House con Piero Cappucilli diretta da Carlo Maria Giulini.

Nel 1969 è Manon nella replica nel Teatro Comunale di Firenze di "Manon di Jules Massenet con Alfredo Kraus ed Elvira Valton nella prima rappresentazione radiofonica nell'Auditorium RAI del Foro Italico di Roma di "I puritani" di Vincenzo Bellini con Luciano Pavarotti, Sesto Bruscantini e Bonaldo Giaiotti e diretta da Riccardo Muti ed al Teatro Comunale di Bologna.

Al Teatro alla Scala di Milano è: Liù in Turandot nel 1970; Maria Boccanegra-Amelia Grimaldi in "Simon Boccanegra" di Giuseppe Verdi nelle stagioni 1971/1972, 1973/1974, nella prima rappresentazione nel Gosudarstvennij Akademicjeskij Bol'shoj Teatr di Mosca, per le trasferte scaligere, diretta da Claudio Abbado, con Piero Cappuccilli e Nicolai Ghiaurov nel 1974 ed al Covent Garden, al Kennedy Center di Washington nel 1976, nella stagione 1978/1979, al Teatro Bunka di Tokyo nel 1981 ed alla Scala nel 1982; Micaëla nella replica di "Carmen" con Giuseppe Di Stefano e diretta da Georges Prêtre nel 1972; La contessa Rosina ne Le nozze di Figaro, con Teresa Berganza e diretta da Claudio Abbado nel 1974; Mimì con Pavarotti diretta da Prêtre nel 1975; Desdemona in Otello con Placido Domingo nella stagione 1976/1977, nel 1980, nel 1982 e nel 1987, Marguerite nella ripresa di "Faust" di Charles Gounod con Alfredo Kraus, Piero Cappuccilli, Nicolai Ghiaurov diretta da Georges Prêtre nel 1977; Elisabetta di Valois nella ripresa di "Don Carlo" con José Carreras e diretta da Claudio Abbado nella stagione 1977/1978 con Piero Cappuccilli e Nicolai Ghiaurov e nel 1979 con Renato Bruson/Leo Nucci e Ruggero Raimondi, Messa di Requiem di Giuseppe Verdi con Pavarotti diretta da Claudio Abbado nella Chiesa di S. Marco nel 1978, nel Duomo di Cremona e Como nel 1979 e nel Duomo di Parma nel 1980 (diecimila persone hanno seguito il concerto su un grande schermo, fuori dal Duomo, e un'altra parte di pubblico vi ha assistito dall'interno del Teatro Farnese), Adina nella ripresa di "L'elisir d'amore" di Gaetano Donizetti con Luciano Pavarotti e Leo Nucci nel 1979; nello stesso anno partecipa ad un concerto con Placido Domingo, Ileana Cotrubas, Katia Ricciarelli, Leo Nucci e Piero Cappuccilli diretta da Claudio Abbado; è Alice Ford in Falstaff con Juan Pons nella stagione 1980/1981 e nel 1982; è Mimì diretta da Carlos Kleiber nel 1981 e nella trasferta scaligera in Giappone nel 1988 al Festival Hall di Osaka, al Teatro Bunka di Tokyo ed al Kanagawa Kenmin Hall di Yokohama; sempre nel 1981 canta ancora la Messa di Requiem di Verdi con Lucia Valentini Terrani e Nicolai Ghiaurov diretta da Claudio Abbado nella trasferte scaligere nella Cattedrale di San Vito a Praga ed al Teatro Bunka di Tokyo; nel 1982 è Elvira nella ripresa di "Ernani" di Giuseppe Verdi con Plácido Domingo, Renato Bruson con Nicolai Ghiaurov diretta da Riccardo Muti, nel 1986 è Tatiana in Eugenio Oneghin con Nicolai Ghiaurov diretta da Seiji Ozawa e nel 1989 è Adriana Lecouvreur nelle riprese "Adriana Lecouvreur" di Francesco Cilea, con Fiorenza Cossotto diretta da Gianandrea Gavazzeni, partecipando anche alla trasferta scaligera nel Gosudarstvennij Akademicjeskij Bol'shoj Teatr di Mosca.

Al Royal Opera House è Micaela in Carmen con Tatiana Troyanos nel 1970 e Marguerite in Faust con Nicolai Ghiaurov nel 1976, con Alfredo Kraus nel 1977, Tatyana in Eugene Onegin con Ghiaurov nel 1988.

Nel 1972 è Mimì nella ripresa nel Teatro Nuovo di Torino di "La bohème" con Rolando Panerai.

Nel 1974 è Maria nelle riprese nel Teatro Comunale di Bologna di "La figlia del reggimento" di Gaetano Donizetti e nel Teatro Comunale di Reggio Emilia.

Nel 1975 è Marie nella prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "La fille du régiment" di Gaetano Donizetti con Alfredo Kraus.

A Salisburgo diretta da Herbert von Karajan nel 1976, 1977 e 1978 è Elisabetta di Valois nelle riprese nel Großes Festspielhaus di "Don Carlos" di Giuseppe Verdi, con Edita Gruberová, José Carreras/Plácido Domingo, Piero Cappuccilli, Nicolai Ghiaurov e José Van Dam e nel 1979 è Aida con José Carreras, Piero Cappucilli e Nicolai Ghiaurov.

Nel 1977 è Micaëla in Carmen ad Edimburgo con Plácido Domingo e Teresa Berganza diretta da Claudio Abbado.

Nel 1978 è Elisabetta di Valois nella registrazione nel Neue Philharmonie Saal di Berlino di "Don Carlos" di Verdi diretta Herbert von Karajan, con Barbara Hendricks, Edita Gruberová, Agnes Baltsa, José Carreras, Piero Cappuccilli, Nicolai Ghiaurov, Ruggero Raimondi e José Van Dam.

Al Wiener Staatsoper nello stesso anno è Micaëla in Carmen ed Elisabetta in Don Carlo con Nicolai Ghiaurov, Piero Cappuccilli e Fiorenza Cossotto, Desdemona in Otello con Plácido Domingo nel 1982, Amelia Grimaldi in Simon Boccanegra con Renato Bruson nel 1984, Manon Lescaut diretta da Giuseppe Sinopoli nel 1986, Tatjana in Eugen Onegin con Nicolai Ghiaurov diretta da Seiji Ozawa nel 1988.

Al San Francisco Opera debutta il ruolo di Manon Lescaut nell'opera omonima nel 1983, quello di Adriana Lecouvreur nel 1985, è Tatyana in Eugene Onegin nel 1986 e Mimì ne La Bohème nel 1988.

Nel 1985 tiene il Freni-Pavarotti-Levine Concert al Metropolitan Opera House.

Nel 1987 è Mimì al Teatro Comunale di Firenze diretta da Carlos Kleiber.

Nel 1990 è Manon Lescaut al Teatro Comunale di Modena ottenendo per quasi mezz'ora applausi da tutto il pubblico che la chiamava per nome.

Al Teatro alla Scala di Milano nel 1990 è Lisa ne La dama di picche; nel 1991 Mimì ed Adriana Lecouvreur con Fiorenza Cossotto; nel 1993 e nel 1996 Fedora con Placido Domingo e tiene un recital e nel 1994 è ancora Mimì con Nicolai Ghiaurov.

Nel 1992 è Mimì al Teatro dell'Opera di Roma.

Al Wiener Staatsoper è Lisa in Pique Dame diretta da Seiji Ozawa nel 1992 e Fedora nell'opera omonima nel 1995.

Nel 1993 è Elisabetta di Valois nelle riprese nel Teatro Comunale di Bologna, partecipa alla trasferta a Tokyo del Teatro Comunale di Bologna come Adriana Lecouvreur e, poi, con Ghiaurov nel concerto di gala all'Orchard Hall e canta in concerto a Rimini con Nicolai Ghiaurov.

Nel 1994 è Fedora nell'opera omonima al Royal Opera House con José Carreras.

Nel 1995 è Mimì al Teatro Regio di Parma e Fedora con Placido Domingo al Teatro Comunale di Modena.

Al Teatro Regio di Torino è Mimì ne La bohème del centenario con Pavarotti nel 1996 in diretta Rai, Tat’jana in Evgenij Onegin con Nicolai Ghiaurov e Roberto Servile nel 1998 e Giovanna d'Arco ne La pulzella d'Orléans nel 2002.

Nel 1997 canta Madame Sans-Gêne di U. Giordano al Teatro Bellini di Catania.

Nel 1998 è Fedora al Teatro Massimo di Palermo.

Nel 1999 è Madame Sans-Gene al Teatro Comunale di Modena.

Nel 2000 canta al Teatro Comunale di Modena in un recital con Nicolai Ghiaurov.

Nel 2001 è Tatjana in Evgenij Onegin all'Opera di Roma e tiene un concerto con Nicolaj Ghiaurov al Teatro Comunale di Modena.

Sempre nel 2002 canta al Teatro Alighieri di Ravenna in concerto con la Giovane Orchestra Filarmonica del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo e nel concerto dalla Basilica di Assisi organizzato dal Sacro Convento dei Frati, con l'Orchestra della Rai e Ruggero Raimondi in diretta su Rai Uno nel giorno di Natale.

Nel 2003 è Giovanna d'Arco al Teatro Massimo di Palermo e partecipa ad un gala in piazza Duomo a Spoleto con Samuel Ramey.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Opere complete[modifica | modifica sorgente]

Anno Titolo
Ruolo
Cast Direttore Etichetta
1962 Alcina
Oberto
Joan Sutherland, Teresa Berganza, Graziella Sciutti Richard Bonynge Decca
La bohème
Mimì
Nicolai Gedda, Mario Sereni, Mariella Adami Thomas Schippers EMI
1963 Carmen
Micaela
Leontyne Price, Franco Corelli, Robert Merrill Herbert Von Karajan RCA
Falstaff
Nannetta
Geraint Evans, Alfredo Kraus, Giulietta Simionato Georg Solti Decca
1966 Don Giovanni
Zerlina
Nicolai Ghiaurov, Christa Ludwig, Paolo Montarsolo Otto Klemperer EMI
L'elisir d'amore
Adina
Nicolai Gedda, Renato Capecchi, Mario Sereni Francesco Molinari Pradelli Black Disc
1968 L'amico Fritz
Suzel
Luciano Pavarotti, Vincente Sardinero, Laura Didier Gambardella Gianandrea Gavazzeni EMI
Romeo e Giulietta
Giulietta
Franco Corelli, Henri Gui, Claude Calés Alain Lombard EMI
1969 Carmen
Micaela
Grace Bumbry, Jon Vickers, Kostas Paskalis Rafael Frühbeck de Burgos EMI
1970 Le nozze di Figaro
Susanna
Wladimiro Ganzarolli, Jessye Norman, Ingvar Wixell Colin Davis Philips
1972 La bohème
Mimì
Luciano Pavarotti, Rolando Panerai, Elizabeth Harwood Herbert Von Karajan Decca
Don Giovanni
Zerlina
Ingvar Wixell, Kiri Te Kanawa, Martina Arroyo Colin Davis Philips
1974 Otello
Desdemona
Jon Vickers, Peter Glossop Herbert Von Karajan EMI
Madama Butterfly
Cio-Cio-San
Luciano Pavarotti, Christa Ludwig, Robert Kerns Herbert Von Karajan Decca
1976 Pagliacci
Nedda
Luciano Pavarotti, Ingvar Wixell, Vincenzo Bello Giuseppe Patanè Decca
1977 Simon Boccanegra
Amelia Grimaldi
Piero Cappuccilli, José Carreras, Nicolai Ghiaurov Claudio Abbado Deutsche Grammophon
Turandot
Liù
Montserrat Caballé, José Carreras, Paul Plishka Alain Lombard EMI
1978 Don Carlo
Elisabetta di Valois
José Carreras, Nicolai Ghiaurov, Agnes Baltsa Herbert Von Karajan EMI
Faust
Marguerite
Placido Domingo, Nicolai Ghiaurov, Thomas Allen Georges Prêtre EMI
Tosca
Floria Tosca
Luciano Pavarotti, Sherrill Milnes Nicola Rescigno Decca
Guglielmo Tell
Matilde d'Asburgo
Sherrill Milnes, Luciano Pavarotti, Nicolai Ghiaurov Riccardo Chailly Decca
1979 Aida
Aida
José Carreras, Agnes Baltsa, Piero Cappuccilli Herbert Von Karajan EMI
Mireille
Mireille
Alain Vanzo, Jane Rhodes, José van Dam Michel Plasson EMi
1980 Mefistofele
Margherita
Nicolai Ghiaurov, Luciano Pavarotti, Montserrat Caballé Oliviero De Fabritiis Decca
1983 Don Pasquale
Norina
Sesto Bruscantini, Leo Nucci, Gosta Winbergh Riccardo Muti EMI
Manon Lescaut
Manon Lescaut
Placido Domingo, Renato Bruson Giuseppe Sinopoli Deutsche Grammophon
1986 La forza del destino
Leonora di Vargas
Placido Domingo, Giorgio Zancanaro, Paul Plishka Riccardo Muti EMI
1987 Madama Butterfly
Cio-Cio-San
José Carreras, Teresa Berganza, Juan Pons Giuseppe Sinopoli Deutsche Grammophon
Carmen
Micaela
Jessye Norman, Neil Shicoff, Simon Estes Seiji Ozawa Philips
1988 Evgenij Onegin
Tatyana
Thomas Allen, Anne Sofie von Otter, Neil Shicoff James Levine Deutsche Grammophon
1990 Tosca
Floria Tosca
Placido Domingo, Samuel Ramey Giuseppe Sinopoli Deutsche Grammophon
1991 Il trittico
Giorgetta, Suor Angelica, Lauretta
Giuseppe Giacomini, Elena Souliotis, Roberto Alagna Bruno Bartoletti Decca
1992 Manon Lescaut
Manon Lescaut
Luciano Pavarotti, Dwayne Croft James Levine Decca

Recital[modifica | modifica sorgente]

  • Mirella Freni, Opera Arias - EMI CDM 7 631102, 1968 (1 CD)
  • Mirella Freni and Renata Scotto in Duet - Decca 475 6811, 1978 (1 CD)
  • Mirella Freni - Puccini & Verdi Arias - con il tenore Franco Bonisolli - Dir. L.Magiera - ARTS (1 CD)
  • Mirella Freni, 40th Anniversary - DECCA 440 412-2, 1994 (1 CD)
  • Freni, Pavarotti: Arias and Duets - DECCA 458 221-2, 1998 (1 CD)
  • Very Best of Mirella Freni CD - EMI Classics (2CD)
  • Close Encounters with Great Singers - Mirella Freni - Vai VAIA 1216, 2003 (1 CD)
  • Mirella Freni: a celebration - DECCA 475 6553, 2005 (2 CD)

DVD & BLU-RAY[modifica | modifica sorgente]

  • Bizet - Carmen - Bumbry, Vickers, Freni, Diaz - Dir. Regia Karajan - Deutsche Grammophon 073 4032 GH (1 DVD) 1967;
  • Cilea - Adriana Lecouvreur - Freni, Dvorsky, Cossotto, Cassis, Vinco - Dir. B. Large - Opus Arte LS3011D 1989(1 DVD);
  • Giordano - Fedora - Freni, Domingo, Arteta, Hartman - Dir. Abbado Roberto - Dir. B. Large - Deutsche Grammophon 073 2329 GH 1997 (1 DVD);
  • Gounod - Faust - Gedda, Freni - Teatro dell'Operà di Parigi - Live;
  • Gounod - Faust - Kraus, Freni, Ghiaurov - Live;
  • Mozart - Le Nozze di Figaro - Freni, Te Kanawa, Fischer-Dieskau, Prey, Montarsolo - Dir. Böhm - Regia di Ponnelle - Deutsche Grammophon 073 4034 GH2 1976 (2 DVD);
  • Verdi - Don Carlos - Domingo, Freni, Bumbry, Ghiaurov, Furlanetto, Quilico - Dir. Levine - Met Live, regia Brian Large - Deutsche Grammophon 073 4085 GH2, 1983 (2 DVD);
  • Verdi - Ernani - Domingo, Freni, Ghiaurov, Bruson, Giacomotti - Dir. Muti - Teatro alla Scala NVC Arts/Warner Music Vision 4509 99213-2 1982(1 DVD);
  • Verdi - Otello - Vickers, Freni, Glossop, Van Dam - Dir. Regia Karajan - Deutsche Grammophon 073 4040 GH, 1974 (1 DVD);
  • Verdi - Otello - Domingo, Freni, Cappuccilli, Raffanti, Roni, Ciannella - Dir. Kleiber - Teatro alla Scala di Milano - Live 1976;
  • Puccini - Madama Butterfly - Freni, Domingo, Ludwig, Kerns - Dir. Karajan - Film TV regia Ponnelle - Decca 073 4037 GH, 1974 (1 DVD);
  • Puccini - La Boheme - Freni, Panerai, Raimondi, Vinco, Maffeo - Dir. Karajan - Regia F. Zeffirelli - Deutsche Grammophon 073 4071 GH, 1965 (1 DVD);
  • Puccini - La Boheme - Pavarotti, Freni, Quilico, Ghiaurov, Tajo - Dir. B. Large - Arthaus Musik 100 046 1988 (1 DVD);
  • Puccini - La Boheme - Pavarotti, Freni, Ghiaurov - Dir. Oren - La Boheme del centenario - Rai - Live.

Concerti[modifica | modifica sorgente]

  • Galakonzert - M. Freni e E. Alvares in Concerto - Dir. Kurt Eichhorn - Munich 1971 - Melodram (1 CD);
  • Video - The Metropolitan Opera Gala 1991 - Pavarotti, Domingo, Andreson, Freni, Prey, Battle, Hampson, Ramey, Von Otter, Ghiaurov, ecc... - DEUTSCHE GRAMMOPHON 072 528-3 (1 DVD);
  • Video - Opera Galà - Freni, Corelli, Cossotto, Ligabue - Dir. N. Santi - Hamburg 1971 (1 DVD);
  • Video - Concerto di Mirella Freni e Cesare Siepi - Lugano - (1 DVD)

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Dama di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 26 gennaio 1990[3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Racconta Freni in un'intervista che, quando uscì alla ribalta per ringraziare e guardò verso il loggione, le venne da ridere ricordando che per poco non era nata proprio su una di quelle panche. Ricorda infatti che sua madre, operaia alla Manifattura tabacchi, e suo padre, barbiere, appassionati di musica operistica, si erano recati a teatro nonostante la madre fosse negli ultimi giorni di gravidanza, arrivando appena in tempo a casa prima del parto.
  2. ^ È rimasta famosa la contestazione, in larga parte preconcetta, alla prima del 1964, rivolta in primis a Karajan e nella quale vennero coinvolti anche i cantanti, la Freni in testa in quanto protagonista. Viene dato dell'episodio un dettagliato resoconto nel volume "L'opera in CD e video" di Elvio Giudici.
  3. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 110760831 LCCN: n81016944 SBN: IT\ICCU\CFIV\122685