Lea Padovani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lea Padovani con lo scrittore Luigi Silori a Roma, nel 1963

Lea Padovani (Montalto di Castro, 28 luglio 1923Roma, 23 giugno 1991) è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lea Padovani tra Luigi Silori e Vittorio Paliotti, nel 1962, con nella casa di Silori in viale Gorizia

Di padre vicentino e madre nativa di Tuscania (VT) , Lea Padovani nel 1944 lasciò l'Accademia d'arte drammatica di Roma per debuttare come soubrette nella rivista Cantachiaro, di Garinei e Giovannini e l'anno seguente fece parte della compagnia di Erminio Macario in Febbre azzurra, riscuotendo grande successo e dimostrando anche ottime doti di attrice.

Nel 1946 cominciò la sua lunga e fortunata carriera di attrice teatrale nella commedia I parenti terribili di Jean Cocteau. Nel 1953 fu al fianco di Ruggero Ruggeri in una tournée a Londra e a Parigi con Enrico IV e Tutto per bene. Il 15 luglio 1954 fu premiata con un Nastro d'argento speciale per le sue interpretazioni teatrali.

Negli anni cinquanta prese parte a vari romanzi sceneggiati in televisione, tra i quali Piccole donne, Il romanzo di un giovane povero, Ottocento.

Poco prima della morte l'attrice ha raccontato allo scrittore Renzo Allegri il suo incontro con Padre Pio avvenuto verso la fine degli anni cinquanta. Motivo dell'incontro la richiesta di aiuto per il grande amore della donna - il cui nome non era stato rivelato - che era malato di tumore. Dopo aver consultato numerosi medici, sia in Italia che all'estero, le risposte erano sempre le stesse, all'uomo non restavano che pochi mesi di vita. Restava solo una cosa da fare, provare con l'intercessione divina e fu per questo che la Padovani si rivolse al frate che con il suo carattere schietto non le diede una immediata risposta positiva. Al primo seguirono altri incontri e una lunga confessione alla fine della quale la donna comprese che per salvare l'uomo che amava avrebbe dovuto lasciarlo. Così fece e la malattia misteriosamente scomparve[1].

Nel 2006 il regista Oliver Parker dette alla luce il film Fade to Black, tratto dal romanzo "Dissolvenza al nero" di Davide Ferrario, che si ispirava ad una storia romanzata coinvolgente l'attrice, interpretata nel film da Paz Vega, e il grande regista Orson Welles, interpretato da Danny Huston.

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 è stato inaugurato a Montalto di Castro dal sindaco Sergio Caci e l'assessore alla cultura Eleonora Sacconi il teatro intitolato a Lea Padovani.

Teatro di rivista[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Lea Padovani con Delia Scala in Gran varietà

Doppiatrici[modifica | modifica wikitesto]

Teatro di prosa[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica RAI[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiati televisivi RAI[modifica | modifica wikitesto]


Note[modifica | modifica wikitesto]


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN211916 · LCCN: (ENno2004089520 · SBN: IT\ICCU\UBOV\547815 · ISNI: (EN0000 0001 1436 3484 · GND: (DE1059301873 · BNF: (FRcb14041129s (data)