Trilogia del dollaro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Loghi originali dei film

La cosiddetta Trilogia del dollaro, altrimenti conosciuta come Trilogia dell'uomo senza nome, comprende i tre primi film western diretti dal regista romano Sergio Leone e aventi per protagonista un giovane Clint Eastwood, con le colonne sonore di Ennio Morricone.[1]

I tre film[modifica | modifica wikitesto]

La nascita della trilogia[modifica | modifica wikitesto]

Benché non fosse nelle intenzioni di Sergio Leone i tre film vennero considerati parte di una trilogia grazie al successo della figura enigmatica dell'Uomo senza nome (Clint Eastwood, che indossa gli stessi abiti e recita con la stessa mimica in tutti e tre i film). Il buono, il brutto, il cattivo viene considerato da molti un prequel, poiché il personaggio di Eastwood trova gradualmente gli abiti che indossa negli altri due film. Inoltre, nell'ultimo film la Guerra di secessione americana è in pieno svolgimento, mentre nel secondo probabilmente è già conclusa. In realtà Sergio Leone non ha mai dato ulteriori informazioni sull'argomento. Leone, probabilmente, non rinuncia a scherzare e la questione dell'antefatto non va presa alla lettera: è uno dei tanti modi che il regista usa per giocare con i personaggi e con il pubblico. Secondo i ricordi di Carlo Verdone, che nel 2009 condusse uno speciale su Sky dedicato alla carriera di Sergio Leone dal titolo Verdone racconta Leone, il regista aveva chiesto alla produzione americana attori di spicco come Charles Bronson ed Henry Fonda. Essi, non conoscendo Leone, chiesero molti soldi pur di non fare i film. Al regista fu allora suggerito un giovane Clint Eastwood, reduce del successo della serie televisiva Gli uomini della prateria. I tre film diedero vita e furono il modello per lo sviluppo del genere spaghetti-western, che tanta fortuna ebbe negli anni sessanta e settanta.[2]

L'uomo senza nome[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Uomo senza nome.

All'interno della trilogia si sviluppa anche il personaggio caratteristico dell'uomo senza nome: il protagonista è sempre lo stesso uomo, con gli stessi atteggiamenti e vestito sempre dello stesso sarape e dello stesso cappello. Occasionalmente il personaggio ha un nome. Per esempio, nella sceneggiatura de Il buono, il brutto, il cattivo viene chiamato Joe, anche se nel film quel nome non viene mai pronunciato, mentre racconta di provenire dall'Illinois. Gli altri personaggi lo chiamano semplicemente "il biondo". Nel primo dei tre film viene chiamato Joe per tre volte, mentre nel secondo è conosciuto come "il monco", per via dell'utilizzo della mano destra unicamente per sparare. Nella trilogia del dollaro la voce italiana di Clint Eastwood era di Enrico Maria Salerno.

Altri interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Mario Brega, che compare in tutti i film della Trilogia, interpreta in ciascuno un personaggio differente, la cui sorte è sempre quella di morire.

Attori che sono apparsi due volte nella trilogia sono:

È controverso se Egger interpreti lo stesso personaggio o no, poiché non ha nome sia in Per un pugno di dollari che in Per qualche dollaro in più, e l'Uomo senza nome sembra riconoscerlo nel secondo film.

Lorenzo Robledo, che interpreta il traditore di Indio, ucciso da questi in duello dopo la fuga dal carcere, è l'unico attore che compare in tutta la Trilogia del dollaro e in C'era una volta il West (sempre impegnato in ruoli secondari).

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Film Rotten Tomatoes[3][4][5] Metacritic[6][7][8]
Per un pugno di dollari 98% (8.19/10 voto medio) (48 recensioni) 65/100 (7 recensioni)
Per qualche dollaro in più 91% (7.81/10 voto medio) (34 recensioni) 74/100 (8 recensioni)
Il buono, il brutto, il cattivo 97% (8.76/10 voto medio) (68 recensioni) 90/100 (7 recensioni)
Media 95% (8.25/10 voto medio) 76/100

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I 7 elementi che rendono la Trilogia del dollaro una serie di cult inimitabili, su themacguffin.it, 5 dicembre 2017. URL consultato l'8 giugno 2019.
  2. ^ Nel 1964 nasceva lo Spaghetti Western, proiettato "Per un pugno di dollari" al Festival di Cannes, su agrpress.it, 14 maggio 2014. URL consultato l'8 giugno 2019.
  3. ^ (EN) A Fistful of Dollars (1964), su Rotten Tomatoes. URL consultato il 30 agosto 2019.
  4. ^ (EN) For a Few Dollars More (1965), su Rotten Tomatoes. URL consultato il 30 agosto 2019.
  5. ^ (EN) The Good, the Bad and the Ugly (1966), su Rotten Tomatoes. URL consultato il 30 agosto 2019.
  6. ^ (EN) A Fistful of Dollars (1964), su Metacritic. URL consultato il 30 agosto 2019.
  7. ^ (EN) For a Few Dollars More (1965), su Metacritic. URL consultato il 30 agosto 2019.
  8. ^ (EN) The Good, the Bad and the Ugly (1966), su Metacritic. URL consultato il 30 agosto 2019.
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema