Eystein Halfdansson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Eystein Halfdansson (norreno: Eysteinn Hálfdansson), secondo quanto raccontato nell'Heimskringla, fu il figlio di Halfdan Hvitbeinn. Egli visse attorno al 730 ed ereditò la sovranità su Romerike e Vestfold.

Sua moglie fu Hild, la figlia del re di Vestfold, Erik Agnarsson. Erik non ebbe figli maschi e fu per questa ragione che Eystein ereditò il trono di Vestfold.

Eystein si recò presso Varna con alcune navi per saccheggiare il territorio e poté portare via tutto il bestiame ed una notevole quantità di beni. Tuttavia, il re di Varna, Skjöld, che, secondo la leggenda, era uno stregone, giunto alla spiaggia, quando vide le navi di Eystein, sventolò il mantello, ci saltò sopra e indusse un'asta di una nave ad oscillare e colpire Eystein in modo che cadesse fuori bordo e annegasse.

Il successore di Eystein fu Halfdan il Mite[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ynglinga Saga - Of Halfdan the Mild.
Predecessore re di Romerike, re di Vestfold Successore
Hálfdan Hvitbeinn prima metà del VIII secolo Halfdan il Mite
Predecessore Dinastia degli Yngling Successore
Hálfdan Hvitbeinn prima metà del VIII secolo Halfdan il Mite