Pandemia di COVID-19 del 2020 in Liberia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 del 2020 in Liberia
epidemia
PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan (Cina)
Nazione coinvoltaLiberia Liberia
Periodo16 marzo 2020 -
in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi334 (5 giugno 2020)
Numero di guariti176 (5 giugno 2020)
Numero di morti30 (5 giugno 2020)
Sito istituzionale

Il primo caso della pandemia di Covid-19 in Liberia è stato confermato il 16 marzo 2020.

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una nuova infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della città di Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei, il cui caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.[2][3]

Sebbene nel tempo il tasso di mortalità del COVID-19 si sia rivelato decisamente più basso di quello dell'epidemia di SARS che aveva imperversato nel 2003,[4] la trasmissione del virus SARS-CoV-2, alla base del COVID-19, è risultata essere molto più ampia di quella del precedente virus del 2003, ed ha portato a un numero totale di morti molto più elevato.[5]

Cronologia[modifica | modifica wikitesto]

Marzo[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 marzo, è stato confermato il primo caso in Liberia, si trattava di un funzionario del governo che aveva viaggiato in Svizzera.[6] Il presidente George Weah nominò in modo controverso la persona e affermò di aver violato i protocolli di screening all'aeroporto internazionale Roberts (RIA) di Harbel.[7]

Il 17 marzo, è stato confermato il secondo caso, si trattava uno stretto contatto del primo caso.[8] Il 20 marzo, è stato confermato il terzo caso nel paese. La terza persona era un viaggiatore di ritorno. Il 22 marzo, a seguito di questo terzo caso, il Ministero della sanità e della previdenza sociale ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria nazionale.[9] Il 24 marzo, la vicina Costa d'Avorio ha annunciato di aver chiuso i confini terrestri con la Liberia e la Guinea con una misura per contenere il COVID-19.[10] Il 27 marzo, l'ambasciata degli Stati Uniti ha evacuato alcuni cittadini statunitensi dalla Liberia.[11]

Aprile[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º aprile, l'Unione europea ha organizzato un volo charter per evacuare i suoi cittadini.[12]

Il 4 aprile, è stato riportato il primo decesso.[13]

Il 7 aprile, il presidente George Weah ha nominato un Comitato esecutivo sul Coronavirus. Il comitato sarà guidato dall'ex sindaco della città di Monrovia, la signora Mary Broh.[14][15] Alcuni esperti hanno messo in dubbio la capacità di Broh di coordinare efficacemente la risposta alla pandemia data la sua inesperienza nei protocolli di sanità pubblica.[16]

L'8 aprile, il presidente George Weah ha dichiarato che le misure di blocco entreranno in vigore il 10 aprile per la durata di 3 settimane, inclusa la sospensione di tutti i viaggi non essenziali e il coprifuoco.[17] Le scuole sono state chiuse in tutto il paese, anche le chiese, le moschee, i bar e le spiagge in alcune parti del paese.[18]

L'Istituto nazionale di sanità pubblica della Liberia (NPHIL) ha registrato un aumento record del numero di casi confermati da 14 a 31, con un aumento di 17 nuovi casi e 1 decesso.

Il 21 aprile, è stato reso obbligatorio l'uso delle mascherine all'aperto, anche se l'applicazione della legge è poco chiara.[19]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

La Liberia è stata uno dei primi paesi a iniziare lo screening dei passeggeri negli aeroporti.[18]

Il 18 marzo, la Cina ha donato forniture mediche alla Liberia.[20]

Il 13 aprile, il Fondo monetario internazionale ha concesso la riduzione del servizio del debito in Liberia, di importo sconosciuto.[21]

Ci sono state polemiche nel paese sull'opportunità di nominare le persone con infezioni. La politica dell'Istituto nazionale di sanità pubblica della Liberia era di non rilasciare nomi di persone con infezioni per ridurre la stigmatizzazione e proteggere la privacy, ma altri funzionari del governo (il presidente George Weah, il ministro dell'Informazione Lenn Eugene Nagbe) hanno sostenuto di rilasciare nomi per una migliore traccia dei contatti.[22]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Numero complessivo di casi confermati e sospetti.
  2. ^ NUOVO CORONAVIRUS–CINA (PDF), Ministero della salute, 12 gennaio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  3. ^ Novel Coronavirus Information Center, Elsevier. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato il 30 gennaio 2020).
  4. ^ Covid-19, Oms: non è mortale come Sars e Mers, Ministero della salute, 18 febbraio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  5. ^ Michael Ryan, Il coronavirus ha ucciso più della Sars. L'Oms: "I contagi in Cina si stanno stabilizzando". E Amazon si ritira dal MWC a Barcellona, in La Repubblica, 9 febbraio 2020. URL consultato l'8 maggio 2020.
  6. ^ https://frontpageafricaonline.com/front-slider/liberia-records-first-case-of-coronavirs-health-authorities-hold-emergency-meeting/
  7. ^ https://allafrica.com/stories/202003170609.html
  8. ^ https://www.africanews.com/2020/03/17/liberia-s-first-coronavirus-case-involves-official-returning-from-swiss-trip/
  9. ^ https://allafrica.com/stories/202003210252.html
  10. ^ https://frontpageafricaonline.com/front-slider/ivory-coast-closes-borders-with-liberia-guinea-due-to-the-outbreak-of-coronavirus-disease/
  11. ^ https://frontpageafricaonline.com/front-slider/liberia-u-s-embassy-evacuates-citizens-from-liberia-amid-covid-19-pandemic/
  12. ^ https://frontpageafricaonline.com/front-slider/liberia-covid-19-positive-flees-into-hiding-due-to-fear-of-stigmatization/
  13. ^ https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=963376770748825&id=164280647325112
  14. ^ https://www.emansion.gov.lr/2press.php?news_id=5140&related=7&pg=sp
  15. ^ https://frontpageafricaonline.com/front-slider/president-weah-appoints-mary-broh-to-coordinate-coronavirus-response/
  16. ^ https://liberiapublicradio.com/2020/04/07/mary-broh-finda-bundoo-appointed-to-head-national-coronavirus-response-team/
  17. ^ https://frontpageafricaonline.com/front-slider/liberia-president-weah-announces-3-weeks-state-of-emergency/
  18. ^ a b https://www.aljazeera.com/news/2020/04/liberia-braces-coronavirus-defunct-health-system-200403134851258.html
  19. ^ https://frontpageafricaonline.com/health/will-you-wear-mask-why-liberias-lawmakers-want-compulsory-wearing-of-protective-device-in-public/
  20. ^ https://liberianewsagency.com/2020/03/19/china-donates-ppes-to-help-combat-covid-19-in-liberia/
  21. ^ https://www.imf.org/en/News/Articles/2020/04/13/pr20151-imf-executive-board-approves-immediate-debt-relief-for-25-countries
  22. ^ https://www.facebook.com/pages/category/Government-Organization/National-Public-Health-Institute-of-Liberia-NPHIL-164280647325112/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]