Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio
Il Gatto con gli Stivali e il suo primo incontro con la Morte in una scena del film
Titolo originalePuss in Boots: The Last Wish
Lingua originaleinglese, spagnolo
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2022
Durata102 min
Genereanimazione, commedia, avventura
RegiaJoel Crawford
SoggettoTommy Swerdlow, Tom Wheeler
SceneggiaturaPaul Fisher, Tommy Swerdlow
ProduttoreMark Swift
Produttore esecutivoChris Meledandri, Andrew Adamson
Casa di produzioneDreamWorks Animation
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
MontaggioJames Ryan
Effetti specialiMark Edwards
MusicheHeitor Pereira
ScenografiaNate Wragg, Chris Stover
Art directorJoseph Feinsilver, Baptiste Van Opstal
Character designAndrea Blasich, Jesús Alonso Iglesias
AnimatoriLudovic Bouancheau, Julien Bocabeille, Laurent Caneiro, Willy Harber, Jakob Hjort Jensen, Fabio Lignini, Dan Wagner
Doppiatori originali
Doppiatori italiani
Logo ufficiale del film

Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio (Puss in Boots: The Last Wish) è un film d'animazione del 2022 diretto da Joel Crawford.[1][2]

La pellicola, spin-off del franchise di Shrek, è il sequel de Il gatto con gli stivali del 2011. Il film è stato accolto positivamente da parte dalla critica per i temi trattati, la storia, i personaggi e la nuova tecnica di animazione, ispirata a Spider-Man - Un nuovo universo. Contiene inoltre omaggi e riferimenti ad altre opere cinematografiche passate, principalmente al Pinocchio di Walt Disney, alla Trilogia del dollaro di Sergio Leone e a Il Mago di Oz di Victor Fleming.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli eventi di Shrek e vissero felici e contenti, il Gatto con gli Stivali è ormai diventato una leggenda vivente tra la folla, ma il fatto di essere amato da tutti lo ha reso molto presuntuoso e arrogante. Un giorno, durante una festa in suo onore, Gatto salva il villaggio di Del Mar da un mostro gigante di roccia che aveva accidentalmente risvegliato, ma subito dopo aver sconfitto il mostro, viene ucciso dalla caduta di una campana; al suo risveglio, parlando con il medico del villaggio, capisce di essere arrivato alla sua ultima vita, avendo perso le sue otto vite precedenti con grande frivolezza e superficialità. Gatto inizialmente rifiuta il suggerimento di smettere con le avventure, ma viene poi avvicinato da un minaccioso lupo, apparentemente un cacciatore di taglie: lo mette in seria difficoltà e quasi lo uccide, facendogli provare effettivamente paura per la sua vita. Scappato all'aggressore, decide di seguire il consiglio del dottore e diventare un gatto da grembo presso la casa di Mama Luna, una gattara con molti gatti a carico.

Dopo diverso tempo, ormai rassegnatosi alla vita da animale domestico, Gatto incontra un cane travestito da gatto che cerca di diventare suo amico, ma la loro conversazione viene interrotta quando la famiglia criminale di Riccioli d'Oro e i Tre Orsi irrompe nella casa per cercarlo, poiché hanno bisogno di lui per la loro missione. Dopo aver trovato la sua "tomba", dove Gatto aveva seppellito i suoi vestiti, la ragazza e gli orsi decidono di andarsene, ma rivelano inavvertitamente che stanno cercando la Stella dei Desideri, una stella caduta dal cielo nascosta in una foresta magica in grado di esaudire un qualsiasi desiderio. Gatto decide di trovarla per riprendersi le sue vite, venendo seguito dal cane che, non avendo un nome, viene soprannominato "Perrito". Gatto scopre che la mappa è in possesso del perfido pasticcere e fornaio Big Jack Horner, che vuole usare la Stella dei Desideri per impossessarsi di tutta la magia del mondo e non essere messo più in ombra dalle creature e oggetti magici che possiede.

Durante il tentativo di rubare la mappa. si riunisce inaspettatamente con Kitty Zampe di Velluto, che vuole la mappa per sé. Questa, però, non ha più rapporti con Gatto a causa di precedenti screzi avvenuti a Santa Coloma. Nonostante i due non si fidino l'uno dell'altra, insieme a Perrito riescono a sfuggire a Riccioli d'Oro e a Jack, dirigendosi verso la Foresta Oscura, dove si trova la Stella dei Desideri. Nel corso del viaggio nella Foresta Oscura, Jack Horner e i suoi scagnozzi si ritrovano in un giardino magico, nel quale vengono attaccati dalle piante carnivore; mentre i suoi uomini vengono decimati, Jack Horner trova casualmente, nei suoi oggetti magici, l'Araba Fenice (che strozza a mo' di lanciafiamme per distruggere le piante carnivore), ma anche il Grillo Parlante, il quale decide nel corso dell'avventura di provare ad aiutare Jack a redimersi; dopo aver saputo del terribile desiderio dell'uomo di avere tutta la magia per sé e schiavizzare il mondo, e dopo aver assistito all'incredibile sadismo e crudeltà di Jack Horner, il Grillo rimane inorridito dalla sua spregevolezza e lo definisce un mostro orribile e irrecuperabile, venendo così scacciato via con grande scherno da Jack che non si vergogna di esserlo nelle sue azioni malvagie.

Nella foresta, i nostri eroi scoprono che il percorso per la Stella cambia in base a chi maneggia la mappa. Gatto e Kitty hanno entrambi percorsi terrificanti a causa delle loro esperienze passate, ma Perrito, che non vuole nemmeno esprimere un desiderio nonostante il suo passato di sofferenze, ha un sentiero più sicuro e facile, quindi gli lasciano tenere la mappa. Durante il tragitto vengono però attaccati sia da Jack che da Riccioli d'Oro e i Tre Orsi, anch'essi arrivati sul luogo, e Perrito viene catturato da Jack. Kitty e Gatto riescono a salvarlo, ma quest'ultimo scopre che il lupo, che non aveva mai smesso di dargli la caccia, lo ha seguito fin lì: in preda alla paura scappa, perdendo la mappa in favore di Riccioli d'Oro e rimane vittima di un attacco di panico. Dopo aver proseguito il loro viaggio seguendo la mappa, Riccioli d'Oro e i tre orsi trovano come ostacolo una versione incantata della loro casa: qui la famiglia rivive dei ricordi insieme, tra cui in particolare il giorno in cui Riccioli d'Oro venne trovata e adottata con amore dagli orsi, lasciando però alla ragazza una sensazione agrodolce a causa del suo vero desiderio. Perrito riesce invece a calmare Gatto facendosi accarezzare da lui e quest'ultimo, oltre a rivelargli il suo desiderio, gli rivela cos'è successo con Kitty a Santa Coloma: ammette infatti di non essersi presentato all'altare il giorno delle loro nozze, cosa di cui si è profondamente pentito. Kitty ascolta inavvertitamente la loro conversazione e comincia a cambiare opinione su Gatto, affermando in seguito che nemmeno lei si presentò al loro matrimonio, ritenendo il protagonista incapace di amare qualcuno all'infuori di sé stesso e della propria leggenda. In seguito, i tre riescono a recuperare la mappa da Riccioli d'Oro e gli orsi; Perrito viene però catturato ancora una volta e, mentre Kitty lo salva, Gatto rimane intrappolato nella "Caverna delle Anime Perdute". Qui incontra le sue otto vite passate nel momento della loro morte, che lo esortano a tenere la mappa per sé, riprendersi le sue vite e ritornare una leggenda, abbandonando però così i suoi amici.

Comprendendo quanto fosse stato egoista e presuntuoso fino a quel momento, Gatto ignora la tentazione delle illusioni e si mette in cerca di un'uscita, venendo però di nuovo raggiunto dal lupo: costui però non è in realtà un cacciatore di taglie, ma si rivela essere, con orrore del felino, la Morte in persona, disgustato per come Gatto abbia sprecato le sue vite (ritenendosi immortale e affermando sprezzante che egli "ride in faccia alla Morte") e venuto personalmente per riscuotere l'ultima come punizione per la sua arroganza. Spaventato, Gatto scappa di nuovo, lasciandosi dietro Kitty e Perrito. Nel frattempo Baby Orso inizia a stancarsi della missione e a mettere in discussione il comando di Riccioli d'Oro; nell'ennesimo litigio tra fratello e sorella, la ragazza rivela agli orsi che il suo desiderio è di riavere la sua famiglia biologica, ferendo così il fratello e i genitori adottivi, che l'avevano accolta come una di loro, ma nonostante questo alla fine decidono comunque di aiutarla a esprimere il suo desiderio pur di renderla felice. Finalmente raggiunta la Stella, Gatto sta per esprimere il suo desiderio, ma viene fermato da Kitty, che lo affronta per il suo egoismo e rivela che il suo desiderio era di avere finalmente qualcuno di cui potersi fidare. Gatto cerca di spiegarle che la Morte lo sta cercando, ma i due vengono interrotti da Riccioli d'Oro e Jack, che li attaccano. Mentre Jack viene gettato nella sua borsa senza fondo da Kitty, Riccioli d'Oro salva Baby Orso quando questi sta per cadere dalla Stella, rinunciando al suo desiderio in quanto ha finalmente capito di avere già una famiglia che le vuole bene.

Gatto incontra di nuovo la Morte, che gli offre la scelta tra esprimere il desiderio o affrontarlo a viso aperto. Gatto ripensando a tutto quello che ha passato con i suoi nuovi amici, dichiara che adesso non scapperà più. Grazie anche al pugnale regalatogli da Kitty, riesce miracolosamente, a prevalere sulla Morte. Gatto ha capito che non potrà mai liberarsi del Tristo Mietitore, ma con determinazione continuerà a combattere sempre, per la sola vita che gli è rimasta, avendo compreso quanto essa sia preziosa. La Morte guarda negli occhi Gatto, vedendoci solo un'assoluta e decisa determinazione, notando come la paura in Gatto è letteralmente scomparsa. La Morte impreca rabbiosa in spagnolo, replicando che Gatto gli ha rovinato la caccia, ma ammette la sconfitta e decide di ritirarsi, avendo capito che Gatto è davvero cambiato, non prima però di averlo avvertito che, quando giungerà la sua ora, si incontreranno di nuovo. Libero dalle grinfie della Morte, Gatto rivede Kitty e i due si riconciliano. Ma in quel momento Jack riemerge dalla sua borsa dopo che ha mangiato un biscotto che lo fa diventare enorme e cerca di esprimere il suo desiderio; Perrito però lo distrae facendo in modo che venga fermato da Kitty e Gatto che, insieme a Riccioli d'Oro, decidono di strappare la mappa: la Stella inizia a collassare e, mentre tutti gli altri si mettono in salvo, Jack Horner recupera i frammenti e riesce a ricomporre quasi tutta la mappa, ma un pezzetto di questa viene recuperato dal Grillo Parlante con l'aiuto della Fenice, i quali decidono di punirlo per la sua malvagità e bruciano il frammento. Questo fa sì che la mappa si polverizzi all'istante e che la Stella collassi e imploda violentemente, con Jack che muore con essa. Riccioli d'Oro decide di rimanere con la sua famiglia di orsi e il Grillo si unisce a loro, mentre Perrito, accettando il suo nome, rimane con Gatto e Kitty. Nel finale i tre rubano una nave del governatore di Del Mar e quest'ultimo li informa che si stanno dirigendo verso il regno di Molto Molto Lontano per riunirsi con dei suoi "vecchi amici".

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Gatto / Gatto con gli Stivali (Puss in Boots): il protagonista della storia. Un gatto spavaldo fuggitivo dalla legge e un eroe di San Ricardo. Dopo aver scioccamente sprecato le sue precedenti 8 vite (per esempio, cadendo ubriaco da una torre, investito da un toro mentre corteggiava una donna oppure schiacciato da un bilanciere troppo pesante alla panca), viene preso di mira dal lupo (la Morte) e si ritira nella casa di Mama Luna, finché non viene a conoscenza della Stella dei Desideri e si mette alla sua ricerca per riottenere le sue precedenti vite. Nel corso della sua avventura, comprenderà quanto sia stato arrogante e superficiale nel non apprezzare il dono della vita e immaturo nei legami con le persone a cui tiene, e cambierà radicalmente il suo animo, sconfiggendo la Morte e accettando la sua mortalità, rifacendosi infine una vita tutta nuova insieme a Kitty e a Perrito.
  • Kitty / Zampe di Velluto (Kitty Softpaws): la vecchia fiamma di Gatto. Dopo che a Santa Coloma Gatto l'ha lasciata all'altare (quando, in realtà, non si era presentata nemmeno lei, perché consapevole di come Gatto non potesse amare nessuno se non se stesso), ha perso completamente la fiducia nel prossimo. Decide di cercare la Stella dei Desideri per chiedere qualcuno di cui possa fidarsi.
  • Perrito: un cane da terapia inizialmente nascosto tra i gatti domestici di Mama Luna. È un cane completamente privo del senso del pericolo e con profonda fiducia negli altri, nonostante sia sempre stato trattato male da tutti. Inizialmente non ha un nome, ma durante l'avventura Gatto lo chiama "Perro" o "Perrito" e lui decide di tenere questo nome battezzando il loro gruppo "Squadra Amicizia". Tra le sue gag ricorrenti nel film c'è il suo tentativo spesso fallace di fare un'espressione tenera (riuscendoci verso la fine come diversivo per distrarre Big Jack Horner) o la sua innocenza nel raccontare il suo triste passato o nel ripetere improperi.
  • Morte (Death): nemico centrale del film, è un lupo bianco armato di falci che inizialmente viene scambiato per un cacciatore di taglie dal Gatto, fin quando non gli fa comprendere che lui è la Morte stessa, il Cupo Mietitore, e ha iniziato a seguirlo per punirlo per la sua frivolezza e non aver apprezzato e dato valore alle sue precedenti vite, violando quindi il suo ruolo naturale e "barando", dal momento che Gatto è ancora vivo e non è ancora arrivata la sua ora, tentando di ucciderlo personalmente e facendone una questione personale. Per sua stessa ammissione, trova inverosimile e assurda l'idea che i gatti siano privilegiati con ben 9 vite rispetto a tutti gli altri esseri viventi (che invece ne hanno una soltanto) e, avendo assistito personalmente a come il Gatto abbia sprecato tutte le sue vite senza alcun interesse, oltre a sentirsi offeso dalla sua affermazione sprezzante di "ridere in faccia alla Morte", ha decretato che il Gatto non merita di vivere e pertanto decide di prendergli l'ultima vita con la forza. Ogni volta che appare tende a fischiettare un motivetto che lo contraddistingue, secondo il folklore europeo (in un'altra occasione si mette due monete sugli occhi guardando Gatto scappare in lontananza per fargli capire che lo prenderà, visto che, secondo l'antica tradizione, le monete lasciate sugli occhi dei cadaveri servirebbero come pagamento per il traghettatore delle anime verso l'aldilà). A dispetto della sua ferocia e della sua perseveranza predatoria nel braccare senza pietà il protagonista (caratteristiche calzanti del lupo, di cui assume la forma), oltre a una vena di sadismo mortale (come quando ferisce il Gatto e fiuta con piacere l'odore della paura nell'aria), la Morte sa essere, a modo suo, leale e professionale: in entrambe le occasioni in cui combatte con il Gatto (alla locanda e sulla Stella dei Desideri), lancia sempre a quest'ultimo la sua spada e gli dà la possibilità di difendersi, preferendo combattere ad armi pari piuttosto che giocare sporco e ucciderlo da disarmato, e quando capisce che Gatto ha imparato ad apprezzare la sua ultima vita e che non teme più la morte, riconosce che non ha più alcun senso ucciderlo e gli permette di tenersela (seppur inizialmente deluso e arrabbiato per non aver portato a termine la sua caccia). Prima di andarsene gli rammenta che, quando arriverà il momento (ossia, quando la vita terrena del Gatto volgerà al termine) si rincontreranno. Compare per la prima volta di sfuggita in mezzo alla folla acclamante di Del Mar durante la lotta di Gatto contro il gigante di roccia di Del Mar. Per non rivelare il suo vero nome e il suo ruolo nel film prima dell'uscita nelle sale e creare quindi spoiler, è stato chiamato "Big Bad Wolf" (Grande Lupo Cattivo) nelle pubblicità, campagne promozionali e trailer del film.
  • Riccioli d'Oro (Goldilocks): antagonista secondaria e antieroina del film, è la leader della famiglia criminale dei tre orsi, detta Riccioli (Goldy in originale), e orfana sin dalla molto tenera età. Vuole ottenere l'ultimo desiderio per avere una famiglia umana in quanto non si sente al proprio posto con la sua famiglia adottiva per il semplice fatto che non è un'orsa anche lei, finché non capirà che la sua famiglia "proprio perfetta" è quella che l'ha adottata e amata dal primo momento. Nel periodo in cui tiene Perrito in ostaggio, fa inaspettatamente amicizia con quest'ultimo e la sua esperienza con il cane la aiuterà a capire di aver "vinto la lotteria degli orfani" e di avere già quello che più desidera al mondo.
  • Mamma Orso: la madre di Baby e l'adottiva di Goldy, che ama come una figlia e farebbe di tutto per far si che il suo desiderio si avveri. Pur essendo molto dolce e materna, sa essere molto combattiva. Si dimostra anche molto signorile e ha un debole per i cappelli.
  • Papà Orso: il padre di Baby e l'adottivo di Goldy. Contraddistinto da un occhio cieco e una sciarpa gialla a strisce nere. Desidera andare in letargo una volta che la ricerca della stella sarà conclusa; inoltre, nonostante l'aspetto minaccioso, sa essere un gentiluomo ed è molto meno aggressivo di quello che sembra, ma ha l'abitudine di sminuire spesso suo figlio in favore della sorella (emotivamente più matura di Baby). Come Mamma, Papà Orso ama Riccioli come una figlia, rimanendo molto amareggiato quando scopre il vero desiderio della ragazza, ma rallegrandosi quando Goldy si riconcilia con Baby e decide di restare con gli orsi.
  • Baby Orso (Baby): è il figlio di Mamma e Papà Orso. La sua abilità è avere un fiuto infallibile, ma non è molto furbo. Litiga costantemente con la sorellastra, probabilmente perché, da quando lei è diventata il "capo" della famiglia, egli viene trattato come l'ultima ruota del carro, e le rinfaccia costantemente di non essere nemmeno un vero orso (è probabile che siano stati questi dissapori a riaccendere nella ragazza il desiderio di riavere la famiglia biologica); tuttavia, durante il film, mostra di amare la sorella adottiva, come quando rimane ferito dall'apprendere che Goldy vuole riavere la sua famiglia biologica e quando si commuove dopo che lei ha rinunciato al suo desiderio per salvargli la vita, e come risultato, Baby e Riccioli migliorano il loro rapporto, accettandosi completamente e reciprocamente come fratello e sorella.
  • Big Jack Horner: antagonista principale del film. Temuto pasticcere e fornaio, nonché signore del crimine, che detiene vari oggetti e creature magiche da quando da piccolo veniva snobbato per non essere dotato di poteri magici e per essere soltanto il personaggio di una filastrocca, Little Jack Horner. Vuole ottenere tutta la magia del mondo e per raggiungere il suo scopo non esita a sacrificare anche la vita dei suoi uomini. Egli è un essere crudele, cinico, insensibile a cui interessa soltanto il suo desiderio, sfruttando il potere dell'astro, ma la sua malvagità sarà la sua rovina: riesce quasi a esprimere il desiderio, ma fortunatamente viene sconfitto quando Gatto, Kitty, Riccioli d'Oro, il Grillo parlante e la Fenice distruggono la mappa, e Jack Horner viene disintegrato dalla Stella dei Desideri quando collassa e scompare.
  • Mama Luna: un'anziana gattara sempre alla ricerca di "gatti da grembo". Accoglie Gatto battezzandolo "Cetriolino" (Pickles). Ha la casa letteralmente piena di gatti e ha la fissazione che gli ispettori sanitari vengano a portarglieli via. È anche una pessima bugiarda, visto che nega costantemente la palese presenza di gatti in casa sua anche in presenza di testimoni.
  • Dottore: è anche il chirurgo, barbiere, veterinario e scaccia-malefici del villaggio di Del Mar (Ispirato dal brano lirico del Barbiere di Siviglia "Largo al factotum"), con competenze che spaziano dalla medicina alla veterinaria fino all'esoterismo. È lui a dire a Gatto che gli è rimasta una sola vita, consigliandoli di ritirarsi per evitare di perdere l'ultima.
  • L'Insetto Etico (Ethical Bug): Parodia del Grillo Parlante (in particolare sul Grillo parlante della versione di Walt Disney di Pinocchio, Jiminy Cricket[3]) "Big" Jack Horner lo estrae dalla borsa senza fondo pensando che sia un'arma magica. Cerca di fargli fare la cosa giusta, ma quando all'ennesima cattiveria capisce che è un mostro irrecuperabile e senza speranza, lo abbandona dopo che questi lo ha scacciato malamente. Alla fine contribuisce a distruggere la mappa del desiderio per sconfiggere Jack Horner.
  • Compaiono in rapidi camei anche personaggi dai precedenti film: Shrek, Ciuchino, Imelda, Geppetto, Pinocchio e Zenzy, quest'ultimi due sono gli unici con un ruolo parlato.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola era stata originariamente intitolata Puss in Boots 2: Nine Lives & 40 Thieves (Il gatto con gli stivali 2: nove vite e 40 ladri).[4]

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre del 2012 il produttore esecutivo Guillermo del Toro dichiarò di avere realizzato un paio di bozze di sceneggiatura per un sequel del film, e che il regista Chris Miller voleva portare il Gatto in un'avventura in luoghi esotici.[5] Nell'aprile 2014 Antonio Banderas disse che il lavoro sul sequel era appena iniziato.[6] A giugno, il film venne annunciato con il titolo Puss in Boots 2: Nine Lives & 40 Thieves (ispirato alla novella Alì Babà e i quaranta ladroni) ed era programmato per essere distribuito il 2 novembre 2018,[7] ma due mesi dopo venne spostato al 21 dicembre.[8] Tuttavia nel gennaio 2015 il film venne rimosso dal programma di distribuzione in seguito alla ristrutturazione aziendale e alla nuova politica della DreamWorks Animation che prevede l'uscita di due film all'anno.[9] Due mesi dopo Banderas disse che la sceneggiatura era in fase di ristrutturazione.[10]

Il 6 novembre 2018 Variety rivelò che Chris Meledandri era stato incaricato di essere uno dei produttori esecutivi sia per Shrek 5 che per Puss in Boots 2, con il ritorno del cast.[11] Nel febbraio 2019 Bob Persichetti, head of story del primo film, firmò per dirigere il sequel, con la produttrice Latifa Ouaou che ne supervisionerà lo sviluppo.[12]

Cast[modifica | modifica wikitesto]

I membri del cast vocale sono stati annunciati il 24 marzo 2022.[13]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer è stato distribuito il 15 marzo 2022,[1] mentre il secondo il 16 giugno successivo.[14]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

I primi trenta minuti della pellicola sono stati proiettati al Festival internazionale del film d'animazione di Annecy il 14 giugno 2022.[15][16]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane a partire dal 7 dicembre 2022,[17] mentre in quelle statunitensi dal 21 dicembre successivo.[18] La pellicola sarebbe dovuta inizialmente uscire nel 2018.[4]

Futuro[modifica | modifica wikitesto]

Nel finale del film, vediamo Gatto, Kitty e Perrito dirigersi a Molto Molto Lontano per andare a trovare Shrek e gli altri mentre il 4 aprile 2023 viene confermato che un quinto film con protagonista l'orco è in lavorazione; presumibilmente il film inizierà dalla fine di quest'altro.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola ha incassato un totale di 483 milioni di dollari al botteghino, a fronte di un budget di 90 milioni, riscuotendo un notevole successo commerciale nonostante la forte concorrenza di Avatar - La via dell'acqua e raggiungendo la decima posizione nei maggiori incassi del 2022.[19]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto positivamente dalla critica. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ottiene il 95% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 7,6 su 10 basato su 182 critiche,[20] e su Metacritic ha un punteggio di 73 su 100 basato su 29 recensioni.[21]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b IL GATTO CON GLI STIVALI 2: L'ULTIMO DESIDERIO, IL TRAILER DEL FILM, su movieplayer.it, 15 marzo 2022. URL consultato il 16 giugno 2022.
  2. ^ Brian Welk, Puss in Boots Sequel With Antonio Banderas Set for Fall 2022, su TheWrap, 17 marzo 2021. URL consultato il 18 marzo 2021.
  3. ^ (EN) Frank Scheck, ‘Puss in Boots: The Last Wish’ Review: Antonio Banderas in Fine Feline Form, in The Hollywood Reporter, 26 novembre 2022.
  4. ^ a b Dates Set for Madagascar 4, The Croods 2, Puss in Boots 2, Captain Underpants, and Hitman, in ComingSoon.net, 13 giugno 2014. URL consultato il 24 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2014).
  5. ^ Adam Chitwood, Guillermo del Toro Talks Puss in Boots 2, Kung Fu Panda 3, & Trollhunters; Says Panda 3 Has the 'Most Formidable Villain in the Series', su Collider, 12 novembre 2012. URL consultato il 18 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2014).
  6. ^ (EN) Adam Chitwood, Antonio Banderas Says He Just Started Work on PUSS IN BOOTS 2, su Collider, 16 aprile 2014. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  7. ^ (EN) Dates Set for Madagascar 4, The Croods 2, Puss in Boots 2, Captain Underpants, and Hitman, su ComingSoon, 12 giugno 2014. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  8. ^ (EN) Edward Douglas, DreamWorks Animation Shifts Two Sequels Back Slightly, su ComingSoon, 22 agosto 2014. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  9. ^ (EN) David Lieberman, DreamWorks Animation Restructuring To Cut 500 Jobs With $290M Charge, Deadline Hollywood, 22 gennaio 2015. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  10. ^ Adam Chitwood, Antonio Banderas Says He Just Started Work on Puss in Boots 2, su Collider, 16 aprile 2014. URL consultato il 18 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2014).
  11. ^ (EN) Brent Lang, ‘Shrek’, ‘Puss in Boots’ Getting Rebooted (EXCLUSIVE), Variety, 6 novembre 2018. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  12. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘Puss In Boots 2’ In The Works: ‘Spider-Verse’ Oscar Winner Bob Persichetti Directing, Deadline Hollywood, 26 febbraio 2019. URL consultato il 14 ottobre 2020.
  13. ^ Rosy Cordero, Puss In Boots: The Last Wish Sets Salma Hayek Pinault Return; Harvey Guillén, Florence Pugh & Olivia Colman Among New Cast, in Deadline Hollywood, 14 marzo 2022. URL consultato il 14 marzo 2022 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2022).
  14. ^ Il Gatto con gli Stivali 2: L'Ultimo Desiderio, il nuovo trailer, su tg24.sky.it, 16 giugno 2022. URL consultato il 17 giugno 2022.
  15. ^ Carolyn Giardina, Annecy: DreamWorks Animation Debuts First Half Hour of Puss in Boots 2, su The Hollywood Reporter, 14 giugno 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  16. ^ Ben Croll, Puss in Boots: The Last Wish Sneak Peek in Annecy Reveals Darker Tone, New Look for Spaghetti Western Fairytale, su Variety, 14 giugno 2022. URL consultato il 15 giugno 2022.
  17. ^ Il Gatto con gli Stivali 2: L'Ultimo Desiderio si mostra in un nuovo trailer italiano, uscirà il 7 dicembre al cinema, su it.ign.com, 16 giugno 2022. URL consultato il 16 giugno 2022.
  18. ^ Anthony D'Alessandro, Puss In Boots Takes Over 'Super Mario' Christmas 2022 Release Date, in Deadline Hollywood, Penske Media Corporation, 25 aprile 2022. URL consultato il 26 aprile 2022.
  19. ^ Marlen Vazzoler, Box Office: Il gatto con gli stivali 2 - L'ultimo desiderio supera i $400M nel mondo, su ScreenWEEK.it Blog, 16 febbraio 2023. URL consultato il 18 febbraio 2023.
  20. ^ (EN) PUSS IN BOOTS: THE LAST WISH, su Rotten Tomatoes. URL consultato il 9 marzo 2023.
  21. ^ (EN) Puss in Boots: The Last Wish 2022, su Metacritic. URL consultato il 9 marzo 2023.
  22. ^ "Oscar 2023 nomination, l'Italia c'è con il corto di Natale di Alice Rohrwacher", su repubblica.it, 24 gennaio 2023. URL consultato il 24 gennaio 2023.
  23. ^ (EN) Golden Globes 2023: Nominations for the 80th Golden Globes Have Been Announced, su Golden Globe, 12 dicembre 2022. URL consultato il 12 dicembre 2022.
  24. ^ Davide Stanzione, Golden Globes 2023, trionfano The Fabelmans, Gli spiriti dell’isola e House of the Dragon. Tutti i vincitori, su Best Movie, 11 gennaio 2023. URL consultato l'11 gennaio 2023.
  25. ^ (EN) ‘Everything Everywhere All At Once’ Leads 2023 Critics Choice Awards Film Nominations, su hollywoodreporter.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]