Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A.S. Pro Piacenza 1919
Calcio Football pictogram.svg
Il Pro, I Rossoneri
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali Rosso e Nero (Strisce).png Rosso-nero
Dati societari
Città Piacenza
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Lega Pro
Fondazione 1919
Rifondazione 2013
Presidente Italia Domenico Scorsetti
Allenatore Italia Arnaldo Franzini
Stadio Stadio Leonardo Garilli
(21.668 posti)
Sito web www.propiacenza.it
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919 S.r.l, o semplicemente Pro Piacenza, è una società calcistica italiana con sede nella città di Piacenza.

Fondato nel 1919, dalla stagione 2014-2015 milita in Lega Pro e per la prima volta in un campionato professionistico.

I colori sociali del club sono il rosso e il nero alternati a strisce verticali. Gioca le sue gare interne allo Stadio Leonardo Garilli.

La società nel corso degli anni della sua storia si è unita varie volte in fusioni con altri sodalizi, delle quali l'ultima, effettuata in un periodo in cui militava nell'ultimo livello della scala calcistica (Terza Categoria) risale al 2013 con l'Atletico BP Pro Piacenza, allora militante in Serie D: il titolo sportivo dell'odierno club deriva proprio da quest'ultima società.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini e i primi campionati[modifica | modifica wikitesto]

Il Pro Piacenza fu fondato nel 1919 dall'unione di due società preesistenti, l'Ausonia e il Bandiera, entrambe di Piacenza e dedite a saltuarie attività dilettantistiche.

L'Ausonia e il Bandiera rappresentavano solo alcune delle diverse squadre che componevano il campionato ULIC nel territorio di Piacenza. Ernesto Bertocchi ed il capitano del Bandiera, Pino Perfetti chiesero all'Ausonia la disponibilità a costituire una società al tempo stesso solida (grazie alla maggiore organizzazione dell'Ausonia) e competitiva (soprattutto attraverso il contributo dei calciatori del Bandiera insieme all'inserimento di un gruppo di ragazzi provenienti dal rione Sant'Anna): fu così che nacque il Pro Piacenza, in un rapporto di stretta collaborazione col Piacenza Calcio dato che molti calciatori della squadra giocheranno anche nei tornei FIGC per la allora principale squadra cittadina, e lo stesso Bertocchi ricoprirà in seguito incarichi dirigenziali presso il Piacenza e la FIGC.

Sin dalla fondazione il Pro Piacenza ha adottato maglie a strisce verticali rosso-nere, anche se nei primissimi anni ha spesso utilizzato casacche verdi, di più facile reperibilità.

A partire dal 1920 partecipò ai campionati ULIC disputandone la serie più importante, la Prima Categoria, divenendone dopo le prime due stagioni la protagonista indiscussa: 4 vittorie consecutive dalla stagione 1921-1922 al 1924-1925 - un secondo posto nel 1925-1926 - e poi altre 8 vittorie consecutive dalla stagione 1926-1927 al 1933-1934[1] quando, per motivi economici e politici, l'ULIC nel 1934 fu trasformata in Sezione Propaganda. Rimasta inattiva per due stagioni consecutive durante tutto il periodo della Guerra d'Etiopia fu ricostituita con denominazione A.C. Pro Piacenza e iscritta nuovamente ai campionati di Prima Categoria organizzati dalla Sezione Propaganda locale.

Dall'esordio in FIGC all'approdo al Campionato Nazionale Dilettanti (1948-1959)[modifica | modifica wikitesto]

Chiusa la Sezione Propaganda, dal 1948 prese parte ai campionati ufficiali, iscrivendosi in Prima Divisione della Lombardia, in cui vi rimase fino alla promozione nel campionato di Promozione Lombardia. Nuovamente in Prima Categoria causa retrocessione, nell'arco della stessa stagione (Prima Categoria 1955-56) ottenne la promozione nel Campionato Nazionale Dilettanti dopo lo spareggio col Pontevico vinto per 2-0. In tale categoria restò per due stagioni consecutive, fino al 1959.

Dagli anni sessanta agli anni novanta[modifica | modifica wikitesto]

A partire dagli anni sessanta e sino alla metà degli anni ottanta oscillazioni specialmente tra Promozione e Prima Categoria Lombardia segnarono la storia del club: in seguito e fino a buona parte degli anni novanta militò quasi sempre in Seconda Categoria, esclusa la stagione 1987-88 in cui toccò la Terza Categoria, l'ultimo gradino del calcio in Italia.

Dalla provvisoria fusione con l'Arsenal di Piacenza alla ripartenza in Terza Categoria (1997-2010)[modifica | modifica wikitesto]

In seguito, a partire dal luglio del 1997 fino ai primi anni duemila si unì in una fusione con l'Arsenal di Piacenza, diventando Pro Ars, e partecipò per molti anni al campionato di Promozione, anche quando l'unione cessò di esistere e furono ricostituite le società di Arsenal e Pro Piacenza.

Nel 2010 però, a stagione conclusa rinunciò a partecipare al campionato di Promozione Emilia-Romagna optando di ripartire dalla Terza Categoria.

Dalla Terza Categoria alla Lega Pro (2011-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Promossa in Seconda Categoria nel 2011-12, retrocesse nuovamente nell'ultimo gradino dilettantistico nella stagione successiva. Tuttavia, grazie alla fusione con l'Assiociazione Sportiva Dilettantistica Atletico BettolaPonte Pro Piacenza, partecipò alla Serie D 2013-2014 ottenendo il primo posto nel girone B, e guadagnandosi una storica promozione in Lega Pro.[2] Per aver schierato undici volte un calciatore squalificato che mai aveva scontato il turno di fermo, per il Pro Piacenza l'esperienza in terza serie parte con una penalizzazione di 8 punti.[3]

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919
  • 1919 - Fondazione del Pro Piacenza attraverso la fusione tra le società Ausonia e Bandiera.

  • 1920-1935 - Partecipante ai campionati ULIC.
  • 1926 - Si fonde con la Juventus di Piacenza e assume la denominazione A.C. Juventus Pro Piacenza.
  • 1928 - Viene inglobata nel Gruppo Rionale Centro costituendo il Gruppo Centrale - Pro Piacenza.

  • 1930 - Si fonde con la S.C. Robur et Virtus di Piacenza e assume la denominazione Robur Pro Piacenza.
  • 1930-1931 - Partecipante al campionato ULIC. Accede alla finale I gruppo nella quale viene sconfitto dalla Pro Calcio Modena.
  • 1933 - La sezione calcio della Robur si fonde con il Piacenza Football Club. Assume fino al 1934 la denominazione Diavoletti Neri per tornare poi alla denominazione di Pro Piacenza.
  • 1936-1947 - Partecipante ai campionati della Sezione Propaganda FIGC piacentina.
  • 1948-1949 - 6ª nel girone O della Prima Divisione Lombardia.
  • 1949-1950 - 3ª nel girone L della Prima Divisione Lombardia.

  • 1950-1951 - 3ª nel girone P della Prima Divisione Lombardia.
  • 1951-1952 - 7ª nel girone L della Prima Divisione Lombardia.
  • 1952-1953 - 2ª nel girone ? della Prima Divisione Lombardia. Ammesso alla Promozione dopo spareggio con il G.S. Montecatini Milano (2-0).
  • 1953-1954 - 5ª nel girone E della Promozione Lombardia.
  • 1954-1955 - 7ª nel girone E della Promozione Lombardia.
  • 1955-1956 - 16ª nel girone E della Promozione Lombardia. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1956-1957 - 1ª nel girone ? della Prima Categoria Lombardia. Promosso nel Campionato Nazionale Dilettanti dopo spareggio con il Pontevico (2-0).
  • 1957-1958 - 7ª nel girone E del Campionato Nazionale Dilettanti Lombardia.
  • 1958-1959 - 4ª nel girone E del Campionato Nazionale Dilettanti Lombardia.
  • 1959-1960 - 10ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.

  • 1960-1961 - 15ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia. Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1961-1964 - ?
  • 1964-1965 - 1ª nel girone L di Seconda Categoria Lombardia. Promosso in Prima Categoria.
  • 1965-1966 - 4ª nel girone D di Prima Categoria Lombardia
  • 1966-1967 - 1ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia. 5ª nel girone finale per la promozione in Serie D. Ammesso alla Promozione 1967-1968.
  • 1967-1968 - 5ª nel girone B di Promozione Lombardia.
  • 1968-1969 - 4ª nel girone B di Promozione Lombardia.
  • 1969-1970 - 11ª nel girone B di Promozione Lombardia.

  • 1970-1971 - 11ª nel girone B di Promozione Lombardia.
  • 1971-1972 - 16ª nel girone B di Promozione Lombardia. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1972-1973 - ?ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia[4].
  • 1973-1974 - ?ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia[5].
  • 1974 - L'Associazione Calcio Pro Piacenza si fonde con il Football Club Sisalsantos e assume la denominazione Associazione Calcio Pro Piacenza 1919.
  • 1974-1975 - ?
  • 1975-1976 - ?ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia[6].
  • 1976-1978 - ?
  • 1978-1979 - 9ª nel girone D di Promozione Lombardia.
  • 1979-1980 - 11ª nel girone D di Promozione Lombardia.

  • 1980-1981 - 13ª nel girone D di Promozione Lombardia.
  • 1981-1982 - 15ª nel girone C di Promozione Lombardia. Retrocesso in Prima Categoria.
  • 1982-1983 - ?
  • 1983-1984 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1984-1985 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1985-1986 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1986-1987 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1987-1988 - ?ª nel girone ? di Terza Categoria Piacenza.
  • 1988-1989 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1989-1990 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.

  • 1990-1991 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1991-1992 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1992-1993 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1993-1994 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1994-1995 - ?ª nel girone T di Seconda Categoria Lombardia[7]
  • 1995-1997 - ?
  • 1997-1998 - ?ª nel girone ? di Seconda Categoria Emilia-Romagna. Diventa A.C. Pro Piacenza C.R.D.D. Arsenal dopo fusione con l'Arsenal.
  • 1998-2002 - ?

  • 2002-2003 - 9ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2003-2004 - 9ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2004-2005 - 8ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2005-2006 - 12ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2006-2007 - 10ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2007-2008 - 3ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2008-2009 - 5ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.
  • 2009-2010 - 12ª nel girone A di Promozione Emilia-Romagna.

  • 2010 - Rinuncia all'iscrizione in Promozione e riparte dalla Terza Categoria.
  • 2010-2011 - ?ª nel girone A di Terza Categoria Piacenza.
  • 2011-2012 - ?ª nel girone A di Terza Categoria Piacenza. Promosso in Seconda Categoria
  • 2012-2013 - 13ª nel girone A di Seconda Categoria Emilia-Romagna. Perde i play-out contro lo Ziano. Retrocesso in Terza Categoria.
  • 2013 - Si fonde con l'Associazione Sportiva Dilettantistica Atletico BettolaPonte Pro Piacenza e assume il nome di Associazione Sportiva Dilettantistica Pro Piacenza 1919.
  • 2013-2014 - 1ª nel girone B di Serie D. Green Arrow Up.svg Promossa in Lega Pro.
Semifinale della Poule Scudetto.
Ottavi di finale di Coppa Italia Serie D.
  • 2014 - La società cambia nome in Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919 S.r.l.
  • 2014-2015 - 19° nel girone B di Lega Pro. Ammesso ai play-out.
Fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della sua storia il Pro Piacenza, fondato nel 1919, si è più volte unito in fusioni con altre realtà calcistiche. Le prime fusioni avevano carattere per lo più provvisorio, ed avvenivano con società militanti, proprio come il Pro Piacenza del tempo, nei campionati ULIC, non ufficiali.

Nel 1926, ad esempio nei campionati ULIC milita la A.C. Juventus Pro Piacenza, frutto di una unione fra Pro Piacenza e Juventus di Piacenza.[8]

Nel 1928 si fuse provvisoriamente con il Gruppo Rionale Centro, costituendo il Gruppo Centrale - Pro Piacenza.

Nel 1929 il quotidiano "Il Littoriale" menziona una partita ULIC disputata dal Gruppo Rionale Roma Pro Piacenza contro l'US Modenese, vinta a tavolino per 2-0 da quest'ultima a causa del comportamento di alcuni tifosi (comunicato ufficiale n. 47 del Direttorio regionale emiliano).[9]

Una ulteriore fusione avvenne nel 1930, stavolta con la S.C. Robur et Virtus, formando la Robur Pro Piacenza. Tuttavia nel 1933 la sezione calcistica della Robur venne assorbita dal Piacenza Football Club, e dunque per via della scissione della Robur il club del Pro Piacenza assunse sino al 1934 la denominazione di Diavoletti Neri[10][11], per poi tornare al nome originale.

Una successiva fusione dell'Associazione Calcio Pro Piacenza avvenne nel 1974 con il Football Club Sisalsantos di Piacenza. Da tale unione permanente venne generata l'Associazione Calcio Pro Piacenza 1919.

Nell'estate del 1997 effettuò una fusione con l'Arsenal, diventando A.C. Pro Piacenza C.R.D.D. Arsenal, o più semplicemente Pro-Ars. L'unione accompagnò le due compagini fino agli inizi del 2000, quando avvenne una separazione che portò da un lato alla rinascita del Pro Piacenza, dall'altro alla ricostituzione dell'A.C.D. Arsenal 1976.

Il sodalizio fu oggetto di un'ulteriore fusione, avvenuta nel 2013 con la A.S.D. Atletico BettolaPonte Pro Piacenza dando origine all'attuale società, l'Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919.

L'Atletico BP Pro Piacenza, deriva a sua volta dalla storia della squadra del Bettola, club nato nel 1927 con sede nell'omonimo comune; nel 2007 con la promozione nel campionato di Eccellenza si fuse con la U.S. Pontiollese, diventando G.S.D. BettolaPonte; nel 2011 ottenne la promozione in Serie D, e ciò coincise con la non iscrizione del Pro Piacenza in Promozione, che dunque ripartì dall'ultimo gradino del calcio dilettantistico, la Terza Categoria. Proprio nel 2011, il BettolaPonte cambiò la propria sede da Bettola a Piacenza, diventando appunto A.S.D. Atletico BettolaPonte Pro Piacenza, cambiando i colori dal giallo-blu al rosso-nero a strisce, proprio come l'A.C.D. Pro Piacenza 1919, il quale si fonderà con essa nel 2013.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Il Pro Piacenza ha assunto sin dalla fondazione il rosso e il nero come colori sociali, riprendendo i colori legati ai diversi orientamenti politici dei soci fondatori, tra cui anche diversi simpatizzanti del Milan[12]. Nonostante ciò, le prime partite furono disputate con maglie verdi, di più semplice reperibilità[12].

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio comunale (Piacenza) e Stadio Leonardo Garilli.

L'odierno stadio per le partite casalinghe del club è il Leonardo Garilli.

Dopo aver disputato le partite dei campionati uliciani nel campo del Poligono di tiro, presso Barriera Torino[10], il Pro Piacenza ha giocato i suoi primi campionati nei ranghi della FIGC sul campo di Barriera Genova, che ospitava anche le partite del Piacenza, fino alla sua dismissione nel 1969[13][14][15].

In seguito la squadra ha giocato le partite interne al Campo Sportivo Gianni Siboni[16], dotato di una capienza di circa 800 posti completamente allo scoperto[17]. Il campo ha la particolarità di essere completamente privo di barriere tra le tribune e il terreno di gioco[16][17]. Per la stagione 2014-2015, a causa dell'inadeguatezza del Siboni rispetto ai requisiti minimi per la Lega Pro, il Pro Piacenza gioca allo Stadio Leonardo Garilli, in accordo con il Piacenza Calcio 1919 che ne detiene l'usufrutto[18].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario tratto dal sito ufficiale.[19]

Staff dell'area amministrativa
  • Italia Domenico Scorsetti - Presidente
  • Italia Renzo Tacchini - Presidente Onorario
  • Italia Enrico Molinari - Vice Presidente
  • Italia Claudio Scorsetti - Vice Presidente
  • Italia Pietro Tacchini - Vice Presidente
  • Italia Riccardo Francani - Direttore Sportivo
  • Italia Daniele Moretti - Responsabile Settore Giovanile

[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia degli sponsor

...

  • 2013-oggi: Ingegneria Biomedica Santa Lucia Gruppo Giglio
Cronologia degli sponsor tecnici

...


Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Allenatori dell'A.S. Pro Piacenza 1919.
Allenatori

A.C.D. Pro Piacenza 1919

...

...

...

...

...

...

A.S. Pro Piacenza 1919

  • Arnaldo Franzini (2013-oggi)
Presidenti

A.C.D. Pro Piacenza 1919

...

  • Giuseppe Avella

A.S. Pro Piacenza 1919

  • Domenico Scorsetti


Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Categoria:Calciatori dell'A.S. Pro Piacenza 1919.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2013-2014 (girone B)

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Lega Pro 1 2014-2015 1
Serie D 1 2013-2014 1

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Associazione Sportiva Pro Piacenza 1919 2014-2015.

Rosa 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 12 gennaio 2015.[20]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Enrico Alfonso
Italia P Matteo Iali
Italia P Mattia Tabaglio
Argentina D Gino Ballarini
Italia D Francesco Bini
Italia D Alessandro Castellana
Italia D Stefano Ignico
Italia D Daniele Rieti
Senegal D Ansoumana Sanè
Italia D Jacopo Silva
Italia C Michael Bacher
Italia C Gianluca Barba
N. Ruolo Giocatore Rosso e Nero (Strisce).png
Italia C Lorenzo Marmiroli
Italia C Giorgio Schiavini
Italia C Luca Matteassi
Italia A Danilo Alessandro
Italia A Luca Caboni
Italia A Marco Giovio
Italia A Gaetano Porcino
Italia A Pasquale Mazzocchi
Italia A Daniele Mascolo
Italia A Diego Mella
Italia A David Speziale

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Staff tecnico tratto dal sito ufficiale.[21]

Staff dell'area tecnica
  • Italia Arnaldo Franzini - Allenatore
  • Italia Igor Bonazzi - Preparatore atletico
  • Italia Massimo Ferrari - Preparatore portieri
  • Italia Andrea Cervini - Fisioterapista

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rubini, vol.2, pag.130
  2. ^ Pro Piacenza, il sogno è realtà. Rossoneri in Lega Pro. Le foto Liberta.it
  3. ^ Pro Piacenza, che botta: partirà da -8 in Lega Pro Sportpiacenza.it
  4. ^ Domenica i maggiori campionati dilettanti al via, La Provincia, 28 settembre 1973, pag.9.
  5. ^ I calendari del calcio dilettanti, La Provincia, 26 settembre 1973, pag.11.
  6. ^ I calendari del calcio dilettanti, La Provincia, 9 ottobre 1975, pag.10.
  7. ^ Calendari della stagione 94-95, La Provincia, 30 agosto 1994, pag.33.
  8. ^ Dalle fonti a disposizione non è chiaro se la fusione ebbe carattere provvisorio o permanente
  9. ^ Littoriale, Il 1929 - III - Fascicolo: 173
  10. ^ a b PRO PIACENZA dal 1919 tutti i giorni si è giocato a calcio! Propiacenza.it
  11. ^ Il libro "Dal Farnese a Barriera Genova" non cita alcuna squadra a nome "Diavoletti" ma solo "Pro Piacenza".
  12. ^ a b La prima sede in piazza Duomo. Nato nel calcio dei “liberi”, Libertà, 19 maggio 2014, pp. 38-39
  13. ^ Almanacco del calcio piacentino 1948
  14. ^ 1947-1958: Si fa sul serio Piacenzarugby.it
  15. ^ Mazzola-Pro Piacenza decide il girone "L", La Provincia, 15 aprile 1965, pag.7
  16. ^ a b Le nostre strutture Propiacenza.it
  17. ^ a b Pro - Torna la vecchia maglia. «Il Siboni va coperto» Sportpiacenza.it
  18. ^ Piacenza e Pro Piacenza: c'è l'accordo per il Garilli, Sportpiacenza.it. URL consultato il 20 giugno 2014.
  19. ^ Organigramma Sito ufficiale
  20. ^ Rosa prima squadra Sito ufficiale
  21. ^ Staff tecnico Sito ufficiale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gianni Rubini, Paolo Gentilotti, Dal Farnese a Barriera Genova, Piacenza, Libertà, 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]