Monluè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Cascina Monlué)
Monluè
Milano Monluè chiesa.jpg
La chiesa di Monluè in un'immagine storica.
StatoItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
ProvinciaMilano Milano
CittàCoA Città di Milano.svg Milano
CircoscrizioneMunicipio 4
Altitudine115 m s.l.m.
Nome abitantimonluesi
PatronoSan Lorenzo
Mappa di localizzazione: Milano
Monluè
Monluè
Monluè (Milano)

Coordinate: 45°27′23″N 9°15′16″E / 45.456389°N 9.254444°E45.456389; 9.254444

Monluè (Malnoè[1] in dialetto locale, AFI: [malnuˈɛ]) è un quartiere ed un'antica parrocchia di Milano, piccolo borgo rurale compreso nel Municipio 4.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Lorenzo
La corte della cascina

Di origini antichissime (era detto Mons luparium o "monte dei lupi"), ospitò dal XIII al XVI secolo un monastero dei frati umiliati, e successivamente si tramutò in una cascina agricola. Questo complesso venne fondato nel 1267 dagli Umiliati di santa Maria di Brera: una cascina a corte chiusa con gli edifici monastici e i rustici agricoli, circondati da prati irrigui permanenti e da arativi, a formare una grangia, ancor oggi ben visibile.[2] L'intero impianto è ancora ben riconoscibile, sebbene frazionato, e rappresenta uno dei migliori esempi sopravvissuti di quel tipo di organizzazione.[3] Con lo scioglimento dell'ordine da parte di San Carlo Borromeo (1571) il borgo passò per diverse proprietà, fino a entrare a far parte (inizi del XX secolo) del patrimonio del Pio Albergo Trivulzio. Parte dei Corpi Santi di Porta Orientale, la località di Monluè costituiva una parrocchia di un migliaio di abitanti stretta fra Lambrate a nord e Morsenchio a sud.[4]

Il borgo, a causa del suo isolamento, si è spopolato prima e dopo la Seconda guerra mondiale. A decretarne la morte definitiva la realizzazione della Tangenziale Est, aperta al traffico nel 1971[5], che isolò completamente l'antico borgo agricolo, stretto fra quest'ultima, il Lambro e l'Aeroporto di Milano-Linate, dal resto della città.

Per anni il borgo venne concesso dal comune di Milano a varie associazioni, l'ARCI Milano su tutte, per l'organizzazione di eventi, feste e concerti, particolarmente nella stagione estiva. Dal 2009 non viene più concesso dalla giunta Moratti a causa del superamento dei limiti di emissione sonora riscontrato durante l'estate 2008.[6] L'area verde che lo circonda è il Parco Monluè.

Edifici e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Oltre il borgo nel suo assieme, di rilievo particolare la piccola abbazia di San Lorenzo, fondata nel 1267,[7], che fa parte di un gruppo di chiese comprendenti San Lorenzo In Monluè, Beata Vergine Addolorata in Morsenchio, San Galdino e San Nicolao della Flüe, e la grande corte della cascina con al centro un pioppo monumentale, il cui spazio il demanio comunale concede in affitto per i più diversi eventi.

Nel borgo è inoltre presente un grande edificio di edilizia scolastica, oggi convertito ad altri usi, che testimonia il vecchio popolamento del quartiere e delle aree limitrofe.[8]

Il Parco Monluè[modifica | modifica wikitesto]

Le aree che circondano il vecchio borgo agricolo di Monlué sono state rese parco e sistemate con prati, boschetti e lunghi filari di pioppi lombardi lungo la sponda destra del fiume Lambro. Sono attualmente in corso alcuni progetti per migliorare la connessione col vicino Parco Forlanini, posto subito al di là di viale Forlanini. Il parco è compreso fra la Tangenziale Est a ovest, il viale Forlanini a nord, il Lambro a est, oltre al quale comincia l'Aeroporto di Milano-Linate, e la via Fantoli a sud.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dante Olivieri, Dizionario di toponomastica lombarda: nomi di comuni, frazioni, casali, corsi d'acqua ecc. della regione lombarda, studiati in rapporto alla loro origine, ed. Famiglia Milanese, 1931
  2. ^ grangia, su cistercensi.info. URL consultato il 21-2-2011.
  3. ^ architetture, su lombardiabeniculturali.it. URL consultato il 21-2-2011.
  4. ^ Parrocchia di San Lorenzo di Monluè
  5. ^ Il «millepiedi» scavalcherà parco, fiume e ferrovia, in Corriere della Sera (Milano), 17 ottobre 1971.
  6. ^ E la Monluè chiude fra le polemiche, in www.repubblica.it. URL consultato il 02-09-2009.
  7. ^ artemedievale, su medioevo.org. URL consultato il 26-2-2011.
  8. ^ Carla M. Russo

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Milano Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Milano