Andrew V. McLaglen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Andrew Victor McLaglen (Londra, 28 luglio 1920Friday Harbor, 30 agosto 2014) è stato un regista britannico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'attore inglese Victor McLaglen (che vinse un Oscar nel 1936 per Il traditore di John Ford) e di Enid Lamont, Andrew McLaglen crebbe nell'ambiente del cinema, frequentato da importanti registi ed attori, e avvicinandosi gradualmente alla professione come aiuto regista: la sua prima partecipazione fu sul set di Un uomo tranquillo (1952) di John Ford[1].

Dopo molte esperienze come secondo regista, diresse il suo primo film nel 1956, il western Il vendicatore dell'Arizona.

La sua produzione tra gli anni cinquanta e sessanta proseguì in televisione, dove diresse moltissimi episodi di serie televisive, in particolare 115 episodi di Have Gun – Will Travel[2][3] (tra il 1957 e il 1963) e 96 episodi di Gunsmoke (tra il 1956 e il 1965[4]), che lo resero in entrambi i casi il regista più prolifico delle famose serie.

Tornato sul grande schermo nei primi anni sessanta, oltre a continuare a dirigere film western, in cui era ormai uno specialista del genere, iniziò una fortunata produzione di film di guerra e d'avventura che culminò nel 1978 con il celebre I 4 dell'Oca selvaggia, e relativo sequel.

Diresse John Wayne in cinque film interpretati dal celebre attore: McLintock! (1963), Uomini d'amianto contro l'inferno (1968), I due invincibili (1969), Chisum (1970) e La stella di latta (1973).

Fu sposato dal 1946 al 1958 con l'attrice Veda Ann Borg, da cui ebbe un figlio, Andrew Victor McLaglen II, nato nel 1954 e morto nel 2006.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Tranne diversa indicazione si tratta di serie televisive.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Intervista nel documentario The making of The Quiet Man (1992) Scheda IMDb
  2. ^ Museum of Television
  3. ^ Scheda IMDb
  4. ^ Scheda IMDb

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 7574682 LCCN: n/92/36965