Bruno Bartoletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bruno Bartoletti (Sesto Fiorentino, 10 giugno 1926Firenze, 9 giugno 2013) è stato un direttore d'orchestra italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha compiuto gli studi musicali presso il conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Esordisce il 3 gennaio 1954 dirigendo nella replica nel Teatro Comunale di Firenze di "Rigoletto" con Gianni Raimondi, Aldo Protti ed Ugo Novelli.

Il 1 luglio dello stesso anno ha sposato la maestra elementare Rosanna Sandretti con la quale ha avuto due figlie ed ha vissuto fino alla morte di lei (2 agosto 2011).

Il suo nome è legato alla città di Firenze dove ha ricoperto per molti anni la carica di Direttore Stabile del Maggio Musicale Fiorentino e, dal 1985 al 1991, di direttore artistico.

È stato direttore stabile all'Opera di Copenaghen ed all'Opera di Roma dal 1965 al 1973. Inoltre, dal 1964, è stato prima codirettore con Pino Donati e quindi dal 1975 al 1999 direttore stabile e direttore artistico all'Opera di Chicago. A Chicago dal 1956 al 2007 ha diretto oltre 600 rappresentazioni di 55 opere.[1]

Specializzato nel repertorio operistico, negli ultimi anni ha lavorato con le orchestre dei più prestigiosi teatri italiani, come il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Regio di Parma, l'Opera di Roma, il Teatro comunale di Firenze, il San Carlo di Napoli, il Teatro Regio di Torino.

Ha realizzato anche incisioni discografiche con alcuni tra i più grandi interpreti della lirica, tra cui Luciano Pavarotti, Placido Domingo, Renata Tebaldi, Montserrat Caballé.

Nel 2001 è stato nominato Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.

Dal 2002 è stato direttore musicale della Fondazione Teatro Regio di Parma.

È scomparso alla vigilia dell'ottantasettesimo compleanno[2].

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Per il Teatro La Fenice di Venezia dirige nel 1954 Amahl e gli ospiti notturni di Gian Carlo Menotti con Renato Capecchi e Fernando Corena ed un concerto nella Basilica di San Giorgio Maggiore (Venezia), nel 1972 Roberto Devereux con Montserrat Caballé, nel 1976 Attila (opera) con Boris Christoff, nel 1977 I due Foscari con Renato Bruson, nel 1979 La traviata e nel 2008 Morte a Venezia (opera).

A Firenze dirige nel 1955 la première scenica nel Teatro della Pergola di "Antiche iscrizioni" di Lodovico Rocca e prime rappresentazioni di "Marsia" di Luigi Dallapiccola, nel Teatro Comunale di Firenze nel 1961 la ripresa di "L'elisir d'amore", nel 1964 le riprese di "Il tabarro" e di "Gianni Schicchi", nel 1965 la ripresa di "La favorita" con Fiorenza Cossotto, Alfredo Kraus, Sesto Bruscantini ed Ivo Vinco, nel 1969 la prima rappresentazione di La voce umana (opera) con Magda Olivero e di "Il prigioniero" di Dallapiccola, nel 1976 la prima rappresentazione di "Il re cervo oder Die Irrfahrten der Warheit" di Hans Werner Henze, nel 1983 la ripresa di "Il trittico" con Panerai, nel 1987 la prima rappresentazione di "Il ritorno di Ulisse in patria" e nel 1989 la ripresa di "I puritani" con Luciana Serra e Chris Merritt e di Mefistofele (opera) con Samuel Ramey e Daniela Dessì ripreso dalla RAI.

All'Opera di Chicago dirige nel 1956 Il trovatore con Ettore Bastianini e Jussi Björling, La traviata, Tosca (opera) con Renata Tebaldi e Tito Gobbi e La bohème, nel 1957 Pagliacci (opera) con Mario Del Monaco e Cornell MacNeil e Lucia di Lammermoor con Anna Moffo e Giuseppe Di Stefano, nel 1959 Un ballo in maschera con Di Stefano e Birgit Nilsson e La Gioconda con Giuseppe Taddei, Eileen Farrell e Richard Tucker, nel 1963 Nabucco con Christoff ed Otello (Verdi), nel 1964 Don Carlo con Grace Bumbry e la Cossotto, Leyla Gencer e Nicolai Ghiaurov, nel 1965 Simon Boccanegra, Wozzeck e Rigoletto con Alfredo Kraus, Vinco e Renata Scotto, nel 1966 Boris Godunov (opera), L'incoronazione di Poppea con Teresa Berganza, un concerto e Angel of Fire di Serge Prokofiev, nel 1968 Salomè (opera) con Astrid Varnay, Don Pasquale con Reri Grist e Manon Lescaut con Plácido Domingo, nel 1969 Khovanshchina, Macbeth (opera) e Cavalleria rusticana (opera) ed El amor brujo (balletto), nel 1970 Billy Budd (opera), Bluebeard's Castle di Béla Bartók e Gianni Schicchi con Ottavio Garaventa, nel 1971 Il barbiere di Siviglia (Rossini) con Hermann Prey e Marilyn Horne, nel 1972 I due Foscari con Katia Ricciarelli e Piero Cappuccilli, nel 1973 Maria Stuarda (opera) con la Caballé, nel 1974 Peter Grimes (Britten), nel 1975 Elettra (Strauss), nel 1976 Les contes d'Hoffmann con Domingo e L'amore delle tre melarance, nel 1977 L'elisir d'amore con Luciano Pavarotti, nel 1978 La fanciulla del West e la prima mondiale di Paradise Lost (Penderecki), nel 1979 Andrea Chénier (opera) con Éva Marton e Domingo, nel 1980 Attila, nel 1983 dirige il Luciano Pavarotti in Concert, Aida con Bonaldo Giaiotti, Pavarotti, la Cossotto e Anna Tomowa-Sintow e Lady Macbeth del Distretto di Mcensk, nel 1985 La rondine con Ileana Cotrubas, nel 1986 Kát'a Kabanová, nel 1989 Tancredi (opera) con Merritt e la Horne e Samson et Dalila con Domingo, nel 1991 Mefistofele con Ramey e Kristján Jóhannsson, The Gambler (Prokofiev) e Turandot, nel 1992 La sposa venduta con Jean Kraft, nel 1994 Fedora (opera) con Mirella Freni e Domingo, nel 1995 The Makropulos Case e nel 1996 Il tabarro e Suor Angelica con Bernadette Manca di Nissa.

Per il Teatro dell'Opera di Roma dirige nel 1957 la première di "Mirandolina" di Valentino Bucchi, la prima rappresentazione di "Il ritratto di Don Chisciotte" di Goffredo Petrassi e la ripresa di "Marsia" di Luigi Dallapiccola, nel 1966 La traviata alle Terme di Caracalla con Pavarotti, nel 1967 Il naso di Shostakovic e Tosca a Caracalla, nel 1968 I due Foscari, nel 1970 la prima rappresentazione di "Dantons Tod" di Gottfried von Einem e nel 1981 Attila.

Per il Teatro alla Scala di Milano dirige nel 1958 due concerti, nel 1959 la prima rappresentazione assoluta di La scuola delle mogli di Virgilio Mortari nella Piccola Scala con Rolando Panerai e la Cossotto, Laudes Evangelii di Valentino Bucchi nella Basilica di San Domenico (Perugia) con Adriana Lazzarini e l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, nel 1960 alla Piccola Scala Il Revisore di Werner Egk con Wladimiro Ganzarolli e Lo frate 'nnamorato con la Cossotto e Laudes Evangelii al Teatro alla Scala con Anita Cerquetti, nel 1961 alla Piccola Scala La serva padrona, La scala di seta con Bruscantini e Le cantatrici villane di Valentino Fioravanti ed Orontea di Antonio Cesti con la Berganza e Carlo Cava, nel 1967 La vida breve, nel 1972 Il naso di Dimitri Shostakovic, nel 1973 Suor Angelica con la Ricciarelli e La condanna di Lucullo di Paul Dessau al Teatro Lirico di Milano, nel 1999 Ognennyj Angel (L'angelo di fuoco), nel 2003 La bohème con Matteo Peirone al Teatro degli Arcimboldi e nel 2004 Madama Butterfly con la Dessì agli Arcimboldi.

Al Teatro Verdi (Trieste) dirige nel 1959 Assassinio nella cattedrale (opera), nel 1961 Le maschere e Nabucco, nel 1964 La forza del destino e Lucia di Lammermoor con la Scotto, nel 1973 La Gioconda con Bruna Baglioni, nel 1974 I Capuleti e i Montecchi con la Ricciarelli, nel 1975 Falstaff e Manon Lescaut, nel 1976 La traviata con la Ricciarelli, José Carreras e Giorgio Zancanaro (baritono) e La fanciulla del West con Ferruccio Furlanetto e Leo Nucci, nel 1977 Werther (opera) e Louise (opera), nel 1980 Passione secondo San Luca di Krzysztof Penderecki ed Otello (Verdi) e nel 1981 Mazepa (opera) con Angelo Nosotti.

Al Royal Opera House di Londra dirige nel 1961 Rigoletto con Roberta Peters e nel 1979 Cavalleria rusticana con la Cossotto e Juan Pons e Pagliacci con Teresa Stratas.

Al Grand Théâtre di Ginevra dirige nel 1965 Falstaff (Verdi) con Corena e Fedora Barbieri, nel 1988 L'Ange de feu di Serguei Prokofiev, nel 1991 Peter Grimes (Britten) e nel 1992 I quattro rusteghi con Alfredo Mariotti e Panerai.

Nel 1967 dirige la ripresa nel Nuevo Teatro Colón di Buenos Aires di "La Favorite" con la Cossotto, Alfredo Kraus, Bruscantini e Vinco.

Nel 1977 dirige la première nel Teatro Caio Melisso di Spoleto di "Napoli milionaria" di Nino Rota con Mariella Devia.

Nel 1982 dirige la ripresa nel Nuovo Teatro Regio di Torino di "Il trittico".

Nel 1984 dirige la prima rappresentazione in concerto nella Piazza del Duomo di Pistoia di "Rigoletto" con la Devia e Cappuccilli.

A Bilbao nel 2008 dirige La battaglia di Legnano.

Nel 2011 dirige La Gioconda al Concertgebouw con Alberto Gazale e nel 2012 La traviata con la Devia al Teatro Massimo Vittorio Emanuele.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

DVD & BLU-RAY parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 - Puccini, Tosca - Bartoletti/Kabaivanska/Domingo, regia Gianfranco De Bosio, 1976 Decca

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lyric History
  2. ^ Morto il direttore d'orchestra Bartoletti, Lettera43, 9 giugno 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 84562697 LCCN: n81147271 SBN: IT\ICCU\MUSV\004847