André Cayatte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

André Cayatte (Carcassonne, 3 febbraio 1909Parigi, 6 febbraio 1989) è stato uno scrittore, giornalista e regista francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cayatte nacque a Carcassonne, in Francia, e condusse regolari studi fino a conseguire la laurea in giurisprudenza, si dedicò alla poesia e al romanzo e iniziò a lavorare come giornalista.

Fondatore delle riviste letterarie Transit e Méridians, si accostò al mondo del cinema solamente nel 1946 come aiuto sceneggiatore.

Diresse alcuni film di poca importanza fino al 1949 quando con il film Gli amanti di Verona (Les amants de Vérone) ebbe grande successo e fu conosciuto dal grosso pubblico. Il film era stato sceneggiato dal poeta Jacques Prévert e riproponeva sotto chiave moderna il dramma d'amore di Shakespeare.

Nel 1950, con il film Giustizia è fatta (Justice est faite) affrontò per la prima volta temi impegnativi che riguardavano il rapporto tra la morale e la giustizia; temi che sviluppò poi in Siamo tutti assassini (Nous sommes tous des assassins) del 1952, Prima del diluvio (Avant le déluge) del 1954 e in Fascicolo nero (Le dossier noir) del 1955, cui seguì uno dei suoi capolavori "noir", Occhio per occhio (1956).

Intorno ai film di Cayatte nacquero a livello internazionale molte polemiche, forse sproporzionate rispetto al reale valore dei film.

Il 1960 segnò un punto di evoluzione nella sua cinematografia; i suoi film si basarono, da quel momento in avanti, più che altro sul compromesso commerciale e con grandi concessioni alla moda. Dal Il passaggio del Reno (Le passage du Rhin) del 1960 che racconta la storia ambigua di due prigionieri francesi, i film che seguiranno saranno piuttosto mediocri tranne forse Uno dei tre (Le glaive et la balance) del 1963. È il caso di film quali La vita coniugale (La vie conjugale) del 1964, di Attentato al pudore (Les risque du métier) del 1967, di Katmandu (Les chemins de Katmandou) del 1969, di Morire d'amore (Mourir d'aimer) del 1971, L'accusa è: violenza carnale e omicidio (Verdict) del 1974.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 73851103 LCCN: n/82/102988