Junkers K 47

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Junkers K 47
Descrizione
Tipoaereo da caccia
Equipaggio2
ProgettistaKarl Plauth
Hermann Pohlmann
CostruttoreGermania Junkers
Svezia AB Flygindustri
Data primo volo1928
Utilizzatore principaleTaiwan Chung-Hua Min-Kuo K'ung-Chün
Altri utilizzatoriURSS V-VS
Esemplaricirca 15
Sviluppato dalJunkers A 48
Dimensioni e pesi
Lunghezza8,55 m
Apertura alare12,40 m
Altezza2,40 m[1]
Superficie alare22,80
Peso a vuoto1 050 kg
Peso carico1 650 kg
Propulsione
Motoreun radiale Bristol Jupiter VII
Potenza480 hp (358 kW)
Prestazioni
Velocità max285 km/h al livello del mare
Velocità di crociera230 km/h
Autonomia570 km
Tangenza8 500 m
Armamento
Mitragliatrici3 LMG 08/15 calibro 7,92 mm
Bombe100 kg

i dati sono estratti da Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945 (Band 3)[2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Lo Junkers K 47 era un aereo da caccia/cacciabombardiere monomotore monoplano biposto sviluppato dall'azienda aeronautica tedesca Junkers Flugzeugwerke AG e prodotto in piccola serie dalla svedese AB Flygindustri su licenza nei tardi anni venti.

Variante destinata al mercato dell'aviazione militare dello Junkers A 48, fu il primo velivolo concepito con la postazione del mitragliere posteriore rivolta verso coda. venduto sul mercato estero venne utilizzato dalle aeronautiche militari del Repubblica di Cina ed Unione Sovietica.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

K 47b
versione motorizzata con il radiale Bristol Jupiter VIIA da 440 hp (328 kW).
K 47ba
versione motorizzata con il radiale BMW Hornet da 600 PS (441 kW).
K 47bo
versione motorizzata con il radiale Pratt & Whitney Wasp 445 hp (330 kW).
K 47cae
versione motorizzata con il radiale Armstrong Siddeley Jaguar Major GF da 565 hp (420 kW).
K 47ce
versione motorizzata con il radiale Armstrong Siddeley Jaguar S da 460 hp (338 kW)
K 47cu
versione motorizzata con il radiale Armstrong Siddeley Jaguar Major S da 500 hp (368 kW)
K 47di
versione motorizzata con il radiale Bristol Jupiter VI 480 hp (360 kW).
K 47dy
versione motorizzata con il radiale Siemens-Halske Sh 20 da 540 PS (397 kW)
K 47f
versione con impennaggio di coda a singola deriva.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Cina Cina
operò con 12 esemplari forniti nel 1929.
Giappone Giappone
operò probabilmente con un esemplare.
URSS URSS
operò con 2 o 3 esemplari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Heinz J. Nowarra, Die Deutsche Luftrüstung 1933-1945, Band 3, Koblenz, Bernard & Graeffe Verlag, 1993, ISBN 3-7637-5467-9.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) (EN) A Swedish two-seater fighter: the Junkers K.47, in Flight, 29 marzo 1934, pp. 311-312. URL consultato il 12 maggio 2012.
  • (DE) Lennart Andersson, Deutsch-schwedische Geheimprojekte zwischen 1921 und 1935, in Flieger Revue extra, N. 18, settembre 2007, pp. 23–26, ISSN 0941-889X (WC · ACNP).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]