Martinus Veltman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Martinus J. G. Veltman)
Jump to navigation Jump to search
Martinus Veltman (2005)
Medaglia del Premio Nobel Premio Nobel per la fisica 1999

Martinus Justinus Godefriedus Veltman (Waalwijk, 27 giugno 1931) è un fisico olandese, vincitore, insieme a Gerardus 't Hooft, del premio Nobel per la fisica nel 1999, per «aver spiegato la struttura quantistica dell'interazione elettrodebole nella fisica».[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Martinus J.G. Veltman nasce a Waalwijk, nei Paesi Bassi il 27 giugno 1931. Studia matematica e fisica all'Università di Utrecht dal 1948. Nel 1963 consegue il dottorato in fisica teorica e diviene professore presso il medesimo ateneo nel 1966.

Tra 1963 e 1964, durante una lunga permanenza allo SLAC, negli Stati Uniti, crea il programma informatico Schoonschip per l'elaborazione simbolica di equazioni matematiche. Oggi il programma è considerato il primo sistema di algebra computazionale.

Nel 1971, Gerardus 't Hooft, durante il suo percorso di dottorato sotto la supervisione di Veltman, ottiene argomenti convincenti a favore del fatto che le teorie di Yang-Mills con massa possono essere rinormalizzate. I due concludono insieme la dimostrazione del fatto che, rompendo le simmetrie della teoria di Yang-Mills secondo il metodo suggerito da Peter Higgs, la teoria può essere consistentemente regolarizzata e rinormalizzata; questo risultato ha un impatto immediato sul modello standard delle interazioni elementari, precedentemente formulato con il contributo essenziale di Glashow, Weinberg e Salam, e considerato a tutt'oggi il modello più affidabile e completo della fisica delle particelle nota.

Nel 1981, Veltman lascia l'Università di Utrecht per trasferirsi all'Università del Michigan, contrariato perché non ritiene sufficientemente riconosciuto il suo ruolo nella scoperta[2]. Si ritira dalla fisica nel 1996 all'eta' di 65 anni [1]. Nel 1999, Veltman viene insignito del premio Nobel assieme a 't Hooft.

Veltman è oggi professore emerito all'Università del Michigan. L'asteroide 9492 Veltman è intitolato a lui.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Il premio Nobel per la fisica nel 1999, nobelprize.org. URL consultato il 3 maggio 2009.
  2. ^ (EN) Martinus J.G. Veltman, uu.nl. URL consultato il 3 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2004).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49313651 · ISNI (EN0000 0001 2132 0378 · LCCN (ENn94068242 · GND (DE127042717 · BNF (FRcb12420022v (data) · CERL cnp00841419