Ragnarr Loðbrók

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il militare del IX secolo, vedi Ragnar Lodbrok (conte).
Ragnarr Sigurdsson
Ragnar Lodbrok in un'illustrazione delle Cronache di Norimberga del 1495.
Ragnar Lodbrok in un'illustrazione delle Cronache di Norimberga del 1495.
Re di Svezia
In carica seconda metà IX secolo
Predecessore Sigurðr Hringr
Successore Sigurd Serpente nell'Occhio, Eysteinn Beli
Re di Danimarca
Nome completo Ragnarr Sigurdsson Loðbrók
Morte Northumbria
Dinastia Casato di Munsö
Padre Sigurðr Hringr
Consorte Lagertha, Aslaug (figlia di Sigfrido), Þóra borgarhjörtr (figlia di Herrauðr)
Figli Björn Fianco di Ferro, Halfdan Ragnarsson, Ívarr Senz'Ossa, Sigurd Serpente nell'Occhio, Ubbe, Ingjald il Bianco, Hvitsärk, Eiríkr Väderhatt, Hrolf Ragnalvalsson
Religione norrena
La morte di Ragnarr Lodbrok causata da Aelle II di Northumbria. Illustrazione pubblicata nel 1830

Ragnarr Sigurdsson, detto anche Ragnar Loðbrók (Ragnar Calzoni Villosi) (... – fine 800), avrebbe regnato su Svezia e Danimarca nella seconda metà dell'VIII secolo; è considerato un re semi-leggendario in quanto non vi sono fonti documentali che ne attestino l'esistenza.

Ragnarr acquista Kráka (Aslaug), figlia di Sigurd
Illustrazione di August Malmström.

Ricostruzione storica[modifica | modifica wikitesto]

Nel Gesta Danorum, Saxo Grammaticus cerca di ricostruire la vita di Ragnarr, per il quale pare attingere, riassumere, tentare di conciliare e consolidare molte leggende ed eventi di cronaca confusi ed incompatibili fra loro. Dunque molte delle geste attribuite a Ragnarr potrebbero invece derivare da più figure storiche[1]. Questi candidati al "Ragnarr storico" includono:

  • Il re danese Horik I (morto nell'854);
  • Un omonimo Ragnar Lodbrok (noto anche come Reginherus), jarl alla corte di Horik I, che assediò Parigi nell'845;
  • Il re danese Reginfrid, (morto nell'814);
  • Un re di parte della Danimarca che si scontrò con re Harald Klak nella prima meta del IX secolo;
  • Un ipotetico Reghnall citato negli Annali irlandesi;
  • Il padre di alcuni capi della Grande armata danese che invase l'Inghilterra nell'865.

Parte di queste discordanze e sovrapposizioni derivano dalla politica espansionistica molto aggressiva iniziata dalla Grande armata danese, battente lo stendardo del corvo, al cui a capo veniva inizialmente posto Ragnarr Loðbrók[2]. Le azioni militari si accentuarono con i suoi eredi, spaziando da semplici razzie all'occupazione stabile del territorio, interessando in particolar modo l'Inghilterra, ma anche la Scozia, Francia e Mediterraneo. In seguito molte altre scorrerie vichinghe furono attribuite ai figli di Ragnarr, creando confusione sulle date, o sul numero stesso dei figli, o sul grado di parentela effettivo. Tra la fine dell'VIII secolo la seconda metà del IX secolo fin troppi conquistatori e razziatori vichinghi venivano identificati con Ragnarr o con i "figli di Ragnarr".

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Gesta Danorum, Ragnarr, re dei Daner (o Dani), avrebbe unificato lo scettro di Danimarca e di Svezia sposando Þóra borgarhjörtr, la figlia ed erede del re sueone Herrauðr. Altre fonti ritengono tuttavia anteriore l'unificazione dei due regni. Il casato di Munsö, a cui apparteneva Ragnarr, sottrasse il controllo della Svezia alla dinastia di Ivar Vidfamne, dalla di probabile origine finnica, attorno alla fine dell'VIII secolo.

Il soprannome ("Calzoni villosi") deriva da un espediente citato nel Gesta Danorum per liberare e prendere in sposa Þóra borgarhjörtr[3].

La Ragnarssona þáttr (saga breve dei figli di Ragnarr) racconta che Ragnarr Loðbrók ebbe da Lagertha (detta Kraka o Aslaug), figlia di Sigfrido e Brunilde, Ívarr Senz'ossa e Sigurðr Serpente nell'Occhio, Björn Fianco di Ferro e Hvítserkr (quest'ultimo forse dentificato con Halfdan Ragnarsson).

Ívarr Senz'ossa è citato anche nel Gesta Danorum, assieme ai fratelli Ubbe, Eiríkr Väderhatt (Erik Cappello al Vento).

Ulteriori saghe gli attribuiscono a Ragnarr anche la paternità, dalle prime nozze, di Ingjald il Bianco re di Dublino e padre e da lui Olaf il Bianco, dalle seconde nozze Agnarr e Hrolf Ragnalvalsson che conquisterà la Neustria e, mutato il nome in quello, cristiano, di Rollone, sarà il primo duca di Normandia. Da questi, e dunque da Ragnarr, discenderanno la dinastia normanna e numerose famiglie in Francia, Inghilterra e nel sud Italia.

Ragnarr funestò a lungo le coste britanniche con le sue scorrerie ma, nel corso di una di queste, avendo invaso la Northumbria, fu catturato[4] e gettato in una fossa di serpenti. La sua morte fu comunque vendicata dai suoi figli Halfdan Ragnarsson, Ívarr Ragnarsson, Sigurd Occhi di Serpente e Ubbe che a loro volta catturarono il monarca di quella regione e lo uccisero[5].

Opere dedicate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi pubblicazioni di Hilda Ellis Davidson
  2. ^ Forte, 2005, p.69)
  3. ^ Il Gesta Danorum narra di Herrauðr, re degli sueoni, che regalò due serpenti alla figlia Þóra. Le serpi crebbero diventando dei lindorm e iniziarono a devastare le campagne. Il re promise a chiunque fosse riuscito a uccidere le due bestie avrebbe avuto in sposa la sua figlia. Il re scandinavo Ragnarr Loðbrók che voleva sposare la principessa partì. Armato di una maglia di lana coperta da cristalli di ghiaccio, una lancia, e uno scudo riuscì a uccidere i due lindorm e a sposare la principessa (cfr.Saxo Grammaticus, libro IX, vv 4.4-4.5)
  4. ^ Forte, 2005, p.70)
  5. ^ Saxo Grammaticus, libro IX, vv 4.38-5.1)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

fonti primarie
fonti moderne

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re leggendari danesi Successore
Sigurðr Hringr seconda metà VIII secolo Sigurðr ormr í auga
Predecessore Re leggendari svedesi Successore
Sigurðr Hringr seconda metà VIII secolo Eysteinn Beli

Controllo di autorità VIAF: 24506821 LCCN: nr97018892

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie