Quella sporca dozzina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la compilation di hip hop italiano, vedi Quella sporca dozzina (album).
Quella sporca dozzina
Sporca dozzina, quella.jpg
Una scena del film
Titolo originale The Dirty Dozen
Paese di produzione Gran Bretagna, USA
Anno 1967
Durata 145 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.75:1
Genere guerra, azione
Regia Robert Aldrich
Soggetto E.M. Nathanson
Sceneggiatura Nunnally Johnson, Lukas Helle
Produttore Raymond Anzarut, Kenneth Hyman
Casa di produzione Metro Goldwin Meyer
Distribuzione (Italia) Warner Bros
Fotografia Edward Scaife
Montaggio Michael Luciano
Effetti speciali Cliff Richardson
Musiche Frank De Vol
Scenografia William Hutchinson
Trucco Ernest Gasser, Wally Schneiderman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Oscar al miglior montaggio sonoro

Quella sporca dozzina (The Dirty Dozen) è un film di guerra del 1967, diretto da Robert Aldrich, con Lee Marvin, Ernest Borgnine e Robert Ryan.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel 1944, alla vigilia dello sbarco in Normandia delle truppe alleate, un gruppo di dodici galeotti viene addestrato dall'esercito statunitense per compiere un'importantissima ma anche difficilissima missione segreta: assaltare un castello francese dove si trova il quartier generale tedesco. Se i galeotti riusciranno nella missione, otterranno in cambio la commutazione della pena.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Cast[modifica | modifica sorgente]

La produzione riuscì a radunare un cast di celebri attori, come Lee Marvin nel ruolo dell'intransigente maggiore che addestra i galeotti, John Cassavetes, personaggio ai limiti della schizofrenia e insofferente di ogni forma di disciplina, Charles Bronson, duro, laconico ed imperturbabile, e Telly Savalas, un fanatico religioso eccentrico e psicopatico.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

La produzione non si aspettava un successo di tali proporzioni, spiegabile forse per il momento storico particolare (1968), oppure per la violenza delle scene ed i ritmi tesi e avvincenti, oppure per lo scetticismo di fondo che spinge i militari a combattere solo per salvarsi e non certo per alti ideali[1].

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

Il film viene spesso accostato a Parola d'ordine: coraggio, dello stesso periodo.

Il regista Quentin Tarantino si è ispirato in parte a Quella sporca dozzina per la realizzazione del suo film Bastardi senza gloria, così come il regista Sylvester Stallone per il suo film I mercenari - The Expendables.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Quella sporca dozzina fu seguito da tre film per la televisione: Quella sporca dozzina II (The Dirty Dozen: Next Mission) del 1985, Quella sporca dozzina - Missione mortale (The Dirty Dozen: The Deadly Mission) del 1987 e Quella sporca dozzina - Missione nei Balcani (The Dirty Dozen: The Fatal Mission) del 1988.

Serie televisiva[modifica | modifica sorgente]

Il film generò anche una serie televisiva, La sporca dozzina (Dirty Dozen: The Series), trasmessa su Fox nel 1988.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Dizionario del cinema americano", di Fernaldo Di Giammatteo, Editori Riuniti, Roma, 1996, pag.123

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]