Halfdan il Mite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Halfdan il Mite (norreno: Hálfdan hinn mildi), appartiene alla dinastia di Yngling e succedette a suo padre Eystein Halfdansson come re di Romerike e Vestfold, secondo quanto riportato nell’antico testo dell’Heimskringla.

Si racconta che fosse generoso nell’elargire oro, ma avaro di cibo per i suoi uomini. Fu un grande condottiero, che compì spesso saccheggi ottenendo grandi ricchezze[1].

Sua moglie fu Liv, la figlia di re Dag di Vestmar. Halfdan il Mite morì di malattia nel suo letto.

Il suo successore fu suo figlio, Gudrød il Cacciatore[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ynglinga Saga - Of Halfdan the Mild.
  2. ^ Ynglinga Saga - Of Gudrod the Hunter.
Predecessore re di Romerike, re di Vestfold Successore
Eystein Halfdansson VIII secolo Gudrød il Cacciatore
Predecessore Dinastia degli Yngling Successore
Eystein Halfdansson VIII secolo Gudrød il Cacciatore